Cronaca

Ascoli Piceno, operazione Shqiptar: 20 arresti, sequestrati 4 kg di eroina


Di:

Guardia di Finanza auto (image: video-com.it)

Guardia di Finanza auto (image: video-com.it)

Ascoli Piceno – IL blitz del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno che ha consentito di sgominare un’organizzazione criminale a carattere transnazionale dedita allo spaccio delle sostanze stupefacenti è scattato all’alba di stamane in diverse regioni del territorio nazionale, attraverso un dispositivo che vede impegnati oltre 100 militari, supportati da 8 unità cinofile e dai mezzi aereonavali del Corpo, nei comprensori territoriali di Ascoli Piceno, Fermo, Pedaso (FM), Porto San Giorgio (FM), Porto Sant’Elpidio (FM), Monte Urano (FM), Mentana (RM), Sulmona (AQ), Castiglione Messer Raimondo (TE), Giulianova (TE), Castelfiorentino (FI), Camerino (MC) e Roseto degli Abruzzi (TE).

L’impulso iniziale che ha determinato l’avvio delle indagini, delegate dalla Procura della Repubblica di Fermo – Procuratore dr. Andrea Vardaro e Sostituto Procuratore dr.ssa Daniela Iolanda Chimenti – è stata l’attenzione investigativa rivolta all’inizio del 2010 verso un soggetto italiano che, per conto di cittadini albanesi residenti lungo il litorale del fermano, effettuava periodici trasferimenti verso località del nord Italia, per rifornirsi di ingenti quantitativi di cocaina, nell’ordine di diversi chilogrammi, da destinarsi ai mercati locali di Ascoli Piceno e di Fermo.

Da qui è iniziata un’intensa e capillare attività investigativa – supportata anche da indagini tecniche, audiovisive e informatiche – che, dopo la compiuta identificazione di 500 consumatori abituali, ha permesso di ricostruire nel dettaglio la struttura e i ruoli di un sodalizio criminale composto da cittadini albanesi e italiani, tra cui anche tre donne, che movimentava settimanalmente 25 kg di eroina e 5 kg di cocaina, provenienti, rispettivamente, dall’Albania e dall’Olanda. Tali sostanze venivano quindi affidate a una fitta rete di spacciatori (definita, in gergo, “i galoppini”), che assicurava allo stesso sodalizio introiti per circa 4 milioni di euro al mese.

Il primo risultato operativo è stato raggiunto nel mese di novembre 2010 con l’arresto, all’interno di un’area di servizio del tratto autostradale elpidiense, di due trentacinquenni di Porto Sant’Elpidio (FM) – l’italiano D.R.S. e l’albanese G.D. – trovati in possesso di oltre 3 kg di eroina, abilmente occultata all’interno di un’intercapedine ricavata sotto il sedile posteriore di un’utilitaria, la cui purezza, una volta tagliata, avrebbe consentito il confezionamento di circa 40.000 dosi.

Gli sviluppi operati nell’immediatezza del sequestro dell’ingente quantitativo di eroina hanno consentito nel giro di un mese alle stesse Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Ascoli Piceno di sequestrare, sempre nel comprensorio elpidiense, un altro ingente quantitativo della stessa sostanza stupefacente, circa 520 grammi, che l’albanese G.D., prima dell’arresto, deteneva nascosta in un altro luogo ritenuto sicuro. Le 20 ordinanze di custodia cautelare emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Fermo, dr. Sebastiano Lelio AMATO e le 25 perquisizioni effettuate nel contesto dell’odierno blitz, coordinato dalla Direzione Centrale per i Servizi Antidroga del Ministero dell’Interno, costituiscono l’attuale epilogo dell’operazione convenzionalmente denominata “SHQIPTAR” e hanno colpito i seguenti soggetti:

Custodia cautelare in carcere:
1. H.L. – 30 anni, albanese domiciliato a Porto Sant’Elpidio (FM);
2. H.E. – 32 anni, albanese domiciliato a Porto Sant’Elpidio (FM);
3. X.E. – 32 anni, albanese domiciliato a Porto Sant’Elpidio (FM);
4. M.J. – 26 anni, albanese domiciliato a Porto Sant’Elpidio (FM);
5. G.G. – 57 anni, italiana residente a Porto Sant’Elpidio (FM);
6. S.R. – 26 anni, albanese domiciliato a Fermo;
7. C.T. – 54 anni, albanese domiciliato a Fermo;
8. Y.A. – 29 anni, albanese domiciliato a Fermo;
9. T.A. – 28 anni, albanese domiciliato a Monte Urano (FM);
10. H.E. – 30 anni, albanese domiciliato a Mentana (RM);
11. M.V. – 53 anni, italiano residente a Pedaso (FM);
12. Z.L. – 38 anni, italiano domiciliato a Roseto degli Abruzzi (TE);
13. B.M. – 49 anni, italiano domiciliato a Porto San Giorgio (FM);
14. D.R.D. – 47 anni domiciliato a Giulianova (TE).

Arresti domiciliari:
1. G.D. – 36 anni, albanese domiciliato a Porto Sant’Elpidio (FM);
2. R.A. – 26 anni, albanese domiciliato a Fermo;
3. T.S. – 28 anni, italiana domiciliata a Castiglione Messer Raimondo (TE);
4. G.A. – 26 anni, italiano domiciliato a Castiglione Messer Raimondo (TE);
5. N.K. – 29 anni, italiana domiciliata a Giulianova (TE);
6. V.V. – 31 anni, italiano domiciliato a Castelfiorentino (FI).

Con l’odierna operazione è stato smantellato uno dei più consistenti sodalizi, particolarmente attivo nella gestione dei traffici internazionali delle sostanze stupefacenti destinate ai mercati locali di Ascoli Piceno e di Fermo, un’attività che va a consolidare i risultati conseguiti dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno, caratterizzati, negli ultimi due anni, dall’esecuzione di 193 interventi repressivi, che hanno determinato il sequestro di 45 Kg di sostanze di diverso genere, l’arresto di 71 persone, la denuncia a piede libero di altre 89 e la segnalazione alle Autorità Prefettizie di 221 soggetti dediti all’uso personale di droghe. Le indagini dell’operazione “SHQIPTAR” continuano attraverso l’analisi e l’elaborazione dei nuovi elementi acquisiti nel corso delle odierne attività di perquisizione.


Redazione Stato

Ascoli Piceno, operazione Shqiptar: 20 arresti, sequestrati 4 kg di eroina ultima modifica: 2011-11-23T16:29:54+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Anonimo

    finalmente sono stati presi ma spero che marciscano in galera per gli albanesi ci vuole la …………


  • Redazione

    START, TAGLI PESANTI DALLA REGIONE PER IL 2012 MA PER SENSIBILIZZARE GLI UTENTI ?ARRIVA BABBUS NATALE? CON LA CAMPAGNA ?NO BIGLIETTO NO PARTI?

    Un Natale amaro per la Start, con tagli in arrivo per 250 mila chilometri annui e 400 mila euro di contributi regionali in meno, con effetti negativi sulle corse bus e sui livelli occupazionali.

    Il presidente Alessandro Antonini, però, rilancia e vara una campagna di sensibilizzazione degli utenti denominata ?Arriva BabBus Natale ? No biglietto no parti?.

    Dalla Regione Marche si preannunciano tagli ? spiega Antonini ? che oscillano tra il 5 ed il 10 per cento, anche se nelle prossime ore si arriverà alla decisione definitiva. Per ora, stando al 5 per cento di decurtazioni dei contributi, per la Start si prefigura uno scenario che vede una riduzione di corse per 250 mila chilometri annui e di una diminuzione dei contributi regionali di 400 mila euro annui?.
    ?Questa manovra, – prosegue il presidente insieme al direttore Ado Paolini ? avrà un duplice effetto. Il primo sarà nei confronti degli utenti che vedranno tagliarsi un numero proporzionale di corse. Un secondo effetto sarà quello a livello occupazionale, con una probabile riduzione di personale. Noi ci auguriamo che ciò possa avvenire in misura contenuta, ma sicuramente i primi ad essere colpiti, inevitabilmente, saranno i lavoratori a termine?.

    La Start, comunque, cogliendo l?occasione degli auguri natalizi ai cittadini ed utenti piceni, avvierà una campagna per sensibilizzare e informare sull?importanza del trasporto pubblico locale e del rispetto delle regole, pagamento del biglietto innanzitutto.

    Nelle giornate del 21 e 22 dicembre prossimi, infatti, l?azienda di trasporto pubblico locale ha deciso di far salire a bordo? Babbo Natale, su una corsa urbana ad Ascoli e una a San Benedetto. ?Start, arriva BabBus Natale? è infatti il ?claim? della campagna che la Start avvierà nelle due giornate prenatalizie con la presenza di hostess a bordo vestite proprio da Babbo Natale ed impegnate nel consegnare dei panettoni a tutti gli utenti saliti a bordo con regolare biglietto o abbonamento. Un modo per premiare tutti coloro che rispettano le regole e anche un modo originale per lanciare un segnale agli ?evasori?, ovvero coloro che viaggiano senza munirsi di biglietto.
    Nella giornata del 21, le hostess consegneranno i panettoni agli utenti durante il regolare svolgimento delle corse prescelte nelle fasce orarie tra le ore 10 e le 12 ad Ascoli e tra le 16 e le 18 a San Benedetto. Il giorno 22, invece, un autobus sarà fermo in piazza Simonetti, ad Ascoli, sempre dalle 10 alle 12, ed uno sosterà, dalle
    16 alle 18, in piazza Giorgini a San Benedetto, entrambi con hostess-Babbo Natale che consegneranno doni e bigliettini di auguri Infine, dal primo gennaio 2012, tutti gli utenti che vorranno ricevere informazioni dettagliate e in tempo reale sull?attività della Start potranno farne richiesta inoltrando una e-mail all?indirizzo ufficio stampa@startspa.it

    Ascoli Piceno, li 19 dicembre 2011
    L?Ufficio Stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi