Editoriali
Nel procedimento denominato “Ambiente svenduto” il Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Taranto, Vilma Gilli, ha rinviato a giudizio 47 persone

Ilva, a processo quelli che ricoprono pubblici incarichi

Tra gli indagati anche coloro che "ricoprono incarichi nell’Ente pubblico o in società riconducibili allo Stato italiano"


Di:

Taranto – Nel procedimento denominato “Ambiente svenduto” il Giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Taranto, Vilma Gilli, ha rinviato a giudizio 47 persone. Tra cui quelli che, a tutt’oggi, ricoprono incarichi nell’Ente pubblico o in società riconducibili allo Stato italiano. Vediamo.

-Nichi Vendola, ex Governatore della Giunta regionale pugliese,il 29 maggio 2015 è stato confermato,per altri due anni, alla presidenza di Nereus : rete per le tecnologie spaziali,sede a Bruxelles, formata da 24 Regioni europee e 60 associati ;
-Francesco Manna,napoletano,ex capo Gabinetto ed ex consulente Area internazionale del Governatore Nichi Vendola, dal 1° settembre 2013 a tutt’oggi è Responsabile relazioni Enti e istituzioni locali del Gruppo Eni spa;
-Nicola Fratoianni,pisano, ex assessore esterno alle Politiche giovanili e Attuazione del Programma nella Giunta regionale con presidente Nichi Vendola,a marzo 2013 eletto deputato del partito Sinistra ecologia e libertà nella Circoscrizione Bari;
– Davide Pellegrino, ex capo Gabinetto del Governatore Nichi Vendola,il 14 novembre 2014 a tutt’oggi è nominato dal sindaco di Bari,Antonio De Caro(Pd), direttore generale del Comune;
– Ippazio Stèfano, sindaco di Taranto;
– Donato Pentassuglia,ex assessore regionale alla Sanità pugliese nella Giunta Pd-Sel,rieletto consigliere regionale Lista Pd il 31 maggio 2015;
-Giorgio Assennato, direttore generale,da marzo 2006 a tutt’oggi, dell’Agenzia regionale per la prevenzione e protezione dell’ambiente.

(A cura di Nino Sangerardi, autore del testo ‘Quello che i pugliesi non dicono’ – ninosangerardi@gmail.com)

Ilva, a processo quelli che ricoprono pubblici incarichi ultima modifica: 2015-07-23T22:36:31+00:00 da Nino Sangerardi



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This