Manfredonia
A cura di Benedetto Monaco

Manfredonia “Musical vocazionale alla Chiesa Santa Chiara”

Così come gli evangelizzatori di “quel tempo”, hanno trasmesso e proveranno ancora a trasmettere qualcosa di significativo a quanti hanno avuto e avranno la possibilità di apprezzarli


Di:

Manfredonia. “Sono ormai quattro anni, che i seminaristi del Seminario Diocesano di Manfredonia, insieme ad altri ragazzi e ragazze provenienti da diversi comuni dell’Arcidiocesi di Manfredonia – Vieste – San Giovanni Rotondo, propongono un piccolo musical, come testimonianza a sfondo vocazionale per la comunità della nostra Chiesa particolare”. A dirlo è Don Fabio Clemente, che ricorda di aver già contribuito a rappresentare negli anni passati, altri spettacoli del maestro e regista Carlo Tedeschi (“Serenata a Maria” -un omaggio al Si della Madonna; “Santi in Musica” – percorso musicale sui santi della terra garganica; “Nuvole di sole” – racconto della vita della beata Teresa Manganiello). Mentre quest’anno i “giovani attori”, hanno messo in scena “Apocrifi del III Millennio”, una riduzione teatrale dello stesso autore e di alcuni scritti di Sua Ecc.za Mons. Francesco Lambiasi. Così attraverso monologhi, canzoni e coreografie, gli interpreti hanno proposto una nuova lettura di alcune pagine fondamentali del Nuovo Testamento caratterizzate dal tema della Misericordia di Dio, tanto cara a Papa Francesco, al punto da indire “uno speciale giubileo proprio sulla Misericordia.” Ed un posto nel cuore di Dio, se lo sono conquistati anche i giovani che si sono preparati per mettere in scena lo spettacolo. Durante il percorso di preparazione, non solo hanno curato le loro piccole o grandi doti artistiche, ma hanno principalmente fatto esperienza di Dio, accogliendolo nei loro cuori, in un clima fraterno. La Parola che li ha provocati ha suscitato tanti interrogativi e tante speranze. Così come gli evangelizzatori di “quel tempo” hanno trasmesso e proveranno ancora a trasmettere qualcosa di significativo a quanti hanno avuto e avranno la possibilità di apprezzarli.

In prossimità della festa di santa Rita, tale rappresentazione è stata offerta nella chiesa di santa Chiara dove molti manfredoniani si recano per manifestare il particolare legame e la devozione verso la santa degli impossibili. In quella mistica cornice arricchita da suggestive luci è stato gettato un piccolo seme: “Dio, che molte volte e in diversi modi nei tempi antichi aveva parlato ai padri per mezzo dei profeti, ultimamente, in questi giorni, ha parlato a noi per mezzo del Figlio” (Eb 1, 1-2) e il messaggio di questi ragazzi è una chiara testimonianza! E’ sempre Don Fabio Clemente a ringraziare i partecipanti perché attraverso il loro impegno hanno aperto una finestra verso un “cielo nuovo e una terra nuova” (Ap 21,1), che è possibile realizzare quando con umiltà e semplicità “eleviamo il nostro cuore e il nostro spirito alla Bellezza che salva e salverà il mondo.” Grazie ragazzi! Continuate a far scaldare i nostri cuori suscitando, con i vostri entusiasmi e le vostre speranze, sogni realizzabili. Così il giovane sacerdote esorta, ringrazia e conclude, anche con una significativa citazione: “ Mai d’umiltà si manca se il proponimento viene fatto a Dio” (Leo Amici).

(A cura di Benedetto Monaco, benedetto.monaco@gmail.com)

FOTOGALLERY

Manfredonia “Musical vocazionale alla Chiesa Santa Chiara” ultima modifica: 2016-05-24T16:11:26+00:00 da Benedetto Monaco



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This