Foggia
I rossoneri sbancano per 1-3 il “Veneziani” di Monopoli, battendo i biancoverdi padroni di casa e tornando finalmente al successo

Tris al Monopoli, il Foggia torna a vincere fuori casa

Salgono a quota 50 i Satanelli, che cancellano la serie negativa in trasferta, rilanciandosi nuovamente nella corsa ai play-off

Di:

Foggia. Tre gol ed il Foggia trova la luce in fondo al tunnel. I rossoneri sbancano per 1-3 il “Veneziani” di Monopoli, battendo i biancoverdi padroni di casa e tornando finalmente al successo esterno, che mancava dallo scorso 6 febbraio; di Floriano, Sarno e Vacca le reti ospiti.

Modulo a specchio per le due squadre, nel 4-3-3 di Tangorra sono Croce, foggiano doc, e Pinto a sostenere Gambino in attacco; De Zerbi deve fare a meno di Di Chiara, sostituito da Agostinone, schierato nella linea difensiva con Angelo, Loiacono e Gigliotti. Partita divertente fin dal principio, la prima opportunità è per il Gabbiano al 6’, con Battaglia che conclude dal limite, Narciso è però prontissimo ed inchioda il pallone a terra. I Satanelli passano in vantaggio al primo affondo, al minuto 10: Floriano serve Sarno al limite, tocco al volo per Iemmello che appoggia nuovamente a Floriano, la cui conclusione dall’interno dell’area è perfetta e superaPisseri; nell’occasione, proteste biancoverdi per una presunta posizione irregolare dell’esterno d’attacco rossonero. Il Monopoli prova a rispondere subito, sciupando una clamorosa occasione al 16’: Viola riceve in area da Pinto e serve con un cross basso Gambino che, a porta sguarnita e completamente smarcato, impatta malissimo la sfera, concludendo debolmente sul fondo. Ospiti vicini al raddoppio al 21’, Floriano entra in area dalla sinistra e calcia sul primo palo, trovando la risposta di Pisseri che si rifugia in corner; due giri di lancette più tardi, Angelo conclude dal limite, Pisseri respinge, Iemmello insacca in rete, ma l’arbitro ferma tutto per un fuorigioco del numero 9 rossonero. Al 28’ la difesa foggiana sbaglia il disimpegno, il pallone termina a Romano, che con il mancino conclude sul fondo di pochissimo; sul ribaltamento di fronte, Vacca serve Sarno, che di sinistro dal limite sfiora il palo alla sinistra di Pisseri. Botta e risposta tra il 38’ ed il 39’: dapprima c’è il raddoppio ospite, con Floriano che pesca Sarno, la cui conclusione bassa non è trattenuta da Pisseri e termina la sua corsa in rete; accorcia subito il Gabbiano, traversone dalla destra, pallone che si impenna e giunge sui piedi di Romano, che non deve far altro che deviare in porta, battendo Narciso per l’1-2 su cui si va all’intervallo.

Nella ripresa mister Tangorra gioca fin da subito le carte Meduri e Di Mariano, provando a raddrizzare la gara. È il Foggia che prova a pungere per primo, al 47’ Angelo effettua un cross basso e teso dalla destra, Pisseri interviene, anticipando Iemmello, poi Floriano recupera la sfera ma spreca tutto. Per un po’ non accade nulla, fino al 67’, allorquando Croce, servito da Di Mariano, coglie il palo dalla destra dell’area, con Narciso ormai fuori causa; ripartono subito in contropiede gli ospiti, Iemmello brucia un avversario in velocità e prova la conclusione a giro dal limite, ma Pisseri riesce a deviare in corner. L’estremo difensore biancoverde è miracoloso in ben due occasioni al 70’: dapprima riesce a rispondere ad una conclusione potente di Angelo, rifugiandosi in angolo, poi salva tutto sul tiro-cross di Sarno direttamente dalla bandierina. Mister De Zerbi cambia modulo nel finale, inserendo Coletti ed Arcidiacono e passando al 3-5-2, con il centrocampista ex-Matera che va ad occupare il posto di difensore centrale, affiancato da Loiacono e Gigliotti. Buona trama di gioco da parte degli ospiti all’87’, con Angelo che riceve liberissimo sulla destra dell’area e prova a pescare un compagno al centro, ma Bacchetti legge bene l’azione e salva tutto; giusto qualche istante più tardi, Iemmello riceve in area e prova a calciare da buona posizione, ma viene murato da Luciani. Brivido per i rossoneri al 92’, conclusione di Di Mariano dalla distanza, un rimbalzo tradisce Narciso, che poi riesce a controllare la sfera, anticipando Lescano. Ad un soffio dal triplice fischio, il Foggia chiude la gara e sigla il definitivo 3-1: corner dalla
sinistra, Arcidiacono serve Riverola, che trova l’accorrente Vacca, il cui tiro ravvicinato è soltanto smanacciato da Pisseri e va ad insaccarsi, portando al gol che mette la parola fine al match.

Salgono a quota 50 i Satanelli, che cancellano la serie negativa in trasferta, rilanciandosi nuovamente nella corsa ai play-off, in attesa della gara di sabato prossimo tra Cosenza e Lecce, molto
importante per gli sviluppi nelle zone nobili della graduatoria.

TABELLINO
MONOPOLI: (4-3-3) Pisseri; Luciani, Esposito, Bacchetti, Mercadante; Viola (dal 76’ Lescano), Battaglia (dal 46’ Meduri), Romano; Pinto, Croce, Gambino (dal 57’ Di Mariano). A disp.: Pellegrino, Ferrara, Bei, Ricucci, Difino, Rosafio, Castaldo. All.: Tangorra.
FOGGIA: (4-3-3) Narciso; Angelo, Loiacono, Gigliotti, Agostinone (dal 61’ Riverola); Agnelli, Gerbo, Vacca; Sarno (dal 71’ Coletti), Floriano (dall’81’ Arcidiacono), Iemmello. A disp.: Micale, Lauriola, Quinto, Lodesani, Chiricò, Sainz-Maza, De Gennaro. All.: De Zerbi.
Arbitro: sig. Lacagnina di Caltanissetta.
MARCATORI: 10’ Floriano (F), 38’ Sarno (F), 39’ Romano (M), 93’ Vacca (F).
AMMONITI: Viola, Battaglia (M); Angelo (F). – ANGOLI: 9-3 per il Foggia. – RECUPERI: 2’ p.t.; 4’ s.t..

(A cura di Salvatore Fratello – Redazione Stato Quotidiano.it)



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Lucio_BO

    Grandi Ragazzi! È tutto merito vostro e di nessun altro. So che il Mister (lo immagino,almeno) da esteta non sia completamente soddisfatto ma non mancheranno di certo i momenti spumeggianti tipo i primi tempi di “Materiana” memoria. Il Foggia “operaio” è sintomo di una ritrovata unità di intenti e crescita del Gruppo. Fate parlare il Campo e… Di Bari! I conti come sempre, si presentano alla fine oppure ‘a pr’c’ssion’ s’ ved’ quann’ s’arr’tir…Buona Pasqua!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi