CapitanataSan Severo
Nota sui social del consigliere regionale

“Criminalità a San Severo? Non si combatte con la DIA”

"A me pare che il susseguirsi di atti criminali che mettono in pericolo la sicurezza dei cittadini sanseveresi non sia fenomeno di 'organizzazioni"


Di:

San Marco in Lamis. ”Il fenomeno della criminalità sanseverese non si combatte con l’istituzione della DIA ma con più mirate operazioni di controllo del territorio. A me pare che il susseguirsi di atti criminali che mettono in pericolo la sicurezza dei cittadini sanseveresi non sia fenomeno di “organizzazioni” ma di “disorganizzazioni” malavitose. Tanto più impudenti, ma tanti più deboli.

Per questo, invece, di perdere tempo in appelli sulla DIA si cerchi di mettere in campo una vera azione di contrasto, immediato ed efficace, a questo “bullismo” criminale, non organizzato, che è guapparia spicciola, sfottente e incurante, alimentata dal disagio sociale ed economico e dall’indifferenza di una politica che ama proclami con effetto mediatico”.

E’ quanto dichiara sui social il consigliere regionale Napoleone Cera.

Redazione Stato Quotidiano.it

“Criminalità a San Severo? Non si combatte con la DIA” ultima modifica: 2017-02-24T15:22:33+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi