Foggia
"Le carcasse degli animali deceduti nei giorni scorsi erano state prelevate dai Medici veterinari della ASL e portate nei laboratori di Diagnostica della sede di Foggia dell'Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata"

Zooprofilattico: morte animali nel canile di Apricena per virus del Cimurro

"Solitamente i cani di proprietà, regolarmente vaccinati, sono protetti dalla patologia"


Di:

Foggia – LE indagini diagnostiche eseguite sui numerosi cani morti nel canile di Apricena hanno accertato la presenza del virus del Cimurro. Le carcasse degli animali deceduti nei giorni scorsi erano state prelevate dai Medici veterinari della ASL e portate nei laboratori di Diagnostica della sede di Foggia dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Puglia e della Basilicata. Dopo una serie di indagini volte all’accertamento delle cause ed alla esclusione di altri eventi quali quelli di natura tossicologica, batterica o parassitologica si è arrivati, grazie all’impiego di tecniche molecolari, alla diagnosi di Cimurro. Il Cimurro è una malattia infettiva causata da un virus (CDV) appartenente al genere morbillivirusdella famiglia Paramyxovirus che provoca sintomi vari e di varia gravità, oltre a quelli più noti e frequenti quali congiuntiviti, scolo oculare e nasale, broncopolmoniti, enteriti si possono avere sintomi nervosi quali Incoordinazione motoria, torcicollo, crisi epilettiformi come quelli riferiti dai volontari del canile. Solitamente i cani di proprietà, regolarmente vaccinati, sono protetti dalla patologia.

Redazione Stato

Zooprofilattico: morte animali nel canile di Apricena per virus del Cimurro ultima modifica: 2015-07-24T14:48:27+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This