Manfredonia
"Apprendiamo con soddisfazione che il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha siglato il decreto che pone le basi per il pagamento del dovuto ai lavoratori per il fermo biologico del 2014"

Pesca, Flai: Padoan firmi decreto per risorse e cigs in deroga

"A questo punto, diventa essenziale che il Mef compia l'ultimo atto, grazie al quale i lavoratori del settore potranno tirare una boccata di ossigeno"


Di:

“I pescatori non possono più aspettare i tempi della burocrazia. A più di un mese dalla sottoscrizione presso il ministero del Lavoro dell’accordo per la cigs in deroga 2015, i lavoratori del settore ittico non solo aspettano lo sblocco delle risorse, ma sono ancora in attesa del pagamento della cassa per il 2014. Dunque, è urgente e necessario che il ministro Pier Carlo Padoan firmi il decreto interministeriale che darà il via libera al finanziamento delle somme, sia per gli arretrati 2014 sia per il saldo della cigs in deroga”. È quanto affermano Flai, Fai e Uila, sollecitando il ministero dell’Economia a validare al più presto l’iter burocratico, affinché l’Inps possa erogare l’indennità di cassa integrazione in deroga dovuta ai pescatori.

“Apprendiamo con soddisfazione che il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha siglato il decreto che pone le basi per il pagamento del dovuto ai lavoratori per il fermo biologico del 2014. A questo punto, diventa essenziale che il Mef compia l’ultimo atto, grazie al quale i lavoratori del settore potranno tirare una boccata di ossigeno, soprattutto in una fase come quella attuale, che li vede in prossimità dell’arresto temporaneo per il 2015, senza avere ancora percepito gli arretrati e con la prospettiva di restare fermi più di un mese senza alcun reddito”, concludono i sindacati.

Fonte: rassegna.it

Pesca, Flai: Padoan firmi decreto per risorse e cigs in deroga ultima modifica: 2015-07-23T10:27:17+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • AH AH AH Il bello sta arrivando!Egregia

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=845991348852502&set=a.402414366543538.1073741825.100003249330687&type=1&theater

    Egregia Redazione, non avete saputo niente di questa insolita manifestazione di protesta probabilmente attuata contro la politica locale?!?! Sarebbe interessante capire ad opera di chi è avvenuta. Forse un pescatore disilluso? Qualcuno del mercato ittico stanco delle continue prese in giro? Qualcuno che si è stancato di aspettare che “il bello arrivi” Boh… Sarebbe interessante saperne di più. Anche se a mio avviso se proprio uno perde le staffe in questo modo meglio sarebbe stato se quelle cassette di pesce putrefatto le fosse andato a buttare sotto la casa del politico o dei politici verso i quali quasi certamente la protesta era rivolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This