FoggiaSan Severo
Accusati di sequestro di persona a scopo di estorsione

San Salvo, non ci fu sequestro di persona: assolti i 2 imputati

Oggi, in Corte d'Assise, si è svolta l'ultima udienza

Di:

Foggia. Assolti per non aver commesso il fatto. La Corte d’Assise di Lanciano in data odierna (24.2.17 ndr) ha scagionato con formula piena Cortinove Nicola Mirko, 42 anni, e Leonardo Marinelli, 29, accusati di sequestro di persona a scopo di estorsione ai danni di F.B., un ventinovenne di San Salvo. I fatti risalgono al maggio 2015. Le indagini furono coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia dell’Aquila. Secondo gli inquirenti, i due avrebbero costretto il giovane sansalvese a seguirli fino ad Apricena e lo avrebbero rinchiuso in un capannone dal quale, dopo cinque giorni, il ragazzo sarebbe riuscito a fuggire.

Oggi, in Corte d’Assise, si è svolta l’ultima udienza: il procuratore distrettuale antimafia, Lucia Picardi, ha chiesto la condanna a 28 anni per Marinelli e a 25 per Cortinove. La difesa, rappresentata dagli avvocati Antonello Cerella e Giuseppe Casale, ha formulato, invece, una richiesta di assoluzione.

Alle 16.20, dopo oltre due ore di camera di consiglio, alla quale hanno preso parte i due giudici togati (presidente Valente e giudice a latere Belli) e i 6 giudici popolari, il verdetto: assolti entrambi gli imputati perché il fatto non sussiste.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi