Manfredonia
Congiuntamente al servizio veterinario dell’ASL Foggia Area B

San Giovanni Rotondo, controlli CP Manfredonia: sequestro pescato

"Oltre al sequestro, è stato elevato un verbale amministrativo di 1.500,00 Euro per violazione dell’Art. 10, comma 1, lett. z) del D.Lgs. n°04/2012, così come modificato con L. 154/2016"


Di:

Manfredonia. Durante la mattinata odierna, i militari della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Manfredonia hanno svolto un’efficace azione di repressione della commercializzazione illegale di prodotti ittici nell’entroterra, in particolare nella città di San Giovanni Rotondo, congiuntamente al servizio veterinario dell’ASL Foggia Area B della località garganica.

In particolare sono stati ispezionati diversi punti vendita dediti alla commercializzazione di prodotto ittico, sia in città che nell’area mercatale sita alla periferia; in uno di questi esercizi
una partita di prodotto ittico è stata posta sotto sequestro per violazione alla normativa sulla rintracciabilità, in quanto il titolare dello stesso non è stato in grado di dimostrare la provenienza di parte del prodotto ittico posto in vendita.

Per tale motivazione, oltre al sequestro, è stato elevato un verbale amministrativo di 1.500,00 Euro per violazione dell’Art. 10, comma 1, lett. z) del D.Lgs. n°04/2012, così come modificato con L. 154/2016. Il pescato stato altresì ispezionato e identificato dal medico del Servizio Veterinario dell’ASL FG Area B – Distretto di San Giovanni Rotondo. L’attività di repressione posta in essere dagli uomini della Guardia Costiera sipontina contro gli illeciti in materia di pesca e commercializzazione illegale di prodotti ittici proseguirà incessante anche nei prossimi giorni in mare e a terra, allo scopo di garantire il rispetto delle leggi e tutelare la salute degli inconsapevoli consumatori.

San Giovanni Rotondo, controlli CP Manfredonia: sequestro pescato ultima modifica: 2017-02-24T14:55:09+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • MICHELE.

    la CP si sposta in san giovanni rotondo per elevare un verbale sulla tracciabilità del prodotto alimentare messo in commercio nelle pescherie del posto e non vede sotto il proprio naso che vicino a loro stazionano permanentemente commercianti abusivi esponendo cassette pene di prodotti ittici in barba alle più elementari norme igieniche sotto i marciapiedi di strade trafficate.
    è bene che i controlli vengano effettuati anche nei paesi vicini ma, non è possibile assistere in un paese civile alla vendita del pesce esponendolo per terra sotto il marciapiede di fronte all’ufficio postale in zona monticchio e difronte al distributore di carburante agip di mafrolla oltretutto a contatto cno gli scariche dei veicoli in passaggio e ostruendo anche la circolazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi