FoggiaManfredonia

Il numero di posti di tirocinio supera la domanda

Di:

Berna, 20.10.2016 – Come avvenuto negli anni scorsi, da metà aprile a fine agosto 2016 l’offerta di posti di tirocinio ha continuato a crescere (+ 15 500). Nel giorno di riferimento (31 agosto 2016), le aziende offrivano circa 94 500 posti di tirocinio. Di questi, 84 500 sono stati assegnati, mentre 10 000 sono rimasti vacanti. È quanto emerge dalle stime del barometro dei posti di tirocinio, elaborate dall’Istituto LINK su incarico della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI).

Secondo i primi risultati, il 31 agosto 2016 (giorno di riferimento) l’offerta complessiva di posti di tirocinio corrispondeva all’incirca a quella dell’anno precedente (2016: 94 500; 2015: 94 000). Le aziende hanno potuto assegnarne 84 500 (2015: 85 500), mentre altri 10 000 (2015: 8500) al 31 agosto 2016 risultavano ancora vacanti. Basandosi sull’esperienza degli anni precedenti, le aziende ritengono di poter occupare ancora 3000 posti di tirocinio. In proporzione, il maggior numero di posti vacanti si è registrato nel settore manifatturiero.

Nel 2016 i giovani che dovevano scegliere il proprio percorso formativo erano 144 500 (2015: 150 500); all’incirca 73 000 – 5500 in meno rispetto all’anno precedente – hanno iniziato una formazione professionale base. La restante parte si compone di giovani che hanno intrapreso una preparazione alla formazione professionale di base, che frequentano una scuola di cultura generale o che hanno optato per una soluzione transitoria o per un’altra soluzione. Al 31 agosto, 9000 giovani (2015: 7500) non avevano ancora fatto alcuna scelta.

Il numero di giovani che, dovendo fare una scelta professionale nell’anno in corso, ha deciso di svolgere un tirocinio dall’anno successivo o ha già una garanzia di contratto di tirocinio è in costante diminuzione e nel 2016 ammonta a circa 13 000 unità (2015: 13 500). Nella fase di carenza di posti di tirocinio (2007) la lista d’attesa contava circa 24 500 giovani.

Le rilevazioni del barometro dei posti di tirocinio si svolgono ogni anno ad aprile e ad agosto. Per le statistiche di quest’estate, tra il 16 agosto e il 13 settembre sono stati interpellati telefonicamente 2518 giovani di età compresa fra i 14 e i 20 anni. L’intervallo di confidenza statistico del campione equivale a +/- 2 per cento. Per quanto riguarda le aziende, sono state interpellate per iscritto 5823 aziende con almeno due collaboratori (in equivalenti a tempo pieno); 4969 aziende, 1347 delle quali offrono posti di tirocinio nel 2016, hanno partecipato al sondaggio tra l’11 agosto e il 19 settembre. L’intervallo di confidenza statistico di questo campione è +/- 2,5 per cento.
Il rapporto dettagliato con i risultati a livello di regioni, genere, nazionalità e settori nonché la descrizione tecnica dello studio saranno pubblicati a metà novembre 2016 sul sito www.sbfi.admin.ch/barometro

Indirizzo cui rivolgere domande

Katrin Frei, responsabile Politica della formazione professionale, Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) katrin.frei@sbfi.admin.ch, tel. +41 58 462 82 47

Tiziana Fantini, responsabile di progetto Comunicazione, Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI), tiziana.fantini@sbfi.admin.ch, tel. +41 58 463 04 59

Pubblicato da

Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione
http://www.sbfi.admin.ch



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    La dice lunga quest’ articolo….il resto scrivetelo voi….


  • Antonino

    Con la scusa del tirocinio, si è voluto offrire manodopera gratis.
    Ecco perché l’offerta era di un numero superiore alle varie prestazioni.


  • Antonello Scarlatella

    Vero Antonino ad andare a passeggio ai bet, al mare ed a cazzeggiare rende di più tanto poi a casa c’è mamma e papà che provvedono a tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati