Cronaca

San Raffaele, Decaro: ”Il Pd poteva essere ascoltato prima”


Di:

Il consigliere regionale Pd Antonio DeCaro (cassanolive)

Il consigliere regionale Pd Antonio DeCaro (fonte image: cassanolive)

Bari – “APPREZZIAMO la decisione del presidente Vendola di proseguire col progetto della costruzione di un moderno ospedale a Taranto ma senza la Fondazione San Raffaele di Milano. Una scelta che ricalca esattamente la proposta fatta lo scorso luglio dal Partito democratico e che, se fosse stata ascoltata prima, avrebbe permesso di non perdere cinque mesi di tempo prezioso”. Lo dichiara il capogruppo del Partito democratico, Antonio Decaro.

“Allo stesso modo – aggiunge il consigliere – ci fa piacere che oggi anche il capoguppo del Pdl sposi apertamente la posizione espressa mesi fa, in maniera solitaria, dal Pd. Peccato – rileva Decaro – che il Pdl parli soltanto oggi che sono cambiate molte cose, ovvero quando Berlusconi non è più presidente del Consiglio e Don Verzè non è più presidente della Fondazione San Raffale”. “Adesso – prosegue Decaro – procediamo velocemente con la realizzazione dell’ospedale di Taranto, verificando con immediatezza la possibilità di utilizzare l’area già individuata, o di utilizzare un’altra area pubblica così come suggerisce la Provincia”. “Allo stesso tempo – conclude – il gruppo del Pd chiede di incontrare al più presto gli assessori alle Opere Pubbliche e alla Sanità, unitamente alla task force istituita per la realizzazione dei nuovi ospedali, allo scopo di conoscere lo stato di attuazione delle procedure per la costruzione dei nuovi ospedali, già individuati dal Consiglio regionale nella scorsa legislatura”. “Accogliamo la richiesta del Pdl – aggiunge il consigliere Pd, Giuseppe Romano – di discutere in Aula dell’ospedale di Taranto. Ma chiediamo di estendere la stessa discussione anche alla costruzione degli altri nuovi ospedali pugliesi verificando concretamente, per ogni singolo edificio ospedaliero, la disponibilità delle risorse finanziarie”.

San Raffaele Taranto, Palese (PdL): “Noi da sempre per costruzione di nuovi ospedali con gestione diretta da parte della Regione”. “Premesso che il nostro interesse preminente oggi non è quello di dimostrare chi è stato il primo a dirsi contrario alla realizzazione del nuovo ospedale di Taranto con la Fondazione San Raffaele, ma, piuttosto, individuare la via più breve per garantire ai cittadini di Taranto la costruzione di un nuovo ospedale, non si può evitare di ‘integrare’ la nota del collega De Caro con un paio di particolari che egli ha omesso, forse perché rivenienti da un passato amministrativo che non può conoscere essendo politicamente tanto giovane”. Il capogruppo del Pdl alla Regione Puglia, Rocco Palese, risponde con ironia alle velate provocazioni del capogruppo del Pd De Caro che rivendica la primogenitura sulla bocciatura del percorso di realizzazione del nuovo ospedale di Taranto tramite la Fondazione San Raffaele. “La nostra posizione su questa operazione – ricorda Palese – è sempre stata titubante, al netto di chi era al Governo dell’Italia. Come tutti sanno, infatti, anche con il precedente Governo regionale ci sarebbe stata la possibilità di seguire la strada intrapresa dal Governo Vendola con la Fondazione San Raffaele, ma non fu fatto. Peraltro sin dal 2005, quando discutemmo in Aula i primi provvedimenti di Bilancio di questo Governo, abbiamo sempre coerentemente sostenuto che gli interventi di edilizia sanitaria e la realizzazione dei nuovi ospedali andavano gestiti in forma diretta dalla Regione. In tutti questi mesi, alla luce di quel che riportavano le cronache, abbiamo sempre chiesto approfondimenti e riflessioni su questa operazione e oggi, sempre in coerenza con quel che sosteniamo da ormai quasi 12 anni, riteniamo che la strada più breve e trasparente per procedere alla costruzione di nuovi ospedali, a Taranto come altrove, è quella di avvalersi di tre organismi regionali che fin qui hanno ben operato (prova ne è la nuova sede della Regione): il nucleo interno alla Regione, presieduto dall’Ing. Bitetto; il comitato di valutazione sugli investimenti superiori a 10 milioni di euro; la cabina di regia per la realizzazione dei nuovi ospedali. Chi ha cambiato idea (per fortuna) sono il Presidente Vendola e, a ruota, il Pd. De Caro, infatti, non può ignorare che principali sponsor dell’operazione San Raffaele a Taranto sono stati fin dal principio eminenti esponenti del partito di De Caro, che neanche dopo quest’ultima e fortunata campagna di tesseramento, risultano essersi iscritti al Pdl”.
“Ora però – conclude Palese – bando alle rivendicazioni e alle primogeniture. Quel che conta è che il Governo Vendola sembra essersi reso conto che la strada intrapresa qualche anno fa è piena di ostacoli mentre quella che noi oggi indichiamo sembra essere la migliore per garantire che quanto prima venga costruito il nuovo ospedale di Taranto”.

Redazione Stato

San Raffaele, Decaro: ”Il Pd poteva essere ascoltato prima” ultima modifica: 2011-11-23T21:51:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi