ManfredoniaStato news
Lunedì 30 maggio 2016, alle ore 16.00, nella Sala consiliare di Palazzo San Domenico

Comune Manfredonia, torna il Consiglio comunale

Il Consiglio comunale sarà trasmesso in diretta streaming sul sito ufficiale del Comune di Manfredonia

Di:

Manfredonia. Il Presidente del Consiglio comunale di Manfredonia, Antonio Prencipe, ai sensi dell’art.21 dello Statuto comunale e del vigente Regolamento del Consiglio, rende noto che il Consiglio comunale è convocato, in sessione ordinaria ed in seduta di prima convocazione, per lunedì 30 maggio 2016, alle ore 16.00, nella Sala consiliare di Palazzo San Domenico, per la trattazione dell’accapo posto al seguente Ordine del Giorno:
1. Piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari per l’esercizio finanziario 2016 – Aggiornamento e approvazione;
2. Programma triennale OO.PP. 2016/2018 – Elenco annuale 2016 – Approvazione;
3. Art.172, comma 1, lett. C del D.Lgs. n.267/2000. Aree e fabbricati da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie – Determinazione prezzo di cessione;
4. Affidamento incarichi di collaborazione autonoma – Programma per l’anno 2016;
5. Conferma aliquote IMU anno 2016 ai sensi della Legge di stabilità per l’anno 2016;
6. Conferma aliquota TASI 2016 ai sensi della Legge di stabilità per l’anno 2016;
7. Esame e approvazione della nota di aggiornamento al Documento Unico di Programmazione (DUP) 2016-2018;
8. Regolamento per l’applicazione sperimentale del ‘baratto amministrativo’ a far data dal 01.01.2017 (art.118 della Costituzione e art.24 D.L. 133/2014 convertito con L. 164/2014;
9. Esame e approvazione Bilancio di previsione finanziaria 2016-2018 e relativi allegati.

Il Consiglio comunale sarà trasmesso in diretta streaming sul sito ufficiale del Comune di Manfredonia, cliccando sulla sezione “Dirette streaming” posta in alto a destra nella homepage.
Ufficio Stampa – Città di Manfredonia (FG)

Comune Manfredonia, torna il Consiglio comunale ultima modifica: 2016-05-24T12:12:00+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Michele

    E la mozione di sfiducia nei confronti di Angelino a quando?


  • Dino

    Ieri, a mio parere, è uscito un messaggio dalle opposizioni,dalla maggioranza, dal sindaco Riccardi, dall’assessore Rinaldi,dai Revisori dei conti, che c’è un problema,ma non c’è una soluzione, oppure il problema c’è ma non è colpa loro.

    Il movimento 5 Stelle, come il passato anno, dice di non approvare un consuntivo ” allegro e irresponsabile”, dove dalle 38 pagine scritte dai Revisori dei conti (per la maggior parte in grassetto per evidenziare le incongruenze dell’Ente rispetto alla normale gestione finanziaria), viene presa come offesa personale da parte dell’assessore Rinaldi tanto da dispiacersi a tal punto di sentirsi con le lacrime al cuore;

    I dirigenti non rispondono all’assessore per l’accertamento dei residui attivi e passivi, nonostante due richieste da parte sua inviate;

    Il sindaco dichiara, dopo tantissimi anni di politica attiva (dall’età di 23 anni) come consigliere regionale, consigliere provinciale,sindaco della passata gestione, di non accettare da questa opposizioni “offese politiche” e le rimanda al mittente, ma dice anche di aver recepito le richiesti urgenti da parte dei Revisori dei conti,ma non ha una soluzione,lo chiede all’opposizione presentando una “sola richiesta”, di cui l’opposizione controbatte dicendo che in questa aula sono stati presentati e bocciati possibili soluzioni;

    Libero Palumbo, come al solito prende la parola in difesa dell’amato sindaco e dà la colpa alle vecchie amministrazioni (30 anni indietro) dei debiti residui. (si consiglia al consigliere di andare a leggere la relazione dei revisori dei conti, dove viene fatta un’analisi e vengono elencati gli anni per cui sono iscritti i debiti da recuperare:
    (2011, 491.700,43;
    2012, 1.184.485,91;
    2013, 2.855.052,83;
    2014, 4.157.901,42;
    2015, 5.422.306,16;
    esercizi precedenti 4.917.079,05
    totale 19.058.525,80;)

    Al consigliere Salvatore Valentino (a suo dire) no si è data la possibilità della dichiarazione di voto,che dopo quasi mezz’ora di urla e ricorsi al regolamento esce dall’aula e rientra subito dopo per votare a favore;

    Italo magno vuole vederci chiaro, manderà alla Corte dei Conti o alle autorità competenti il consuntivo.

    Cristiano Romani, come al solito, non si capisce da che parte sta, dice no all’approvazione di questo consuntivo,ma dice anche che, se l’anno prossimo si risparmiano anche solo 1.000 rispetto a questo consuntivo è disposto a votare a favore.

    D’ambrosio, l’ultimo autorizzato a mettere l’ultima parola cerca di convincere il suo partito a votare si, ma con forti perplessità dal “boy scout” De Luca.

    Chissà se qualcuno avrà capito che il vero problema di questo Ente: LE PARTECIPATE e CHI DEVE controllare.

    Questo è quello che uscito ieri dal consiglio comunale, che si appresta tra cinque giorni ad approvare il bilancio di previsione, staremo a vedere,anzi a sentire.


  • Gino5st

    Come al solito tutto e il contrario di tutto, ma tutti al servizio del re
    A comando !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi