FoggiaScuola e Giovani

Piemontese:aumentare le tasse? Prima le paghino tutti

Di:

Il già presidente della Consulta, Felice Piemontese (fb)

Foggia – I sempre maggiori tagli al FFO (Fondo di Funzionamento Ordinario) da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca stanno portando molte delle Università italiane a prevedere degli aumenti delle tasse a carico degli studenti già a partire dal prossimo anno accademico. A ciò si aggiunge la situazione degli esonerati, ovvero di coloro che per condizioni economiche o disabilità sono dispensati parzialmente o totalmente dal pagamento di tasse. L’Università degli Studi di Foggia su quasi 11mila iscritti conta oltre 1500 esonerati dalle tasse ai quali assicura, ovviamente gratuitamente, tutti i servizi necessari per poter affrontare gli studi come tra l’altro prevede la nostra Carta Costituzionale all’art. 34, terzo comma ove afferma: “ I capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi”.

Bisogna però vigilare ed essere attenti affinché non ci siano furbi che illegalmente pretendono servizi che assicurano il diritto allo studio, magari anche ai danni di chi ne ha veramente bisogno e non riesce ad accedervi. Per questo, insieme al collega e Consigliere del Dipartimento di Giurisprudenza Francesco Lasalvia, anche il linea con quanto sostenuto in una delle ultimi riunioni del Consiglio degli Studenti e sentito il suo Presidente, avevamo chiesto al Rettore di convocare al più presto un tavolo tecnico bilaterale tra l’Università degli Studi di Foggia ed il Comando Provinciale della Guardia di Finanza al fine discutere della proposta (avanzata da noi studenti) di rinnovo di una convenzione, stipulata nel 2009 e poi scaduta nel 2011 e non più rinnovata, nell’ambito dell’attività di collaborazione in materia di prestazioni agevolate agli studenti e diritto allo studio.

Sono soddisfatto, e ringrazio il Presidente Padalino per avermi supportato nella richiesta, di apprendere della convocazione del tavolo tecnico disposta dal Pro-Rettore prof. Giuseppe Carrieri (il Rettore è in regime di autosospensione, ndr) per il prossimo 5 febbraio e rivolta, oltre che al Comandante Provinciale della Guardia di Finanza Col. Giuseppe Lubrano, al Delegato rettorale all’Innovazione didattica e servizi agli studenti, prof.ssa Laura de Palma, al Direttore Generale, dott. Costantino Quartucci, al Responsabile dell’Area didattica, servizi agli studenti e alta formazione, dott. Antonio Formato, al Capo di Gabinetto del Rettore, dott. Tommaso Campagna ed al Presidente del Consiglio degli Studenti dott. Vincenzo Padalino oltre che ai proponenti dello stesso (Piemontese e Lasalvia, ndr). Prima di aumentare le tasse bisogna pertanto assicurarsi che tutti facciano il proprio dovere pagandole e “concorrendo alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva” (art. 53, comma 1 Cost.).


Redazione Stato

Piemontese:aumentare le tasse? Prima le paghino tutti ultima modifica: 2013-01-24T17:45:58+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi