GarganoManfredonia
"Emiliano continua a sbagliare"

Dino Marino: “Sul piano di riordino sto con Campo”

Di:

San Severo. “Ha ragione Paolo Campo: gli ospedali di base, ma più in generale i piccoli ospedali sono dannosi se non fatti funzionare a dovere. Per questo è sbagliato avere una dirigenza solo di primo livello che li indebolisce ulteriormente”. Così Dino Marino, consigliere comunale Pd, sul piano ospedaliero. “Siamo di fronte ad un piano ospedaliero definitivo, “blindato” e a cui non è stato dato il lasciapassare dalla commissione sanità regionale. Un fatto gravissimo non solo sul piano del bypassamento di qualsiasi logica concertativa ma soprattutto perché indebolisce il pubblico, affossa gli ospedali di base e ingolfa, per esempio nella nostra provincia, il policlinico di FOGGIA e l’IRCS di San Giovanni Rotondo”, prosegue Marino.

“In una provincia cosi vasta, avere questo tipo di offerta sanitaria mette in discussione il diritto alla salute dei cittadini. Da noi, poi, i due ospedali di primo livello, non sono tali perché privi di reparti essenziali come la Neurologia. Tra qualche mese, anche grazie alle incapacità della dirigenza della nostra ASL, questi due nosocomi non rientreranno nei parametri del decreto legge n.70/ 2015 – (Regolamento recante definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all’assistenza ospedaliera)”.

Di qui la stoccata a Michele Emiliano: “E che fa il nostro governatore? Invece di intervenire per fermare i danni che nella nostra provincia sono provocati dal Direttore generale dell’Asl, oggi ridimensiona Manfredonia e domani lo fará anche per Cerignola e San Severo. Inevitabile il sovraffollamento di FOGGIA e San Giovanni Rotondo e la cancellazione della maggior parte delle prestazioni sanitarie che finiranno assegnate ai privati”.



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • IL BELLO

    Ora stai con Campo? E quando ricoprivi la carica di presidente della Commissione Sanità in Regione, cosa hai fatto per scongiurare l’indebolimento di questi ospedali a vantaggio di San Severo?


  • svolta

    Ma la voce dei cittadini non l’ascoltate mai…. Vi sentite solo tra di voi. E’ una vita che i cittadini di Manfredonia gridano equità e scelte ragionate in tale “campo”, ma Campo ed altri pare che ancora adesso si sono svegliati….. Forse è da tanto tempo che non passeggiano per il corso…. da quando alcune donne raccoglievano le firme per non far chiudere i reparti al nosocomio di Manfredonia ….. che poi è diventata realtà.
    Bordo, Campo, Riccardi non vi si vede più per Corso Manfredi….. dove siete e/o eravate ?
    I vecchi proverbi non sbagliano mai “Chiudere la stalla quando sono fuggiti i buoi”.
    Una vecchia canzone diceva ….”And(iamo)ate a mietere il grano….”

  • Sicuramente l’analisi che fa Dino Marino è piuttosto esatta lui di sanità se ne intende e fa piacere pure che si schiera con Paolo Campo ma sicuramente questa sua uscita ha un doppio senso ed è di portare acqua al mulino di San Severo che gliene frega dell’ospedale di Manfredonia, i caxxi sono i nostri che x un ingessatura o per una appendicite dobbiamo andare a Foggia o a San Giovanni Rotondo con tutto il disagio che ne consegue, ma noi Manfredoniani siamo fiduciosi Emiliano prima o poi una mano c’è la darà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi