Ingente spiegamento delle forze dell'ordine sul posto, per garantire la sicurezza dei fedeli

Veglia e Festa di San Pio, tanti fedeli a San Giovanni Rotondo


Di:

San Giovanni Rotondo. La liturgia dell’accoglienza, in programma ieri sul sagrato della chiesa di San Pio da Pietrelcina, ha dato il via al tradizionale rito della veglia del beato transito di san Pio. Sono seguite le celebrazioni dei vespri, l’adorazione eucaristica vocazionale, la preghiera sotto la croce e il santo rosario.

Stanotte, alle 00.15, si è svolta la solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da fr. Mauro Jöhri, ministro generale dei Frati Minori Cappuccini.

Il programma della Festa di San Pio di stamani, 23 settembre, è iniziato alle 9.30, con la recita del Santo Rosario nella chiesa superiore di San Pio da Pietrelcina. Alle 11.00, il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo Metropolita di Firenze, presiederà la solenne Concelebrazione Eucaristica. Nel pomeriggio, alle ore 17, la solenne Concelebrazione Eucaristica presieduta da monsignor Michele Castoro, arcivescovo di Manfredonia Vieste San Giovanni Rotondo.

Seguirà “L’atto di affidamento dei bambini a San Pio” e la processione con l’ immagine nel santo col seguente percorso: chiesa di San Pio, piazzale Santa Maria delle Grazie, viale Cappuccini, piazza Europa, corso Matteotti, piazza Padre Pio, corso Umberto I, piazza Europa, viale Cappuccini, Casa Sollievo della Sofferenza, piazzale Santa Maria delle Grazie e chiesa di San Pio.

Ingente spiegamento delle forze dell’ordine
Da segnalare un ingente spiegamento delle forze dell’ordine sul posto, per garantire la sicurezza dei fedeli attesi a San Giovanni Rotondo.

padrepiopietr.wordpress.com

padrepiopietr.wordpress.com

Focus (wikipedia)
Pio da Pietrelcina, ora San Pio da Pietrelcina, meglio noto come Padre Pio, al secolo Francesco Forgione (Pietrelcina, 25 maggio 1887 – San Giovanni Rotondo, 23 settembre 1968), è stato un presbitero italiano dell’Ordine dei frati minori cappuccini; la Chiesa cattolica lo venera come santo e ne celebra la memoria liturgica il 23 settembre, anniversario della morte.

È stato destinatario, ancora in vita, di una venerazione popolare di imponenti proporzioni, anche in seguito alla fama di taumaturgo attribuitagli dai devoti, così come è stato anche oggetto di aspre critiche in ambienti ecclesiastici e non.

Il miracolo per la canonizzazione

In generale, ai fini della canonizzazione, la Chiesa cattolica ritiene necessario un secondo miracolo, dopo quello richiesto per la beatificazione: nel caso di Padre Pio, ha ritenuto miracolosa la guarigione di Matteo Pio Colella, un bambino di sette anni nato a San Giovanni Rotondo. Il 20 gennaio 2000, mentre era a scuola, Matteo si sentì male: fu portato a casa, ma nella serata la situazione precipitò e il padre, urologo dell’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza”, lo accompagnò al pronto soccorso dello stesso ospedale, dove fu diagnosticata una meningite fulminante. Ricoverato in rianimazione, il 21 gennaio Matteo ebbe un edema polmonare acuto e non si riusciva più a rilevare la pressione arteriosa; successivamente collassarono nove organi; i medici emisero una prognosi infausta, non avendo mai registrato guarigioni in pazienti con più di cinque organi compromessi, secondo la casistica riportata nella letteratura medica internazionale.

In favore del bambino si sviluppò una catena di preghiere rivolte a Padre Pio, a cominciare dai genitori, devoti del frate. La madre riferì di aver avuto una visione di Padre Pio, e la stessa cosa riferì Matteo una volta uscito dal coma. Contrariamente a qualsiasi ragionevole previsione, il bambino cominciò a migliorare, e il 25 febbraio fu dimesso. Dopo un altro mese di terapie riabilitative poté riprendere la scuola, con un successivo completo recupero psicofisico. La Consulta medica della Congregazione delle cause dei santi, il 22 novembre 2001, dichiarò che “La guarigione, rapida, completa e duratura, senza postumi, era scientificamente inspiegabile“. Il decreto sul presunto miracolo fu promulgato il 20 dicembre 2001 alla presenza di Papa Giovanni Paolo II, che procedette alla canonizzazione il 16 giugno 2002.

FOTOGALLERY ANTONIO RIGNANESE

Veglia e Festa di San Pio, tanti fedeli a San Giovanni Rotondo ultima modifica: 2017-09-23T09:55:20+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This