Foggia

Longo: contributi per i fitti, Comune annuncia, ma soldi non ci sono

Di:

Gianni Mongelli (Ph: ginolisa@)

Foggia – IL consigliere comunale di opposizione Bruno Longo ha inviato una interpellanza urgente, con risposta in Aula, al Presidente del consiglio comunale, Raffaele Piemontese, al sindaco Gianni Mongelli e per conoscenza all’ill.mo sig Prefetto, dr.ssa Maria Latella ed al Presidente della regione Puglia, Niki Vendola, per conoscere i motivi del grave ritardo, da parte del comune di Foggia, nell’erogazione dei contributi annuali, ai meno abbienti,per il pagamento dei fitti per abitazione.

Come si legge tra l’altro nel testo: “i summenzionati contributi economici sono stati già da molto tempo inviati dalla Regione Puglia e quindi già accreditati presso la tesoreria comunale da altrettanto tempo; l’amministrazione comunale di centrosinistra,pur in presenza di una graduatoria definitiva degli aventi diritto e pur in presenza dei trasferimenti finanziari regionali,ha accumulato un vergognoso ritardo nella erogazione dei suddetti aiuti economici”;

“(…) il sindaco Mongelli, sembra anche nel corso di interviste televisive,aveva annunciato l’esistenza in banca dei contributi per i fitti d’abitazione,sin dal 14 agosto scorso ed invitato quindi i cittadini alla riscossione”, dice e scrive Longo. “Centinaia di cittadini recatosi presso l’istituto bancario erogatore, si sono visti, invece, negare le summenzionate somme perché non risultava essere veritiere le affermazioni del sindaco,in mancanza di accredito degli importi relativi”.

Da qui la richiesta al sindaco: “perché importi finanziari vincolati e giacenti presso la tesoreria” sarebbero “stati utilizzati per scopi diversi da quelli previsti per l’erogazione di contributi per i fitti delle famiglie in stato di povertà (…)”, perchè sarebbe “stata addossata ,irresponsabilmente,la colpa della mancata erogazione dei contributi all’Istituto di credito,facente funzione di tesoriere del comune,quando,in verità, non vi era stato nessuno accredito degli importi relativi?”, scrive Longo.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi