Filastroccando con Silvia

Il Re del cielo

Di:

Cari bambini state ad ascoltare, una storia magica vi voglio narrare ed è la storia di un bimbo piccino, il suo nome è Gesù Bambino!

Si narra che un giorno all’improvviso alla sua mamma fu fatto un avviso ma non un avviso normale; da lei andò un messaggero speciale! “Maria, o piena di grazia, sono l’arcangelo Gabriele, son giunto dal cielo mandato da Dio per portare un lieto annuncio a te serva fedele.” Maria fu presa da grande spavento, vedere un angelo per lei fu un evento! Proseguì Gabriele: “Darai alla luce un bimbo e lo chiamerai Gesù, di questo non temere, si compirà il volere del buon Dio che sta lassù!”.

Un bimbo? Ma come se non conosco uomo? E Giuseppe capirà di ciò che il buon Dio vuol darmi in dono?”. “Maria stai tranquilla, penso a tutto io, tu devi solo fare la volontà di Dio!”.

“Io son la serva del Signore, si compia in me dunque ogni sua parola, se Lui sarà con me io non avrò paura e mai sarò da sola !” L’angelo andò
via, Maria parlò a Giuseppe che arrabbiato ed incredulo non subito credette. “Fidati di me sposo mio promesso, non è stata colpa mia di quello che è successo. È vero aspetto un bimbo, noi non ci conosciamo ma non dubitar del fatto che ti amo”.

“ Maria ti amo anch’io, ma come puoi pretendere che io possa credere che il figlio che ora porti in grembo sia il Figlio del Buon Dio?”. “Giuseppe tu hai ragione, convengo che sia strano, ma l’angelo è venuto e tendendomi la mano ha detto: “Maria, o piena di grazia, sono l’arcangelo Gabriele, son giunto dal cielo mandato da Dio per portare un lieto annuncio a te serva fedele! Darai alla luce un bimbo, lo chiamerai Gesù, di questo non temere, si compierà il volere del buon Dio che sta lassù!”.

“Maria, ma cosa dici? Un angelo? Dal cielo? Forse sto impazzendo cosa sta succedendo? E la gente che dirà? Dovrò io ripudiarti? Son solo
un falegname, ma ti amo e non smetterò mai d’amarti! Ma dire a tutto il mondo che in grembo tu hai il Messia, non sarà mai compreso,
penseranno ad un’eresia!”. “L’Angelo ha detto di fidarmi, ed io mi fiderò, se è questo che vuol Dio non mi tiro indietro, lo farò!” Giuseppe sebbene innamorato restò incredulo e disorientato…

La notte l’arcangelo Gabriele andò da lui. “Giuseppe non temere, Maria ha detto il vero, Dio l’ha scelta fra le donne perché si compia il gran mistero!”. Giuseppe si svegliò in preda allo spavento, ma corse da Maria: “L’angelo da me è pur venuto, o mia amata, perdonami se io non t’ho creduto”. “Non c’è nulla che debba perdonare a chi in cuor mio non ho smesso mai d’amare!”.

Passaron nove mesi. Erano in viaggio per fare il censimento e Maria si accorse che era giunto il gran momento. Giuseppe allora cercò un posto dove andare, Maria stanca doveva riposare. Bussò qui, bussò là, commosso ma non trovò alcun posto, nessun oste o locandiere fu disposto ad una stanza da affittare. Giuseppe era disperato, nessuno si degnò di offrire un alloggio seppure ben pagato, così che di lì a poco Gesù era già nato! Dove? Dentro ad una capanna, c’era solo paglia ed una mangiatoia, si stese lì Maria la sua mamma che con grande fede fece nascere il Messia, accanto a lei Giuseppe e dietro il bue e l’asinello che chinato il capo scaldarono col fiato il Bambinello.

La Sacra Famiglia fu illuminata dalla stella cometa lucente e dorata! E di sottofondo voci di angeli intonarono una ninna nanna: “Alleluia, Alleluia, il Re del cielo è nato dentro la capanna.” Dai pascoli corsero portando dei fiori, pecore, donne, bambini e pastori! E inginocchiate cantaron due pastorelle “Tu sei il re del cielo, della terra e delle stelle!” Poco dopo giunsero i Re Magi, grandi menti e autori di presagi, avevano seguito la cometa, appreso dalla stella la notizia lieta! Portaron oro, argento e mirra da donare al Re!

Quel bimbo Salvatore del mondo, dai bambini pastorelli fu stretto in girotondo! Quella notte fu una notte speciale e lo è tutt’ora fu la notte di Natale! Maria cantò una ninna nanna e Gesù con pochi stracci, stretto nei suoi abbracci si addormentò sul cuore della mamma.

(A cura di Marialucia Rinaldi)

Immagini: Rupnik

Redazione Stato

Il Re del cielo ultima modifica: 2014-12-23T01:19:40+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi