CulturaManfredonia
A cura di Ferruccio Gemmellaro

Gelso e fegato

Gelso, usato quale sinonimo di Moro, è l’ellissi della locuzione latina MORUS CELSA

Di:

La lingua italiana conta dei vocaboli i quali non si riferiscono essenzialmente all’oggetto ma a una sua particolarità.

Ne prendiamo ad esempio due: Gelso e Fegato.

Parliamo subito del Gelso poiché siamo nella stagione giusta


Gelso, usato quale sinonimo di Moro, è l’ellissi della locuzione latina MORUS CELSA che tradotto sta per Moro elevato (in forma di albero) e pertanto, utilizzandone unicamente l’aggettivo, con la lenizione della c in g si ha Gelsa in seguito attestatosi nel corrente maschile Gelso. Gelsomino, il noto fiore, è l’omologismo dal persiano YASAMIN, ma sovrapposto a Gelso, cui Gelsomino nell’onomastica con il diminutivo Mina dal femminile Gelsomina.

I latini, relativa al frutto del fico, avevano una loro ricetta, IECUR FICATUM, che tradotto vale Fegato farcito di fichi.
La semantica italiana, via via, verosimilmente partendo da una base ipocoristica, ha eliminato IECUR prediligendo il percorso FICATUM-FICATO per arrivare, infine, a Fègato ancora con la lenizione della c in g.

Possiamo assumere a similitudine la ricetta delle nostre cucine “Fegato alla veneziana”, che se fosse stata ricorrente in quel tempo (Venezia non esisteva nemmeno come pensiero) l’italiano avrebbe forse potuto assumere il termine “la veneziana” per indicare il fegato. La lingua italiana ha così trascurato l’originale latino IECUR fegato da radice indoeuropea YEKWR, che appare però nel prefissato Disiecoràre strappare il fegato, termine ormai obsoleto, prediligendo Ittero così come pronunciato in greco IKTEROS.

Il greco possedeva comunque il suo specifico HEPAR HEPATOS fegato, donde la nostra adozione, sempre in campo medico, in Epa, Epatìte e così via.

(A cura di Ferruccio Gemmellaro, storico critico, agosto 2016)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati