FoggiaManfredonia
"Protagonisti, insieme ai parlamentari pugliesi, dell'azione che ha prodotto lo stanziamento di 32 milioni di euro per il triennio 2015-2017"

Olio. Mongiello/Ginefra: “Approvato il Piano olivicolo nazionale”

"Oggi è davvero un giorno buono - concludono Colomba Mongiello e Dario Ginefra - per l'olivicoltura e per l'agricoltura italiane"

Di:

Foggia. “Il Piano Olivicolo Nazionale ora è operativo. Finalmente, Regioni e Governo hanno trovato l’accordo sull’attuazione delle azioni di tutela e sviluppo della filiera olivicola approvate dal Parlamento”. Lo affermano i deputati pugliesi Colomba Mongiello e Dario Ginefra protagonisti, insieme ai parlamentari pugliesi, dell’azione che ha prodotto lo stanziamento di 32 milioni di euro per il triennio 2015-2017 “destinati a superare l’emergenza produttiva dell’ultimo biennio ed a promuovere l’incremento della produzione e delle quote di mercato”.

“Grazie all’azione coordinata Parlamento-Governo-Regioni abbiamo ottenuto le risorse e gli strumenti normativi per realizzare il primo intervento strutturale in favore del milione di imprese che compongono la filiera olivicola. I 32 milioni sono aggiuntivi alle risorse ordinarie ed a quelle stanziate dall’Unione Europea per l’attuazione degli obiettivi della Politica Agricola Comunitaria, determinando un ulteriore vantaggio per le regioni meridionali. La strategia di rilancio della filiera olivicola è fondata sull’intensificazione produttiva, la promozione della qualità e dell’origine, il sostegno alla commercializzazione e la valorizzazione della funzione ambientale e paesaggistica degli uliveti, individuando anche nei frantoi storici importanti presidi culturali e attrattori turistici da tutelare. Il consenso unanime delle organizzazioni di rappresentanza della filiera è l’ulteriore testimonianza del buon lavoro svolto in Parlamento a difesa e per la valorizzazione degli uliveti e dell’olio, colpiti assai duramente dalle calamità naturali e fitosanitarie. Le risorse dovranno essere utilizzate ed investite con intelligenza e coerenza per cogliere appieno l’opportunità di ristrutturazione e rilancio dell’intera filiera, anche mettendo a frutto la strategia di rilancio dell’olio Made in Italy avviata con l’approvazione della legge ‘salva olio’ e proseguita con le azioni di contrasto dell’italian sounding e della contraffazione. “.

Redazione Stato Quotidiano.it



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi