Manfredonia

Apre farmacia con un bando ma cede l’attività anzitempo: segnalato

Di:

Controlli Guardia Finanza

Controlli Guardia Finanza (fonte image: ilquotcalab.)

Manfredonia – AVEVA fatto richiesta ed aderito ad un bando della Regione Puglia (Por Puglia 2000-2006) ricevendo un contributo regionale pari a 26mila euro (26.040,00) per l’apertura di una ditta operante nel settore della vendita di prodotti farmaceutici (farmacia). Una farmacia che sarebbe sita nel rione Monticchio di Manfredonia.

Ma nello stesso bando era inserita anche una clausola accessoria per la quale l’erogazione dei fondi era correlata (inderogabilmente) al mantenimento dell’attività per una durata di 5 anni, escludendo pertanto la possibilità di un periodo temporale prolungato attraverso la cessione della stessa ditta. Vale a dire: anche la cessione anticipata della farmacia (dopo 4 anni ad esempio) non sarebbe stata in ogni modo sufficiente per preservare l’erogazione dei fondi assegnati dalla Regione (26mila euro).

Ma così non è stato per il titolare della farmacia citata che avrebbe ceduto invece la sua attività a terzi dopo solo 3 anni. Pertanto, dopo un’operazione accompagnata da specifici controlli, i militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Manfredonia hanno scoperto l’indebita percezione (a seguito della mancata osservazione della citata clausola contrattuale relativa al bando) del finanziamento comunitario coofinanziato con quota regionale ammontante complessivamente a 26.040,00 e diviso in due tranche: 21mila e 5mila euro.

Il titolare della ditta, che aveva fatto fatto richiesta ed aderito al bando, per la relativa erogazione dei fondi, è stato segnalato alle autorità competenti per il recupero delle somme indebitamente percepite. Il soggetto in questione non è stato denunciato perchè non previsto nel caso di una condotta omissiva relativamente alle osservazioni relative al rispetto di clausole accessorie per l’erogazione finale del bando.

Redazione Stato, GD, riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi