ManfredoniaSpettacoli
Diretto da Gaetano Narducci e scritto a quattro mani con Fabrizio Rinaldi

“Il Prof. di Filosofia”, vincitore Foggia Student Film Fest, approda online

Gli interpreti protagonisti sono Roberto Galano e Christian Di Furia

Di:

Foggia. Un “attimo fuggente” a Foggia, alla fermata di un autobus, con un professore di filosofia ed uno studente. E’ già approdato online il cortometraggio “Il Prof. di Filosofia”, vincitore del primo premio al Foggia Student Film Fest, contest cinematografico organizzato per il secondo anno dall’Università degli Studi di Foggia. A consegnare il premio il regista Alessandro Piva. “Il Prof. di Filosofia” diretto da Gaetano Narducci e scritto a quattro mani con Fabrizio Rinaldi, in veste anche di produttore esecutivo, è stato premiato con la seguente motivazione: “Per aver fatto riflettere con arguzia dialogica sul mondo accelerato dei social e sul rapporto tra estetica della finzione e finzione etica, ricorrendo a pochi elementi (due attori e una panchina) coniugati da una regia essenziale e allo stesso ben funzionale. “

Gli interpreti protagonisti sono Roberto Galano e Christian Di Furia, rispettivamente direttore artistico ed attore/autore del Teatro dei Limoni di Foggia.

Il tema del contest universitario era “elogio della lentezza, omaggio alla riflessione” e Gaetano Narducci assieme a sua sorella Noemi, produttrice del cortometraggio e autrice del soggetto, l’ha interpretato in chiave tecnologica, focalizzando il rapporto dei giovani con l’”information overload”, il flusso ininterrotto e rapidissimo di informazioni a cui siamo esposti giornalmente e che spesso ci porta ad isolarci da chi “fisicamente” ci è vicino.
Nasce così “Il prof. di Filosofia”, che racconta l’incontro fra uno studente e un magnetico professore di filosofia alla fermata dell’autobus presso un parco cittadino.
Il cortometraggio sarà ora inviato a diversi festival cinematografici nella speranza che questo primo premio ricevuto faccia da traino per altri anche più prestigiosi.

È possibile visionare il cortometraggio a questo indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=osnIy4hKkMI

Questa la pagina Facebook del film: https://www.facebook.com/ilprofdifilosofia/



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Antonello Scarlatella

    Bellissimo, il cortometraggio.
    Spero che questo splendido lavoro ci faccia fare un lavoro di introspezione e ci faccia modificare i nostri comportamenti quotidiani.
    ” Un uomo lo puoi migliorare se gli fai vedere com’e’ ” sosteneva Anton Čechov.
    Non ci rendiamo conto che soffriamo ,siamo malati di “bulimia tecnologica” .
    La tecnologia l’ high tech è un grande supporto per l’informazione ma noi non la usiamo solo per l’informazione l’abbiamo surrogata ai rapporti umani.
    Non ci si da più appuntamento in piazza per parlare, dialogare, confrontarsi. Oggi ci si da appuntamento su facebook. La tecnologia non puo’ sostituire l’uomo. La tecnologia non ha anima non usa la ragione i sentimenti ma solo una memoria statica………e noi rischiamo di diventare statici come la memoria di un microcips.
    La memoria statica si differenzia da quella dell’uomo perchè non è allenata nel fare analisi ma solo a limite autodiagnosi.
    Serviamoci della tecnologia, è nata per servirci, come un utensile, non la utilizziamo per diventare delle macchine senza ragione e senza anima.
    Il grande inventore Steve Jobs disse: ” baratterei tutta la mia tecnologia per una serata con Socrate”
    Riflettiamo su questa frase.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi