Foggia
“Le diseguaglianze, la povertà, il disagio, la disoccupazione sono diventati insostenibili e costituiscono il naturale terreno di impegno e di lavoro del nuovo centrosinistra"

Foggia, Rossi “Articolo Uno, nuovo inizio centrosinistra”

“L'Europa – ha detto ancora il governatore della Toscana - ha dimenticato i diritti sociali a favore del mercato, che da solo, però, non risolve tutti i problemi"


Di:

Foggia. “Le diseguaglianze, la povertà, il disagio, la disoccupazione sono diventati insostenibili e costituiscono il naturale terreno di impegno e di lavoro del nuovo centrosinistra che sta nascendo con Articolo Uno.” Lo ha detto, davanti alla folta ed attenta platea che gremiva l’auditorium di Pinacoteca900, Enrico Rossi, cofondatore del Movimento democratico e Progressista che nella sua denominazione si richiama al primo articolo della Carta Costituzionale.

“L’Europa – ha detto ancora il governatore della Toscana – ha dimenticato i diritti sociali a favore del mercato, che da solo, però, non risolve tutti i problemi. Lo Stato deve tornare a svolgere una funzione di mitigazione. Tutta la sinistra mondiale si sta interrogando su questi temi, che però sfuggono al maggior partito del centrosinistra italiano.”

Rossi ha quindi sottolineato la necessità di rilanciare le politiche sociali, rilevando che il modello di gestione proposto dalla sinistra negli ultimi decenni è andato in crisi: “Ha dominato e ha vinto solo la legge di mercato. I nostri problemi sono cominciati quando abbiamo disertato la critica al capitalismo. È urgente rivedere il rapporto tra capitale e lavoro, prendendo atto che c’è stata una perdita di tutela dei lavoratori, cui ha fatto riscontro una precarietà sempre più diffusa. Il potere non può spostarsi tutto da una parte. Il ruolo sociale del capitalismo riconosciuto dalla Costituzione non è una cosa sovietica, ma un prodotto della lotta per la democrazia e la libertà che dette vita alla Costituzione.”

Un’altra diseguaglianza cui Articolo Uno intende dare battaglia è quella tra centro e periferia, speculare a quella tra capitale e lavoro. “Si investe di più nelle zone ricche – ha detto ancora Enrico Rossi – perché lì c’è un ritorno finanziario. Sulla base di questa logica distorta, che va corretta, sono state fatte scelte di classe che hanno penalizzato le periferie, come ha dimostrato la crisi Enel durante il terremoto o la chiusura degli uffici postali nei piccoli comuni.”

Rossi ha concluso auspicando che il nuovo centrosinistra sappia ritrovare l’unità perduta per colpa di Renzi e della sua gestione del Pd: “La scelta di fondare un movimento risponde a un bisogno della società, che vuole contare e partecipare. Un partito non può chiedere obbedienza né essere diretto in modo autoritario, come fa Renzi con il suo Pd. Se avessimo avuto tempo avremmo dato battaglia dentro. Ma anziché un congresso che consentisse una serena ed approfondita discussione, si è preferito fare la conta: se la facciano. Ci aspettiamo che dopo le primarie molti che sono ancora nel Pd offrano un contributo al nostro Movimento.” Rossi è stato presentato da Ciro Mundi, componente del Comitato Promotore di Articolo Uno della provincia di Foggia, che nel suo saluto introduttivo ha affermato che “la Repubblica democratica, il lavoro, la sovranità popolare rappresentano valori non negoziabili che vanno ripristinati e che non sono conciliabili con la logica dell’uomo solo al comando. La mancanza di ascolto ha prodotto negli ultimi anni pseudo riforme che sono naufragate provocando disastri gravissimi. Bastano invece le parole della Costituzione per formulare un programma politico. Vogliamo ripartire da questi valori, da queste idee forti. Il progresso non può lasciare morti sul campo.”

Circa l’accusa che ambienti del Pd hanno lanciato ai promotori di Articolo Uno di essere “ex combattenti e reduci”, Mundi ha risposto: “Tutti siamo ex qualcosa. Noi non siamo però ex di sinistra. Siamo di sinistra con fermezza e orgoglio. Pensiamo che la sinistra sia ancora attuale e che la vera scissione che in questi anni si è consumata e che va sanata, è tra la sinistra e i cittadini.”
Ai lavori sono intervenuti Antonio Stornelli, consigliere comunale di San Severo, Ernesto Abaterusso, capogruppo di Articolo Uno alla Regione Puglia e l’eurodeputato Massimo Paolucci.

Foggia, Rossi “Articolo Uno, nuovo inizio centrosinistra” ultima modifica: 2017-04-24T17:25:16+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi