ManfredoniaZapponeta

Avvisi accertamento ICI, Sel Zapponeta: ‘ la colpa è sempre degli altri’

Di:

Zapponeta – NON siamo affatto meravigliati delle accuse rivolte a SEL-PD sugli (in)tempestivi avvisi di accertamento ICI ‘sparati’ nel mucchio e non dovuti, arrivati anche a chi le tasse le ha SEMPRE pagate. Come è noto, infatti, la colpa è sempre degli altri. Ad ogni modo abbiamo già in passato sollecitato tutt@ a controllare e verificare con cura la propria posizione di contribuenti per evitare di saldare due volte gli stessi tributi. Perché sappiamo benissimo che l’incapacità di certa gente non ha limiti.

Come se non bastasse, poi, la concessionaria di riscossione operativa a Zapponeta si è ‘dimenticata’ che per legge (L. 126 del 24/07/2008), relativamente alle cartelle esattoriali ICI 2009, 2010, 2011 sulla “prima casa”, la tassazione è stata abolita. E’ facile, quindi, prevedere a breve una pioggia di ricorsi in autotela. Infine, sempre nel segno della continuità (mal)amministrativa, la giunta ha deciso di inaugurare il 2015 con un P.U.G. (piano urbanistico generale) da 70.000 euro di consulenza (soldi nostri..) quando – se per incapacità o per interesse non sappiamo – non riesce a sfruttare in pieno il piano regolatore generale (P.R.G.) che rimane incompiuto in alcuni comparti essenziali (residenziale, produttivo, insediamenti balneari e servizi al turismo, insediamenti agricoli), sacrificando lo sviluppo futuro di Zapponeta sull’altare della superficialità, dell’ignavia e dell’incompetenza.
Hanno messo, insomma, le mani sulla città – per citare il celebre film di denuncia di Francesco Rosi.

E non intendono mollare la presa nonostante Zapponeta si sia sempre più impoverita (in questi anni di crisi economica, di mala gestione amministrativa, di servizi essenziali negati), nonostante i suoi abitanti vedano sempre più fosco il proprio futuro e quello dei propri figli, nonostante il dissesto gravante come un macigno sulle attuali e future generazioni di Zapponetani. E la massa passiva continua a non essere pagata: si preoccupano di saldare solo i crediti degli amici degli amici per lavori svolti anni fa.

Noi continueremo, come abbiamo sempre fatto, a denunciare, segnalare, stigmatizzare i comportamenti indecorosi, le colpevoli omissioni, le consulenze a peso d’oro, le condotte al limite della legalità (…). Lo facciamo perché pensiamo che solo sotto l’egida della Legge sia possibile uno sviluppo che non escluda nessuno, una rinascita della nostra terra che crediamo ancora possibile a dispetto dei danni provocati dal (mal)governo che oggi imperversa.

Per questo invitiamo i nostri concittadini a non demordere, a non lasciarsi corrompere e demoralizzare dallo ‘spirito dei tempi’, a continuare a sperare in un futuro di benessere e di giustizia, nonostante ‘loro’. Perché, come diceva il grande Edoardo, “Adda passà a nuttata.“.

(comunicato stampa 22 dicembre 2014, Zapponeta)

Redazione Stato

Avvisi accertamento ICI, Sel Zapponeta: ‘ la colpa è sempre degli altri’ ultima modifica: 2014-12-23T17:49:59+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Poveri noi

    Bravi tutti. E’ bello assistere alle accuse reciproche………è colpa tua …..no è dell’altro…..e così via. Sono un elettore della lista civica e sinceramente mi sarei aspettato un comportamento diverso dalla giunta Riontino. Evidentemente è vero il detto zapponetano che chi va con lo zoppo impara a zoppicare. Perdete tantissimo del vostro tempo a litigare dimenticandovi degli interessi della popolazione che, più che mai, è allo stremo. Ovviamente mi rivolgo all’amministrazione che ha la responsabilità maggiore, ma anche l’opposizione non è da meno…..incapace e contrario all’interesse di Zapponeta. Mi spiace costatare che mentre il paese muore letteralmente di fame non si fa nulla per cercare di cambiare rotta se non appoggiarsi a qualche lavoro pubblico, chissà perchè?????????????? Ho saputo qualche giorno fa che ora il comune mettere in vendita le proprietà pubbliche…….sicuramente sarà un altra catastrofe di clientelismo, mentre il paese sprofonda nella povertà più assoluta. Poveri noi! Mi spaice anche costatare come la nuova generazione è inerme e quasi assuefatta da questo sitema. I piccoli fuocherelli sono stati spenti con qualche incarico nelle associazioni locali………che poveretti. Ma tutto ciò è normale nel paese dei balocchi dove il motto è vola vola u’ciucc!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi