Foggia
Inopportuna la scelta del capogruppo tra Amati e Mazzarano entrambi indagati

Rinvio a giudizio per Pentassuglia, M5S: che partito è il PD?

Questo il PD del magistrato Emiliano


Di:

Bari – Il rinvio a giudizio del consigliere PD Donato Pentassuglia, ha scatenato una bomba all’interno del Partito Democratico e i cinque stelle sono i primi a parlare. “Il PD in regione Puglia è composto da consiglieri indagati, condannati e rinviati a giudizio. Emiliano non avrebbe dovuto ricandidarli” è quanto affermano i consiglieri pugliesi del Movimento Cinque Stelle Barone Rosa, Bozzetti Gianluca, Casili Cristian, Conca Mario, Di Bari Grazia, Guarini Viviana e Laricchia Antonella.

Pentassuglia ex assessore alla sanità, accusato di favoreggiamento personale nei confronti di Archinà, è infatti tra gli imputati rinviati oggi a giudizio nell’ambito del processo “Ambiente Svenduto” a Taranto. Rincarano la dose i pentastellati commentando come “curiosa” la scelta del capogruppo PD di qualche giorno fa, i candidati scelti dal partito di Emiliano erano infatti Fabiano Amati già condannato per tentato abuso d’ufficio, e quello che alla fine è diventato l’attuale capogruppo, il consigliere Mazzarano, rinviato a giudizio per illecito finanziamento ai partiti e millantato credito.

“Questo è il PD del magistrato Emiliano. Già in campagna elettorale diversi candidati nelle sue liste si erano “distinti” per presunte compravendite di voti e affini. In qualità di candidato alla Presidenza, ex segretario del Partito e soprattutto in qualità di ex magistrato antimafia, avrebbe dovuto impedire la candidatura dei consiglieri indagati, condannati e rinviati a giudizio tra le sue liste. Adesso dovrà fare i conti con gli elettori pugliesi che gli hanno dato fiducia“ proseguono i neoeletti cinque stelle “Da oggi in Regione c’è una forza politica pronta a ricordare ogni giorno agli elettori chi sono i rappresentanti dei vecchi partiti all’interno delle istituzioni.”

E sul rinvio a giudizio dell’ex governatore della Regione Puglia Nichi Vendola commentano così: “Ridere con Archinà al telefono in merito alla situazione venutasi a creare in seguito allo strappo del microfono al giornalista Abate che incalzava Riva sul problema dei tumori a Taranto, rende già l’idea di quanto l’ex presidente della regione Puglia teneva più ai rapporti con gli industriali che al benessere della popolazione, mostrando una sottomissione che grava sulla pelle dei cittadini. Adesso aspettiamo che la giustizia faccia il suo corso. Se qualcuno ha giocato con la vita dei tarantini dovrà pagare”.

Redazione Stato

Rinvio a giudizio per Pentassuglia, M5S: che partito è il PD? ultima modifica: 2015-07-23T23:56:55+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This