Manfredonia

In vendita suoli e alloggi Area Stazione. Prezzo base: 2 milioni. Le relazioni col Porto Turistico


Di:

Interno Stazione di Manfredonia. Attivo soltanto il primo binario (Ph: lestradeferrante, R.Serafino)

Manfredonia – COL Porto Turistico in costruzione ( Porto Turistico, Rotice: “investimento da 60 milioni”), FERSERVIZI Spa, società con socio unico soggetta all’attività di direzione e coordinamento di Ferrovie dello Stato, mette in vendita la porzione di scalo ferroviario della Stazione di Manfredonia. Prezzo base: 2.050.000 di euro (duemilionicinquantamila/00), con vendita effettuata “a corpo e non a misura, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano attualmente gli immobili”.


Focus immobili.
Allo stato attuale il compendio è oggetto di parziale occupazione derivante da contratti di locazioni degli alloggi, delle aree e del fabbricato, con decorrenza dal primo gennaio 2009 (scadenza 31 dicembre 2012) e con decorrenza dal 23 gennaio 2004 (scadenza: 22 gennaio 2016). Il canone annuo è pari ad oltre 13mila euro. Si ricorda che tutti gli immobili sono compresi tra piazza della Libertà, Viale Di Vittorio, Viale Moro, Viale Kennedy, Strada Litoranea del Sole, Piazzale Marinai d’Italia, con zona collegata al restante tessuto viario urbano ed extraurbano.

Il compendio è costituito complessivamente da 2 porzioni separate dalla linea ferroviaria Foggia-Manfredonia, vale a dire l’unico binario in uso della stazione di Manfredonia, prossimo (casualmente) alla chiusura, causa i tagli statali ( verso chiusura tratto FS Foggia Manfredonia).

In particolare il compendio messo in vendita da FS fa riferimento ad una prima ampia area sulla quale insistono 11 fabbricati ad uso abitazione (4 alloggi), box e depositi, oltre ad aree destinate al parcheggio dallo stesso Comune, come da regolare contratto di locazione e dalla stessa A.C. così trasformate, il tutto per una superficie tra coperto e scoperto di 27.759 mq catastali di cui mq 1052 coperta.

La seconda porzione del compendio in vendita fa riferimento a 2 fabbricati ad uso abitazione (2 alloggi) uffici e depositi per una superficie, tra coperto e scoperto, di 3123 mq catastali e superficie coperta di 503 mq. Un lotto in uso, ad esclusione degli alloggi, con contratto di locazione a favore del Comune di Manfredonia che ha realizzato opere di riqualificaziuone della piazza, del fabbricato viaggiatori e del Fabbricatino servizi. Questi 6 alloggi sono locati attualmente ad ex personale delle Ferrovie dello Stato che possiede i requisti di cui alla legge 560/93. La superficie complessiva del’intero compendio è pari a 30.882 mq di cui mq.1555 coperta.


Le connessioni col nascente Porto Turistico. Gli sviluppi dell’edilizia nell’area
Si ricorda che l’attuale strumento urbanistico del Conune di Manfredonia è il Piano regolatore generale, approvato in via definitiva nel maggio 1999. Il compendio citato ricade prevalentemente nel comparto CB6, aree di espansione misto residenziale più atrrezzature di interesse generale. In particolare lo strumento urbanistico ha previsto la realizzazione di servizi attinenti il costruendo porto turistico in fase di realizzazione. Il resto ricade in zona Area ferroviaria e Viabilità Urbana.

Le offerte, per l’acquisto del compendio immobiliare in vendita, potranno pervenire entro le ore 12 del 21 novembre 2011. Con deposito come cauzione del 10% del prezzo base con assegno circolare non trasferibile intestato a Ferrovie dello Stato Spa, deposito cauzionale infruttifero o avvenuta stipula di apposita fidejussiuone bancaria. Notaio interessato alla ricezione delle offerte è il dott. Giovanni Tatarano di Bari

Il fascio binari dell'ex scalo merci e degli ex prolungamenti di linea per Manfredonia Città e Marittima (Ph: lestradeferrate, r.serafino)

Stazione di Manfredonia. L’apertura nel luglio 1885. La stazione di Manfredonia fu aperta il 12 luglio 1885. Dato che il fabbricato era stato costruito in una zona periferica della città, da più parti venne richiesto un prolungamento della linea ferroviaria fino a raggiungere il centro di Manfredonia: solo il 1 luglio 1934 l’inaugurazione della nuova tratta che terminava con un tronchino e un marciapiede, denominata “stazione di Manfredonia Città”, cambiando di conseguenza in “Manfredonia Campagna” il nome della stazione principale. Lo stesso giorno venne attivato anche il raccordo che conduceva al porto, e la fermata terminale prese il nome di Manfredonia Marittima (da: Bordonaro,Pizzolante,Binari in terra Dauna, in Tuttotreno & Storia-18).

In seguito alla forte urbanizzazione della zona e all’aumento del traffico automobilistico, nel 1989 la stazione di Manfredonia Città e la tratta ferroviaria urbana vennero chiuse e Manfredonia Campagna riprese il vecchio nome di Stazione di Manfredonia: questa, a causa dell’espansione edilizia, oggi si trova in pieno centro cittadino. Anche il raccordo per il porto è stato chiuso (circa 15 anni prima della stazione Citta) tanto da rendere Manfredonia una stazione terminale oggi, utilizzata esclusivamente per il trasporto passeggeri.

Il corpo della stazione, come detto, è costituito dal fabbricato viaggiatori (piano terra e primo piano) nel quale avevano sede tutti i servizi di stazione: attualmente l’impianto è impresenziato e nel fabbricato è ospitata un’associazione di promozione territoriale. Altri edifici sono il cabiotto dei servizi igienici e un piccolo edificio di servizio, mentre al di là del fascio binari sono presenti dei vecchi magazzini in disuso, un serbatoio con accanto la colonna idrica per il rifornimento delle locomotive a vapore. Sul lato orientale si trovano i ruderi del magazzino merci, accanto alla piattaforma di carico ed al binario tronco dello scalo merci. Lo scalo presenta un fascio di cinque binari, i primi per uso passeggeri come dimostrano le banchine (di ampiezza ridotta e prive di pensilina) e gli altri riservati al servizio. Attualmente, essendo la linea esercitata col sistema a spola viene utilizzato solo il primo binario e la restante parte versa in stato di totale abbandono, insieme allo scalo merci, come testimoniato dalla vegetazione presente tra i binari dalla quale spicca una vecchia sagoma di carico. Fino a pochi anni fa era ancora visibile l’impianto a triangolo per l’inversione delle locomotive a vapore che terminava con un’asta sul mare e rimosso in seguito al rifacimento del lungomare. Il piazzale antistante al fabbricato è stata oggetto di intervento di riqualificazione e i viaggiatori trovano interscambio con il servizio di trasporto urbano. Il Piano di Area vasta Capitanata 2020 prevede il ripristino della stazione Marittima all’interno dell’ area portuale in maniera da permettere coincidenze con gli aliscafi per Vieste e le Isole Tremiti, collegamento assai più veloce dell’attuale collegamento con bus. Manfredonia dovrebbe diventare il capolinea orientale per i collegamenti sull’asse ferroviario mediano Manfredonia – Foggia – Lucera.


g.defilippo@statoquotidiano.it

In vendita suoli e alloggi Area Stazione. Prezzo base: 2 milioni. Le relazioni col Porto Turistico ultima modifica: 2011-10-23T17:44:15+00:00 da Giuseppe de Filippo



Vota questo articolo:
8

Commenti


  • gino

    AMICI QST SIGNIFICA CHE LA TRATTA FOGGIA-MANFREDONIA NON ESISTERA’ PIU.
    UN ALTRO DURO COLPO PER LA NS COMUNITA’.
    E…. NESSUNO CI TUTELA…….


  • Arturo

    Oltre al punto specificato da Gino, questo significa che il porto turistico non avra’ la rotaie ferrate come collegamento. Sarebbe bello vedere il bussines-plain. Inoltre, il porto turistico cosi’ come inserito nel tessuto urbano e’ collegato solo con il lungomare del sole, come arrivano i grossi tir che trasportano stazze di grande portata? Insomma, speriamo che non si é pensato solo a come fare speculazione, ma anche a darlo funzionare…..oppure qualcuno ha pen pensato di ultimare una delle tante opere incompiute di Manfredonia , il ponte che collega il lungomare con Via Di Vittorio. Giusto per rimembrare alcune tra le altre opere sono il palazzetto dello sport (già obsoleto in fase di realizzo), il campo di calcio, la piscina comunale……..perché non si pensa a fotare i tre istituti riuniti con una palestra? Già i problemi sono altri, il CO2, l’agenzia del turismo, …..


  • gino

    A perche’ voi siete convinti che il porto turistico funzionera’?? i sogni son desideri……


  • Antonio La Trippa

    Alle prossime elezioni vota e fai votare ANTONIO LA TRIPPA!

    P.S. Per favore non scrivete: “si al sugo”.


  • Antonio La Trippa

    Amici carissimi, non ci vuole un mago per capire che la delocalizzazione della ferrovia permetterà di mettere sul mercato nuove costruzioni situati in posizione strategiche e quindi con guadagni elevati.
    Questa è speculazione!
    Normale speculazione in una società affaristica come la nostra.
    Le istituzioni dello STATO devono tener sotto la lente nella mani di chi finisce e come finisce in quelle mani.


  • Carmen

    …è una vita che si sa che lì edificheranno e i soliti ammanicati si prenderanno le case in una delle più belle zone di Manfredonia…
    vedi se c’è qualche “vip de voaltri” che ha preso casa nelle varie zone CA dislocate in culo ai lupi…


  • farlo

    RAGAZZI AVETE CENTRATO LA SITUAZIONE ……ALLA GRANDE!
    SPERO CHE LA GENTE SI RICORDERA’ DI TUTTO QUESTO ALLE PROSSIME ELEZIONI, LA GENTE NON DOVREBBE PIù VOTARE,FACCIAMO UNA AMMINISTRAZIOBNE TECNICA FATTA DI GIOVANI LEALI E TRASPARENTI….IL PROBLEMA E’ CHE QUESTI LADRI HANNO GIA’ ARRAFFATO TUTTO ORAMAI…..E NOI GLI E LO ABBIAMO PERMESSO.LORO CONTINUERANNO A GIRARE CON LE PIU’ BELLE AUTO E VIVRANNO NEI PALAZZI PIU’ BELLI, MA NOI NON AVREMO BISOGNO DI NASCONDERCI E AVER NIENTE DI CUI VERGOGNARCI.


  • alafessdmamt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This