Capitanata

Emersione lavoro nero, Pasqua: “più premi per le imprese regolari”


Di:

Caporalato, T. Pasqua su normativa Regione (ST - laterratrema.org)

Foggia – “CAPORALATO e lavoro nero potranno essere più efficacemente contrastati e l’innovativa legislazione regionale ( Focus) trovare finalmente piena applicazione a tutela della dignità, della sicurezza e della salute delle migliaia di donne e uomini che lavorano nei campi”. E’ il commento di Tommaso Pasqua, responsabile del dipartimento Lavoro e Welfare, alla notizia dell’approvazione, da parte della Regione Puglia, degli indici di congruità per la valutazione della proporzione tra numero di dipendenti, estensione dell’area coltivata e tipo di produzione o bestiame allevato.

“Questa misura rafforza l’impianto premiale della normativa regionale – continua Pasqua – i cui vantaggi andranno a beneficio delle aziende che operano legalmente e che, per questo motivo, avranno più facile accesso alle risorse pubbliche. A partire dai contributi per le assunzioni effettuate avvalendosi delle liste di prenotazione istituite presso i Centri territoriali per l’impiego, previsti dal Piano del Lavoro strutturato dall’assessore Elena Gentile. Ora c’è da augurarsi che le articolazioni istituzionali e funzionali della Provincia recepiscano rapidamente queste novità normative – conclude il responsabile del dipartimento Lavoro e Welfare – per contribuire ad assicurare, anche nel nostro territorio, ai braccianti il rispetto delle norme contrattuali e alle imprese un sistema concorrenziale fondato sulla qualità produttiva e non sul taglio del costo del lavoro”.


Redazione Stato

Emersione lavoro nero, Pasqua: “più premi per le imprese regolari” ultima modifica: 2011-11-23T14:19:24+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi