Manfredonia

Ritardi Cigd, sindacati: “sabato invio pratiche per Ortofrutta D’Aluisio”

Di:

La protesta di stamane fuori lo stabilimento (24.01.2013 - statoquotidiano2@13@)

Zapponeta – “UNO dei responsabili dell’azienda, M.De Feo, mi ha contattato in giornata assicurandomi che sabato mattina saranno inviate le documentazioni all’Inps di Foggia per il pagamento della Cigd”. E’ quanto dice Michele Piazzolla, segretario della Cgil di Zapponeta, relativamente alle proteste degli 87 lavoratori della società “Confezionamento ortofrutticoli di D’Aluisio Savino” di Zapponeta che ha goduto di agevolazioni concedibili pari a 2.904.468 euro nell’ambito della legge 488/92 bando del 2003 (17^) nella graduatoria ordinaria del settore industria della Regione Puglia , sita in via del Mare località Dieci Carri snc.

Stamane una cinquantina di lavoratori dell’azienda ha protestato fuori lo stabilimento della società causa il ritardo per il pagamento delle indennità lavorativa. L’azienda ha già goduto di 90.308 ore di Cig in deroga, con decorrenza dall’01/07/11 al 31/12/11 per un importo rilasciato dalla Regione Puglia pari a 885.018,40 euro. “Inizialmente sono stati una quarantina i dipendenti andati in Cig, dunque la restante parte. Complessivamente sono 3 anni che i lavoratori sono beneficianti degli ammortizzatori sociali”.

Tuttavia, “i responsabili della società tardano ad inviare la documentazione all’Inps relativa all’elenco dei lavoratori in Cig. Sabato mattina il titolare dovrebbe provvedere all’invio delle pratiche; in ogni modo – dice Piazzolla, della Cgil – saremo di nuovo fuori lo stabilimento pronti a protestare fino ad una risoluzione della vertenza”. Come emerso, l’Inps avrebbe già ricevuto il decreto per il pagamento delle somme, “ma senza elenco dei lavoratori l’erogazione delle indennità non è possibile”, dice un dipendente.

Si parla di azienda beneficiante dei fondi del Contratto d’Area; in verità la denominazione esatta della società inserita negli elenchi è Agricola De Feo sas, lavorazione e trasformazione di frutta ed ortaggi, sita sulla SP73 via del Mare, località Dieci Carri, Manfredonia, beneficiante di oltre 10 milioni di euro, nell’ambito dei fondi del 3^ Protocollo aggiuntivo.


Redazione Stato,ddf@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • zapponetano

    che vergogna……..non sanno fare gli imprenditori e non sanno fare neppure le carte per far avere un po di soldi a questa povera gente. Ci siamo messi nelle mani di buoni a nulla……e a pensare che lo chiamavano berlusconi, ora bisognerebbe chiamarlo buono a nulla!


  • Ex Bracciante de Feo

    Che imprenditore di lupini, quando i soldi venivano da dal cielo erano bravi a far vedere il lusso senza —–tra di loro, ora che sono a elemosinare e a nascondersi hanno il coraggio di insultare gli operai che gli hanno dato un po’ di respiro , a tutti i fratelli i quali sono ignoranti come capre adesso pagate la gente che avanzano mesi di lavoro fatto nelle campagne e così potete rialzare la testa.
    Fate così pena che non vi —nessuno se qualcuno di voi legge questo commento ricordate queste parole PAGATE a chi dovete MESI di LAVORO come me che avanzo ancora quasi 2.000€ e non lavoro più da voi da quasi tre anni.
    Vergognatevi Berlusconi(—) siete la —del paese


  • che brutto paese

    quando però avevate bisogno di berlusconi per andare a mangiare e fare le comunioni,andava bene,ora non più..ve lo meritate,io ——————.voi state male perchè prima dormivate ——–.poi ai salariati fissi non basta che vi ha messo in cassa integrazione..sparati ringraziate che per 20 anni vi ha fatto————————————————-


  • sincerità

    sono anni che vi lamentate, perchè non andate via da zapponeta e manfredonia per trovare un pò di lavoro? semplice perchè siete solo dei CAPRONI!!!!!!!!!!!!!


  • la macchia giovanna

    chi sarebbero i caproni? La gente non vi chiede altro che quello che ha guadagnato con il sudore, la gente lavorava per sfamare i loro figli e non i vostri. Avete fatto i vostri comodi senza preoccuparvi dei ragazzini che non possono avere niente di quello che hanno i vostri figli, come fate a cammina re per il paese e vedere il dolore negli occhi della gente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi