FoggiaStato prima
La sciagura stamane, in Abruzzo, ha causato sei vittime

Elicottero 118 precipita tra L’Aquila e Campo Felice, tra 6 vittime Mario Matrella

Mario era uno di quegli eroi che, giorno dopo giorno, compiono le loro importanti missioni “lontani dai riflettori”


Di:

Foggia. «Sono particolarmente addolorato per la scomparsa di Mario Matrella, il nostro concittadino, morto questa mattina nel tragico incidente che ha coinvolto un elicottero del 118 caduto, intorno alle 11, nei pressi di Campo Felice (AQ) ». Così il sindaco di Foggia Franco Landella commenta la sciagura che stamane, in Abruzzo, ha causato sei vittime tra le quali il soccorritore di origine foggiana, che pure da diversi anni aveva lasciato il capoluogo.

«Mario Matrella, -ha proseguito il Sindaco- stava pilotando il velivolo in condizioni di tempo estremamente difficili, come raccontano i testimoni, con vento fortissimo e visibilità molto limitata, per soccorrere uno sciatore infortunato. A lui e alle altre vittime va un pensiero commosso, mentre porgiamo alla famiglia le più sentite condoglianze da parte dell’Amministrazione e dell’intera comunità foggiana.

Mario era uno di quegli eroi che, giorno dopo giorno, compiono le loro importanti missioni “lontani dai riflettori”, salvando vite e soccorrendo le persone in difficoltà con straordinario senso del dovere e spirito di sacrificio. A uomini come Mario va quotidianamente la nostra gratitudine. Di loro, in queste funeste circostanze, ci resta la memoria riconoscente e la tristezza di aver perso uomini di grande valore, difficilmente sostituibili, soprattutto nelle vite e nell’affetto dei propri cari».

MARIO MATRELLA - FROM FACEBOOK

MARIO MATRELLA – FROM FACEBOOK

(ANSA) Questi i nomi delle vittime: Walter Bucci, 57 anni, medico rianimatore del 118 Asl dell’Aquila, Davide De Carolis, tecnico dell’elisoccorso del soccorso alpino e consigliere comunale di Santo Stefano di Sessanio (L’Aquila), Giuseppe Serpetti, infermiere, Mario Matrella, verricellista, Gianmarco Zavoli, pilota. L’elicottero stava trasportando Ettore Palanca, 50 anni, di Roma, maitre dell’Hotel Cavaliere Hilton, che si era fatto male sciando, procurandosi la frattura di tibia e perone. Bucci, De Carolis e Serpetti sono aquilani, Matrella è pugliese, e Zavoli è emiliano. (ANSA)

(ANSA) – ROMA, 24 GEN – Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha espresso il suo profondo dolore per le sei vittime dell’elicottero del 118 precipitato oggi in Abruzzo, “una terra ancora una volta colpita dalla sofferenza e che vede il sacrificio di suoi uomini impegnati generosamente in missione di soccorso”. Mattarella – informa un comunicato del Quirinale – ha formulato sentimenti di vicinanza e partecipazione, a nome di tutti gli italiani, alle famiglie delle vittime, agli operatori del 118 e del Soccorso Alpino.

Scomparsa Mario Matrella: il cordoglio del Presidente Miranda. “Una ennesima notizia drammatica arriva dall’Abruzzo. Questa volta riguarda la scomparsa di un eroe silenzioso, il concittadino Mario Matrella. La sua morte ci colpisce e ci addolora profondamente”. Così il Presidente del Consiglio Comunale Luigi Miranda appena appresa la tragica notizia.

“Mario Matrella, con la equipe del 118, aveva appena recuperato uno sciatore in difficoltà e stava tornando alla base, quando l’elicottero che pilotava si è schiantato al suolo. Mario Matrella era un uomo impegnato in situazioni estreme, e non si è negato neanche oggi, quando si è trattato di recuperare uno sciatore ferito, nonostante la nebbia e le nuvole basse rendessero problematica la visuale. Ma di fronte ad un uomo in difficoltà – continua Miranda – Matrella e gli altri uomini del 118 non hanno sollevato obiezioni circa la sicurezza personale, e sono partiti. Sono questi gli uomini migliori del nostro Paese, mai sufficientemente valorizzati, mai sufficientemente tutelati. Il debito di riconoscenza nei loro confronti da parte di tutti gli Italiani è immenso.
Come Presidente del Consiglio Comunale esprimo il cordoglio mio personale e dell’intera Assemblea alla famiglia di Mario Matrella, in particolare alla vedova e ai figli. La prossima riunione del Consiglio Comunale sarà aperta da un minuto di silenzio in sua memoria. Il Consiglio Comunale di Foggia si adopererà, inoltre, per ricordare in maniera opportuna Mario Matrella”.

SCALFAROTTO: “IL CORDOGLIO PER MARIO MATRELLA SI UNISCE AD AMMIRAZIONE E GRATITUDINE”. “Nel profondo cordoglio per tutte le vittime delle tragedie di questi giorni in Italia Centrale, sono colpito in modo particolare dalla morte di Mario Matrella, il soccorritore di origini foggiane che era a bordo dell’elicottero del 118 precipitato in Abruzzo.” Lo dichiara il sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto, che aggiunge “Matrella era come me cresciuto a Foggia, ed anche per lui le vicende della vita avevano portato ad un allontanamento dalla città, a cui era però sempre rimasto legato.”

“Il tragico incidente che gli è costato la vita” dice Scalfarotto “è avvenuto mentre, al pari di tanti eroici operatori dei servizi di soccorso, dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile, era impegnato a soccorrere, a salvare, ad aiutare. Penso che di tutti loro l’Italia debba sentirsi orgogliosa, e che tutti, a cominciare dalla città di Foggia, debbano onorare e ricordare persone come Mario Matrella.”

http://www.ilcapoluogo.it

http://www.ilcapoluogo.it

Incidente aereo. Mongiello: “Hanno ragione gli amici di Mario Matrella: gli eroi vivono per sempre”.

Dichiarazione dell’on. Colomba Mongiello, componente della Commissione Agri-coltura della Camera dei Deputati. ”Desidero esprimere il mio più vivo cordoglio ai familiari delle vittime dell’incidente aereo di Campo Felice, costato la vita a 6 persone, ed in particolare ai parenti del mio eroico con-cittadino Mario Matrella. L’eccezionale ondata di freddo che ha attanagliato l’Italia sta costando un insopportabile tributo di vite umane, trasformando in tragedia una drammatica emergenza civile ed economica.

Di nuovo in queste ore abbiamo avuto conferma della capacità e dell’eroismo di quanti, professionisti e volontari, si stanno adoperando per soccorrere quanti, uomini e animali, stanno subendo l’inconsueto accanirsi degli elementi atmosferici e la spaventosa impre-vedibilità del terremoto. “Gli eroi vivono per sempre” hanno scritto su facebook gli amici di Mario Matrella per commemorare il suo sacrificio. Non c’è alto da aggiungere, se non che il suo coraggio e il suo spirito di abnegazione devono essere d’esempio per ciascuno di noi”.

Tragedia di Campo Felice, il cordoglio del presidente comitato Protezione civile Puglia. “Quanto accaduto questa mattina nei pressi di Campo Felice, a L’Aquila, ci addolora in maniera profonda e, purtroppo, anche diretta: a bordo dell’elicottero del 118 precipitato c’era anche un tecnico del Corpo nazionale del Soccorso alpino e spelologico della Puglia, Mario Matrella, foggiano, amico di molti dei nostri dipendenti della sezione Protezione Civile della Regione Puglia. Esprimo a nome mio, dell’assessore Antonio Nunziante e degli operatori del servizio di Protezione civile il più profondo cordoglio e la vicinanza alla sua famiglia”. Lo ha detto Ruggiero Mennea, presidente del comitato permanente di Protezione civile regionale, dopo la notizia della morte di Mario Matrella. L’uomo è una delle sei vittime del terribile incidente.

(ANSA) – BARI, 24 GEN – Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, insieme alla giunta regionale, ha espresso in una nota profondo cordoglio per la scomparsa nell’adempimento della sua missione di soccorso di Mario Matrella, a bordo dell’elicottero precipitato a Campo Felice, in Abruzzo. “Un dolore grandissimo – ha dichiarato Emiliano – sono vicino alla famiglia, agli amici e ai colleghi di Mario Matrella, originario di Foggia, che oggi ha perso la vita insieme ad altre cinque persone soccorrendo una persona in pericolo sulle nevi dell’Abruzzo, facendo il suo dovere a bordo di un elicottero del 118″. (ANSA).

Elicottero 118 precipita tra L’Aquila e Campo Felice, tra 6 vittime Mario Matrella ultima modifica: 2017-01-24T18:17:21+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Redazione

    Tragedia di Campo Felice, il cordoglio del presidente comitato Protezione
    civile Puglia

    “Quanto accaduto questa mattina nei pressi di Campo Felice, a
    L’Aquila, ci addolora in maniera profonda e, purtroppo, anche diretta: a
    bordo dell’elicottero del 118 precipitato c’era anche un tecnico del
    Corpo nazionale del Soccorso alpino e spelologico della Puglia, Mario
    Matrella, foggiano, amico di molti dei nostri dipendenti della sezione
    Protezione Civile della Regione Puglia. Esprimo a nome mio,
    dell’assessore Antonio Nunziante e degli operatori del servizio di
    Protezione civile il più profondo cordoglio e la vicinanza alla sua
    famiglia”. Lo ha detto Ruggiero Mennea, presidente del comitato
    permanente di Protezione civile regionale, dopo la notizia della morte di
    Mario Matrella. L’uomo è una delle cinque vittime del terribile
    incidente.


  • Redazione

    Il cordoglio di De Leonardis e di Area popolare per le vittime dell’incidente in Abruzzo
    Di seguito, una nota del Presidente del gruppo di Area Popolare, Giannicola De Leonardis.
    “A titolo personale e in rappresentanza dell’intero gruppo consiliare, esprimo profondo cordoglio ai familiari di Mario Matrella e delle altre vittime del tragico incidente in elicottero che questa mattina in Abruzzo ha spezzato la vita di persone meravigliose, quotidianamente impegnate in imprese straordinarie ma sentite come doverose, normali. E’ un giorno di lutto, di sgomento, di tristezza e silenzioso dolore non solo per la nostra comunità cittadina e pugliese ma per il Paese intero, che deve dal sacrificio di questi suoi figli coraggiosi ed esemplari – morti dopo un’operazione di soccorso svolta in condizioni proibitive, ma senza alcuna esitazione e senza venir meno al dovere come scelta e non come imposizione – ritrovare senso di orgoglio e fratellanza, e la dignità e la condivisione che devono caratterizzare persone e comportamenti virtuosi e irreprensibili”.


  • Redazione

    CONSORZI DI BONIFICA. M5S BOCCIA LA RIFORMA: “PENSATA SOLO PER POTENZIARE AQP. TUTELARE OPERAI E AGRICOLTORI”

    “Hanno distrutto i consorzi di bonifica e ora vogliono potenziare solo l’Aqp. Siamo contrari a questa proposta di riforma dei consorzi pensata con l’unico intento di potenziare l’Acquedotto Pugliese a discapito agricoltori a cui l’acqua appartiene per legge”. È la dura presa di posizione dei consiglieri del M5S Marco Galante e Cristian Casili sul disegno di legge per la riforma dei Consorzi di Bonifica di cui si sta discutendo nella seduta del Consiglio Regionale.

    Tra i punti che non convincono i consiglieri pentastellati che hanno incontrato i lavoratori in protesta in via Capruzzi, vi sono, oltre al passaggio della gestione irrigua dei consorzi ad Aqp, la creazione di un unico consorzio e soprattutto la mancanza di certezza sul futuro degli operai.

    “L’efficienza dei consorzi di bonifica passa dall’operatività di chi lavora sul campo – spiegano i pentastellati – per questo avremmo voluto si facesse molto di più per garantire stabilità ai lavoratori, da mesi senza stipendio. Al momento invece non è chiara la posizione nè degli operai a tempo indeterminato, nè degli stagionali. Altro aspetto che ci vede assolutamente contrari è quello dell’istituzione di un unico consorzio. La Puglia – concludono i consiglieri – è una regione di 450 km con diverse caratteristiche orografiche, crediamo sia necessario non perdere le specificità del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This