FoggiaManfredonia
Il segretario generale Uilm-UIL su nuovo accordo sindacale, assunzioni e futuro dell'ex Sofim

Ex Sofim, Miroballo “400 assunzioni con ctr di somministrazione”

"L'assunzione di 400 ragazzi, anche se con contratto di somministrazione, rappresenta un investimento importante per l'azienda"

Di:

Foggia. “Il nostro stabilimento rappresenta per tutti i lavoratori e loro famiglie oltre che un’opportunità di lavoro stabile, cosa piuttosto rara nella nostra provincia, l’occasione per questo territorio di dimostrare concretamente la sua volontà di fare e la capacità di comprendere quali sono i momenti cruciali per non mancare agli appuntamenti importanti. Noi ringraziamo tutti i lavoratori che, con sacrificio e dedizione, consentono il raggiungimento dei nostri traguardi. In quest’ottica abbiamo firmato l’accordo sindacale del 20 luglio”. Così Marcellino Miroballo, segretario generale Uilm-UIL, illustra lo spirito con il quale si è firmato l’accordo sindacale per lo stabilimento Fpt Industrial di Foggia (gruppo CNH, ex Sofim).

Il contratto recepisce l’analisi fatta nel corso di un incontro del 13 luglio scorso in merito all’ulteriore richiesta di motori avanzata dai principali clienti, per il periodo luglio-agosto. Al momento lo stabilimento ne produce 1300 al giorno, ma ad agosto è previsto un ulteriore picco produttivo. Per fare fronte all’aumento di volumi richiesti, oltre ad applicare l’articolo 5 del contratto collettivo specifico di lavoro (CCSL) – per il primo e il secondo turno dei prossimi sabati – per le tre domeniche successive sarà utilizzato lo strumento dello straordinario comandato sul terzo turno in aggiunta alle 120 ore annuali previste dal CCSL.

Altri 130-140 lavoratori, da affiancare al personale volontario per implementare le attività di agosto, saranno assunti con contratto di somministrazione. Ritocco del contratto per i 39 lavoratori interinali dell’Unità operativa montaggio: dalle 16 ore attuali a 40 ore settimanali. Al personale del terzo turno, impiegato nelle tre domeniche, saranno erogati 100 Euro in buoni benzina (100 Euro netti).

“Visto il perdurare della situazione di forte impegno chiesto alle maestranze, abbiamo nuovamente avanzato la richiesta di riconsiderare, a partire da sabato 23 luglio, un adeguamento dell’orario di lavoro per le giornate del sabato (primo turno 6,00 – 13,00 con mensa a fine turno e potenziale uscita alle 12,30; secondo turno 13,00 – 19,00). L’azienda ha recepito le nostre indicazioni”, aggiunge Miroballo che precisa: “si tratta di importanti passi avanti fatti nell’ottica di aumentare l’occupazione e tutelare i diritti sindacali dei lavoratori, determinando ricadute positive sul territorio. Anche grazie a questo accordo l’azienda riconoscerà un miglioramento retributivo a tutti quei lavoratori che hanno superato la soglia di 15 giorni di straordinario comandato. Nel corso del mese di settembre è previsto un incontro, con i vertici di CNH, per esaminare congiuntamente la situazione dello stabilimento e fare una verifica sugli andamenti produttivi, l’organizzazione, gli investimenti e una eventuale stabilizzazione del personale”.

Per il segretario Uilm c’è anche un altro elemento che va rimarcato con forza: “L’assunzione di 400 ragazzi, anche se con contratto di somministrazione, rappresenta un investimento importante per l’azienda e per tutto il territorio. Questi ragazzi stanno conoscendo un’esperienza di lavoro che potrà portarli in futuro a diventare lavoratori stabili”. Inoltre, l’azienda, su richiesta sindacale, ha ridotto, nel quadro della complessiva riorganizzazione del lavoro nei mesi di luglio e agosto, la durata del primo e secondo turno di straordinario.

“Siamo convinti che la vera risorsa di questo insediamento produttivo siano le donne e gli uomini che quotidianamente vi lavorano dando prova di competenza, passione e impegno. La tutela dei loro diritti e lo sviluppo del territorio, sono e saranno sempre il nostro obiettivo primario”, conclude Miroballo.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati