Manfredonia
"Siamo stati rapinati per anni da imprenditori del Nord-Est che hanno aperto aziende nel territorio per intascare soldi pubblici"

Gatta: Luciano Vinella, un imprenditore per salvezza della Sangalli

"Abbiamo bisogno di imprenditori di grosso calibro, ma anche con una grande visione di sviluppo"

Di:

Manfredonia. “Siamo stati rapinati per anni da imprenditori del Nord-Est che hanno aperto aziende nel territorio per intascare soldi pubblici e chiudere baracca dopo, lasciando piaghe occupazionali dolorosissime. Per questo, la notizia dell’interesse di un imprenditore pugliese ad acquisire la Sangalli Vetro di Manfredonia ci riempie di fiducia: dalla nostra Regione e con tutto l’orgoglio pugliese, potrebbe avvenire la svolta attesa dai dipendenti della Sangalli e dalle loro famiglie”. Lo dichiara il vicepresidente del Consiglio regionale, Giandiego Gatta. “L’industriale di Putignano, Luciano Vinella –prosegue- non soltanto ha dichiarato di voler adoperare le maestranze già impiegate nello stabilimento di Manfredonia, ma ha aperto anche ad una prospettiva di incremento occupazionale. Abbiamo bisogno di imprenditori di grosso calibro, ma anche con una grande visione di sviluppo, che credano nelle potenzialità del territorio e di meravigliose realtà produttive come la Sangalli. Faremo in modo –conclude Gatta- che la Regione Puglia ottemperi agli impegni assunti, nella direzione del pieno sostegno a questa alternativa che sarebbe positivissima per il futuro della azienda e della economia del territorio”.

Fallimento Sangalli Manfredonia: a chi spetta ora la bonifica del sito? (II)

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA

Gatta: Luciano Vinella, un imprenditore per salvezza della Sangalli ultima modifica: 2016-02-24T11:30:01+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • agguerrito


  • Matteo

    Quante chiacchiere già che a dichiarato che vuole tempo x vedere se trasformare o no l.impianto da vetro float a bottiglie vuol dire che è una gran cazz.


  • Stefania

    Ma finitela con queste cazzate. C’è chi ci mette la faccia. Pubblicate articoli validi e non riempispazio.


  • amnesia

    Ma sepete che vuol dire vetreria a boffiglie….che tutto quello che c’è li dentro in quello stabilimento bisogna buttarlo…il vetro piano con le pottiglie sono due cose differenti serve la metà della metà del personale….e tutte le seconde lavorazioni non servono a nulla
    Quindi solo bufaleeeeeeee


  • massimo

    Conosco bene il processo dellle vetrerie a bottiglie, e giustamente come è stato scritto, sono due cose differenti, vorebbe dire che tutto quello che è nella MV non serve a nulla, quindi non capisco cosa acquisterebbe l’ imprenditore, solo il capannone?, perchè tutti i macchinari, bagno di stagno fuso e linee di taglio non servo a nulla, inoltre la puglia è seminata di vetrerie a bottiglie…..quindi continuo a non capire…..il personale, è addestrato per produzione vetro piano…. che non ha nulla a che vedere con produzione di bottiglie, e servirebbe come gia ha scritto qualcuno un terzo del personale attualmente disoccupato.
    Per non parlare delle tre seconde lavorazioni….. che giustamente non servirebbero più a nulla, perchè le seconde servono per la trasformazione del vetro piano, in altri prodotti…..
    Quindi penso che sia l’ ennesima bufala. a danno di chi e oggi, ancora ad aspettare un imprenditore, che possa salvare tutto..ma è dura dove la realtà italiana dice tutto il contrario….in piena crisi, sul mercato edile, e del settore vetro…non creiamo false illusioni…in un sito fallito.


  • Gianpaolo

    E i sindacati che dicono al riguardo? ????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi