Manfredonia

Calcio a 5, Manfredonia – Futsal Ruvo 8-1

Di:

Manfredonia. Vince e convince il Manfredonia Calcio a 5, che travolge per 8-1 il Futsal Ruvo in una partita mai veramente in discussione. Grande prova sotto tutti gli aspetti di gioco, ottima difesa, finalizzazione e altruismo esemplari, tanta voglia di sacrificio e di correre per mettere in difficoltà l’avversario. Passi avanti importanti alla vigilia di una serie di partite molto difficili: trasferte a Barletta e Isernia, in casa contro Atletico Cassano e CMB Grassano. In pratica quattro squadre in corsa per i playoff.

LA CRONACA. Grassi recupera Fortuna dopo la squalifica e parte con Tatulli tra i pali, Bruno, Carro, Fortuna e Puertas nel quintetto. Tedone deve rinunciare a Mazzone squalificato e parte con Cantatore tra i pali, De Cillis, Ciliberti, Toma e Rubini. Il Manfredonia impiega pochissimo a prendere in mano l’incontro e dal primo pallone si fionda nella metà campo avversaria. Il giro palla è di qualità, la pressione portata con i tempi giusti non dà modo agli ospiti di uscire dai propri quindici metri per tutto il primo tempo, la fase difensiva attenta a raddoppiare costantemente sulle poche folate offensive dei Ruvesi.

Dopo un paio di squilli a vuoto, le marcature le apre Fortuna a porta vuota su assist di Manzali, ma è un gol di squadra perché era stato Bruno a recuperare palla in zona pericolosa e a tirare la ripartenza. Il Futsal Ruvo non ha modo di reagire e subisce in rapida successione la seconda e la terza rete. Bruno trova un angolo impossibile calciando di destro dalla linea laterale su una rimessa in gioco, la palla passa in mezzo alle mani di Cantatore che non riesce a intervenire. Poi Fortuna restituisce il favore a Manzali servendo il pivot in posizione più favorevole per un tocco facile sotto misura che da al Manfredonia il 3-0.

Nonostante il risultato indirizzato favorevolmente il Manfredonia non molla e continua a tenere i ritmi alti pressando nella metà campo avversaria, forzando una marea di palle perse agli ospiti.
Il numero di occasioni create è impressionante, ma è soprattutto la padronanza del campo a far capire che il Manfredonia non sarà soggetto a cali di intensità per tutta la durata dell’incontro.
Il 4-0 del Manfredonia chiude virtualmente la pratica dopo soli 13 minuti. Carro batte una punizione di seconda dal limite e trova La Torre solo sul secondo palo che da pochi centimetri deve solo girare in porta il più facile dei gol. I padroni di casa abbassano leggermente i ritmi infernali tenuti nei primi quindici minuti ma la fase difensiva tiene con tranquillità le poche proiezioni degli ospiti, attivi con Sette e con qualche conclusione da fuori dei vari Falco e Ciliberti. Si va al riposo sul 4-0 ed è un risultato giusto per quanto fatto vedere in campo.

LA RIPRESA
I Ruvesi provano subito a riaprirla con un missile di Ciliberti che su punizione trova l’angolo alla destra di Tatulli per il 4-1 ma è un fuoco di paglia. Il Manfredonia non si scompone e subito mette in chiaro la situazione con due reti in pochi secondi. Il 5-1 è opera di Carro che isolato in uno contro uno lascia partire un piatto destro che si infila tra le gambe dell’avversario in marcatura prima di spegnersi sul secondo palo, poi Fortuna salta due avversari con finte di suola e mette a sedere pure Cantatore prima di appoggiare a Manzali per un altro gol a porta vuota.

Il 6-1 chiude definitivamente i discorsi, i ritmi si abbassano e il Futsal Ruvo prova solo a rendere meno pesante il passivo con l’uso costante del portiere di movimento. I Ruvesi inseriscono Toma con la maglia buco ma Specchio è lesto a rubare palla in trasmissione e ad involarsi a porta vuota per il 7-1. Un grande esordio in campionato per il giovane Sipontino, uno dei tanti Under a disposizione di mister Grassi che stanno iniziando a vedere il campo con una certa continuità: oltre a Specchio (1994), oggi nel tabellino dei marcatori è finito un altro classe 1994, La Torre (a segno in ognuna delle 4 partite disputate) mentre Spano (1995) e Tatulli (1998) sono ormai due giocatori con un minutaggio importante, a dimostrazione della fiducia riposta in loro da mister Grassi.

Poi Manzali, servito direttamente da un lancio di Tatulli, gira di destro al volo il lancio del portiere biancoceleste dai cinque metri per la rete che chiude definitivamente i giochi sul risultato di 8-1.

Tanti passi avanti mostrati dagli uomini di mister Grassi soprattutto a livello di concentrazione mentale e a livello di tenuta atletica. Da segnalare solo l’infortunio di Puertas ad un dito del piede che sarà valutato nelle prossime giornate.

Sabato prossimo a Barletta bisognerà dare continuità al risultato odierno contro una delle formazioni maggiormente accreditate alla corsa playoff.

Manfredonia – Futsal Ruvo 8-1 (P.T. 4-0)
MANFREDONIA: De Lorenzo, Falcone, Bruno, Specchio, Rizzo Lestingi, Carro, Spano (K), Fortuna, La Torre, Manzali, Puertas, Tatulli. All. Grassi.
FUTSAL RUVO: Cantatore, Bucci (K), Campanale, Forini, Ciliberti, Lamarca, De Cillis, Falco, Rubini, Sette, Toma, Stasi. All. Tedone.
SEQUENZA RETI: 4’57” Fortuna (M), 6’12” Bruno (M), 8’35” Manzali (M), 13’39” La Torre (M), 20’31” Ciliberti (R), 22’03” Carro (M), 22’25” Manzali (M), 29’06” Specchio (M), 33’20” Manzali (M).
AMMONITI: Manzali (M), Puertas (M), Toma (R), De Cillis (R), Ciliberti (R), Cantatore (R).

UFFICIO STAMPA A.S.D. MANFREDONIA C5



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati