Manfredonia
Nota stampa Area comunicazione

Manfredonia. C Silver: spia accesa sul cruscotto


Di:

Manfredonia. L’Angel basket resta in panne e incassa un’altra sconfitta casalinga in campionato al termine di una partita dalle percentuali basse.

La Silac è molle in attacco, perde palloni in maniera gratuita e finisce con la spia accesa sul cruscotto.Eppure parte bene, con la tripla del ritrovato Bialkowski (5) ma fatica ad esprimersi, mentre il Ceglie gioca con maggiore sicurezza ed aggressività al limite del fallo, producendo il primo strappo. 11-15 il punteggio del primo periodo.I padroni di casa restano attaccati, ma gli ospiti salgono ancora con l’intensità difensiva prendendo 10 lunghezze (31-41) di vantaggio al termine del secondo periodo.Dopo l’intervallo, tutti si aspettano un inizio forte da parte del Manfredonia, ma dallo spogliatoio sembra uscire solo il Ceglie che spinge il piede sull’acceleratore, piazza un terrificante parziale (16-32) e scappa sul 47-73.

Nemmeno le scosse di coach Ciociola durante i time-out sortiscono gli effetti desiderati.

La sua squadra è in difficoltà, poco ispirata e con le ginocchia piegate. Il quarto si chiude con la schiacciata di Pandolfi.Nell’ultimo periodo i biancoazzurri si lanciano a caccia di una disperata rimonta mossi da una reazione d’orgoglio, ma sono poco lucidi, e ogni tentativo di ricucire lo strappo produce solo il vuoto pneumatico (13-24).

I bianco-azzurri crollano definitivamente lasciando semaforo verde agli avversari (60-97) buttando all’aria la possibilità di conquistare la prima vittoria casalinga in stagione.“Abbiamo disputato la peggiore prestazione stagionale – afferma a fine gara il tecnico Ciociola – anche grazie alla bravura degli avversari. Sapevamo in partenza che il Ceglie è una squadra molto aggressiva in difesa e che distribuisce in maniera equilibrata i tiri diventando pericolosissima con più di un giocatore.
Hanno dimostrato di avere un’intensità di gioco al di sopra di ogni altra squadra incontrata sino ad oggi.
Non siamo riusciti a battere la loro veemenza, ed in più siamo stati distratti e molli commettendo futili errori sin dall’ inizio della partita, che hanno scaturito facili punti in contropiede per la squadra avversaria.

Evidentemente ci manca anche un po’ di anima.

La verità è che siamo in un momento negativo, dobbiamo essere bravi a reagire ed uscirne al più presto. La ricetta che conosco io per venir fuori da questo periodo negativo è semplice: allenarci come si deve e lavorare per correggere i nostri errori, facendo venir fuori lo spirito di squadra a discapito delle individualità.
Leccarsi solo le ferite non serve a nulla, occorre reagire ed invertire la rotta anche per rispetto della società che continua a profondere tanti sforzi e soprattutto per rispetto ai nostri appassionati tifosi accorsi a sostenerci numerosissimi anche stasera.“Insomma, si è accesa la spia dell’allarme in casa Silac Angel, ma occorre dare subito una risposta positiva, ritrovare gli equilibri lavorando sodo in palestra, senza mai perdere di vista un sano realismo.

Si torna in campo domenica prossima, 29 Ottobre, contro il Martina Franca.

Tabellini: SILAC ANGEL MANFREDONIA 60
N.P. CEGLIE 97
Parziali: 11-15; 31-41; 47-73; 60-97
SILAC MANFREDONIA: Sansone 3, B. Rubbera 1, Prencipe M. (ne), Jonikas 17, Bialkowski 5, Vuovolo, Gramazio 8, A. Padalino 14, N. Padalino 2, Prencipe (ne), P. Rubbera 10, Miscio (ne). Coach: G. Ciociola; Ass. Coach: F. Carbone
TL: 14/26, T2P: 17/33, T3P: 4/19 N.P. CEGLIE: Bosnjak 12, Ciracì 2, Verardi, Rotundo 9, Pacifico 12, Martignago 11, Dusels 20, Pandolfi 13, Argentiero 6, Greco 12, Curri (ne). Coach: Djukic
TL: 9/15, T2P: 38/49, T3P: 4/12 Arbitri: Menelao F. – Ranieri D.

area comunicazione SSD basket Angel Manfredonia

Manfredonia. C Silver: spia accesa sul cruscotto ultima modifica: 2017-10-23T11:22:32+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi