Foggia

Lucera, nominata nuova giunta comunale, Dotoli: ripartiamo

Di:

Il sindaco di Lucera Pasquale Dotoli (ST@)

Lucera – CON apposito decreto in data odierna e a sua firma il Sindaco di Lucera Pasquale Dotoli ha provveduto a nominare i nuovi componenti della Giunta Municipale. Il rinnovato governo locale si compone di nove Assessori assegnatari delle deleghe sotto indicate.

Raffaele Di Ianni: Bilancio e programmazione Economica, Finanze, Tributi; Gestione, valorizzazione ed alienazione del Patrimonio, Sportello Finanziamenti, Servizio Personale ed Affari Generali;

Fabio Valerio: Politiche Sociali, Solidarietà, Pari opportunità, Politiche giovanili, della Famiglia e della Salute, Urp, Legalità e Trasparenza; Servizio Pubblica Istruzione, Cultura (Biblioteca, Museo e Beni Culturali) e Spettacoli;

Mario Alfonso Follieri
: Opere Pubbliche, Protezione Civile e Programmi di riqualificazione urbana;

Tommaso Iatesta: Attività Produttive, Suap, Fonti Energetiche, Commercio e Polizia Amministrativa, Industria, Agricoltura e Artigianato, Valorizzazione dei prodotti agroalimentari e dell’artigianato;

Andrea Bernardi: Servizio Rifiuti Solidi Urbani ed Igiene della città; Servizio Pubblica Illuminazione; Sport e Turismo;

Maria A.G. Petroianni: Polizia Municipale, Viabilità e Segnaletica stradale;

Michele Barisciani: Manutenzione del Patrimonio Comunale, delle strade e degli edifici scolastici, sportivi e pubblici; Servizi Cimiteriali;

Massimo Di Pierro: Servizio Ambiente, Cura e valorizzazione del verde pubblico; Servizio Trasporto Urbano e Scolastico; Arredo Urbano;

Pietro Di Carlo: Servizio Contenzioso.

Dopo l’ufficializzazione della scelta adottata, il Primo Cittadino, ha rilasciato una dichiarazione dal forte impatto chiarificatore. “Come si evince dall’assegnazione degli incarichi è stato operata una suddivisione ancora più articolata in merito ai servizi comunali. Ciò per consentire un efficace controllo, seguito da interventi più rapidi ed incisivi anche in fatto di vivibilità. Ai precedenti e soprattutto ai nuovi Assessori rivolgo un augurio di buon lavoro, certo che il loro apporto sarà utile per risolvere le problematiche di rispettiva assegnazione” dichiara Pasquale Dotoli al quale restano riservate le competenze sulle materie non delegate ad altri.

“La modifica all’assetto dell’esecutivo, nell’ultimo anno di amministrazione, sarà sicuramente oggetto di riflessioni, critiche e interrogativi da parte della cittadinanza e degli organi di stampa. Per questo ritengo doveroso riferire, con estrema sincerità, le ragioni politiche che sottendono tale decisione. Siamo ormai in campagna elettorale – e già da un mese a questa parte – si susseguono riunioni per stabilire alleanze e strategie. L’argomento principale di queste riunioni è come adoperarsi per non far giungere a fine mandato questa Amministrazione. Ragion per cui si infittiscono i contatti, gli inviti e le promesse ai singoli consiglieri per porre fine anzitempo all’attuale esperienza di governo” continua Dotoli denunciando una situazione che a Lucera si ripete alla conclusione di ogni consiliatura e in molti casi prima, durante e dopo il suo svolgimento.

“C’è, quindi, una motivazione politica in ciò che ho deciso, che è quella di serrare le fila per arrivare a fine mandato. Non certo perché sono legato alla poltrona, che anzi assume sempre più le sembianze di un pesante fardello, ma perché sento la responsabilità che questioni fondamentali per la nostra città trovino una definitiva soluzione dopo decenni e decenni. Cercherò, pertanto, di arrivare alla scadenza naturale del mio mandato per raccogliere quanto è stato seminato tra mille difficoltà, soprattutto di ordine politico ma non solo, e nell’esclusivo interesse di Lucera. Lavoro per questo, lasciando ad altri le strategie pre-elettorali e la ricerca dei candidati più spendibili alla carica di Sindaco”.

“Nel frattempo”, conclude Pasquale Dotoli, “auspico uno scatto di orgoglio da parte di tutti i componenti di questa maggioranza. Invito alcuni di loro a mettere da parte ruggini e questioni personali, concentrando invece l’attenzione sui cittadini, che circa cinque anni fa li hanno eletti per rappresentarla. A questo proposito ringrazio, in particolare, chi si è finora impegnato per farlo al meglio delle possibilità”. Lucido il commento da parte del principale responsabile dell’attività amministrativa che intravede l’occasione di adottare e approvare il Piano Urbanistico Generale fermo al lontano 1973. C’è attesa in vista della riapertura di importanti cantieri per opere pubbliche auspicate da anni: la ricostruzione dell’edificio Sant’Anna in piazza Duomo in seguito al terremoto del 2002 e della palazzina crollata in via Vittorio Veneto nel 2005 come è stato, in precedenza, per lo stabile di via Ciaburri e per l’immobile di piazza delle Terme Romane. Inoltre, si guarda al rifacimento di alcune tra le principali strade cittadine e all’ammodernamento del parco giochi comunale.

Ma anche alla realizzazione di uno spazio a verde attrezzato nel rione ‘Cappuccini’ grazie ai PIRP, alla ricostruzione della scuola ‘Bozzini’ e alla creazione della prima area mercatale, moderna ed al coperto, in viale Ferrovia. Si sta lavorando alla conclusione dei complessi lavori in piazza della Repubblica, alla riqualificazione dei quartieri ‘Pezza del Lago’ e ‘167’ anche attraverso i ‘Contratti di Quartiere II’. Per non parlare dei finanziamenti ottenuti per rimettere a nuovo alcuni punti di via Foggia, ‘Lucera 2’ e ‘Lucera 3’ e la strada di collegamento verso Porta Foggia dotandole di più verde e di una pista ciclabile.

Nelle idee e nelle intenzioni di Pasquale Dotoli e della sua Amministrazione, c’è anche il piano per il turismo con uno studio abbozzato, l’anno scorso, insieme agli operatori del settore e agli addetti ai lavori. Previsto il crescente intensificarsi della collaborazione con il GAL Meridaunia per l’accesso ai finanziamenti dedicati ai giovani, alle imprese nascenti e a quelle esistenti nel settore dei prodotti e dei servizi. Per ultimi, ma non ultimi quanto a valenza, si presentano i settori dell’agricoltura e quello dell’industria locale. Un esempio sono le trattative in corso per consentire al laterificio Celam Spa di riprendere la produzione nei prossimi mesi e con i lavoratori ora in mobilità. Per non dire degli sforzi, intrapresi a tutto campo per scongiurare la chiusura definitiva dell’Ospedale ‘Lastaria’, da parte della Regione e per non dire addio al Tribunale con l’indotto degli uffici e degli sportelli collegati. Sono azioni, iniziative, interventi che, in quattro anni e in tutte queste direzioni, non sono mai mancati malgrado la ridotta pubblicità assicurata loro. Il Sindaco Dotoli intende così ridare slancio all’ultimo scorcio della propria funzione amministrativa. Con i suoi collaboratori ritiene che le probabilità per farlo ci siano ancora.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi