Foggia

Associazione: “quando il nuovo direttore sanitario dei Riuniti”

Di:

Policlinico Ospedali Riuniti di Foggia (archivio STATO, fonte image N.Saracino)

Foggia – “A due mesi dalle dimissioni del dott. Deni Aldo Procaccini dalla carica di direttore sanitario degli Ospedali Riuniti di Foggia, dalla Regione Puglia tutto tace. Il secondo policlinico del territorio pugliese è ancora alle prese con una situazione precaria nella attività sanitaria. A ciò si aggiunge il fatto che il direttore generale Tommaso Moretti è in scadenza di mandato, situazione quest’ultima che crea all’interno dell’azienda ospedaliera foggiana una confusione gestionale che va ad aggiungersi alle annose carenze di personale tecnico-amministrativo e sanitario”.

“L’Amministrazione regionale, però, sembra essere più interessata alla prossima campagna elettorale, che all’assicurare un nuovo management al nosocomio foggiano. Pur riconoscendo il dottor Antonio Battista, già direttore medico di presidio degli Ospedali Riuniti di Foggia, quale naturale ed autorevole successore del dott. Procaccini, l’azienda ha urgente necessità di un nuovo direttore sanitario. Tale figura indispensabile concorre, nell’ambito della disponibilità di risorse aziendali, alla definizione delle priorità rispetto ai bisogni di salute della comunità ed all’attuazione di percorsi clinico assistenziali efficaci ed appropriati per il perseguimento degli obiettivi di politica sanitaria. E’ necessario, senza ulteriore indugio, che al più presto la Regione Puglia stabilisca la rosa di nomi per il nuovo direttore generale a cui secondo l’articolo 3, del Decreto legislativo n° 502 del 30 dicembre 1992, sono riservati tutti i poteri di gestione, nonché la rappresentanza dell’azienda e che disciplina l’organizzazione e il funzionamento dell’ente”. E’ quanto chiedono i referenti dell’associazione L’Alternativa chiede alla Regione.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi