Capitanata

Riuniti Foggia, la Regione sblocca le “fasce” per il personale

Di:

Gli ospedali Riuniti a Foggia: trovato accordo sul personale (image N.Saracino)

Foggia – ACCORDO tra sindacati e direzione ospedaliera degli ospedali “Riuniti” di Foggia sulle “fasce” del personale interno. E’ quanto stabilito ieri presso la Prefettura di Foggia, dove erano presenti il Presidente delle Rsu Franco Stella della Cisl, il segretario confederale Giovanni D’Alessandro, il rappresentante della Fials Pietro Pizzichetta, Luigi Giorgione della Uil, Francesca Tavano per la Cgil e Mario Fredella per la Fsi.

LA REGIONE TROVA I SOLDI – Oggetto dell’incontro era l’applicazione delle “fasce”, ovvero la progressione orizzontale di carriera non prevista, però, dal nuovo CCNL. Per questo i lavoratori hanno minacciato lo sciopero, che pare però scongiurato in seguito all’annuncio della Regione Puglia di mantenere l’applicazione dell’art. 40 del CCNL (riconversione delle risorse economiche destinate al finanziamento dell’indennità infermieristica) sottoscritto il 7 aprile 1999. L’istituzione dell’indennità infermieristica si deve all’art. 49 c.1 e 2 del DPR 384 del 28/11/90 che recita: “… agli operatori professionali di 1° categoria, collaboratori – infermieri professionali, vigilatrici d’infanzia, ostetriche, assistenti sanitari – compete una indennità annua lorda, fissa e ricorrente pari a 1.240 euro. Tale indennità è maggiorata nel modo seguente: al 20° anno di effettivo servizio di euro 620; al 25° anno di effettivo servizio di ulteriori 620 euro; al 30° anno di effettivo servizio di ulteriori 620 euro. Agli operatori professionali di 2° categoria – infermieri generici – l’indennità di cui al comma 1 compete nella misura del 10%”.

LA NORMATIVA – L’indennità, quindi, fino al 31 dicembre 1999 era attribuita individualmente al personale infermieristico (infermieri, vigilatrici d’infanzia, assistenti sanitari, ostetriche e per il 10%, anche, agli infermieri generici). A partire dal primo gennaio del 2000, secondo quanto previsto dall’ex art. 40 CCNL comparto Sanità Pubblica del 7.04.1999, l’importo delle indennità che sarebbero state maturate dal personale interessato al raggiungimento delle anzianità previste dall’art. 49, affluiva al fondo dell’ex art. 39 (Finanziamento delle fasce retributive, delle posizioni organizzative, della parte comune dell’ex indennità di qualificazione professionale e dell’indennità professionale specifica) secondo le indicazioni definite in contrattazione integrativa aziendale. L’art. 40, infatti, stabilisce che “l’indennità della professione infermieristica ( per la parte che si matura al 20°, 25° e 30° anno di servizio ) è attribuita al personale avente diritto fino al 31 dicembre 1999. Successivamente a tale data, l’importo delle indennità che sarebbero state maturate dal personale interessato al raggiungimento delle anzianità previste dal citato art. 49 affluisce al fondo dell’art. 39 per il finanziamento dei percorsi economici orizzontali”. La Regione Puglia ha quindi confermato la vigenza contrattuale dell’ex art. 40 del CCNL 07.04.1999 che finanzia l’applicazione dell’exart. 31 del CCNL 19.04.2004. Il fondo per il finanziamento delle fasce, delle posizioni organizzative e delle ex indennità di qualificazione professionale sarà destinato alle “fasce” dal primo gennaio 2009.

I DUBBI DELLA CGIL – L’azienda ospedaliera degli Ospedali Riuniti di Foggia, dal suo canto, ha annunciato la disponibilità di 700mila euro per il finanziamento delle fasce, mentre 1 milione e 300mila euro saranno confluiti nella “produttività”. Tra i sindacati presenti, la Cgil ha però espresso qualche riserva sull’accordo, in quanto pone il problema dei lavoratori stabilizzati dopo il 31/12/2008, cui vorrebbe estendere la fascia. Si tratta di circa 500 lavoratori con contratto a tempo indeterminato. Il prossimo passo sarà dunque la contrattazione con la direzione ospedaliera del “Riuniti” per stabilire i criteri di assegnazione delle fasce. “Cercheremo di chiudere l’accordo entro la fine dell’anno – annuncia a Stato il segretario provinciale della Fp Cgil, Francesca Tavano – per far si che i diritti dei lavoratori siano rispettati”.

Riuniti Foggia, la Regione sblocca le “fasce” per il personale ultima modifica: 2010-09-23T19:21:36+00:00 da Nicola Saracino



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi