Cultura
In questo saggio i lettori non troveranno “effetti speciali” in grado di terrorizzare, né descrizioni di scene agghiaccianti relative a esorcismi degne di un film horror

Il diavolo – P. R. Talmelli – L.Regolo, 2012

Sono numerose le domande che trovano risposta in questo libro “rigoroso e sconvolgente” scritto da padre Raffaele Tolmelli, esorcista e psichiatra con esperienza diretta “sul campo”, e Luciano Regolo, giornalista e autore di importanti libri di argomento religioso

Di:

Bologna/Manfredonia – Sono numerose le domande che trovano risposta in questo libro “rigoroso e sconvolgente” scritto da padre Raffaele Talmelli, esorcista e psichiatra con esperienza diretta “sul campo”, e Luciano Regolo, giornalista e autore di importanti libri di argomento religioso.

IL DIAVOLO. Per un lungo periodo, anche all’interno degli stessi vertici ecclesiastici, c’è stata la convinzione che il demonio fosse solo una fantasia superstiziosa. Ma da Paolo VI in poi, gli appelli dei pontefici a prendere seriamente in considerazione la lotta contro il Maligno si sono fatti sempre più incalzanti. Fino ai più recenti di papa Francesco. Che cosa c’è dietro questo serrare le fila contro il principe delle tenebre? È vero che, come diceva Baudelaire, il più grande inganno del demonio è lasciarci credere che lui non esista? Come si fa a riconoscere la seduzione del male e a proteggersi dall’assalto delle sette? Sono realmente aumentate queste ultime come anche le possessioni diaboliche? Perché la Madonna di Fatima fece vedere ai pastorelli proprio l’inferno? E perché santi e mistici tra i più popolari dei nostri giorni, come san Pio da Pietrelcina o Natuzza Evolo, subivano percosse e continui assalti da Satana e dalle sue schiere? È vero che ci sarebbe una minaccia occultistica-satanica-massonica in grado di minare le fondamenta della Chiesa, o non è forse questa stessa paura la vera minaccia, il più temibile inganno soffiato dal maligno?

ANALISI. In questo saggio i lettori non troveranno “effetti speciali” in grado di terrorizzare, né descrizioni di scene agghiaccianti relative a esorcismi degne di un film horror. Qui il discorso è molto serio, basato sui testi e documenti ufficiali della Chiesa, su esperienze e testimonianze certe. Ne deriva una trattazione che ribalta molte delle convinzioni più diffuse sull’argomento, fornendo nuove e stimolanti chiavi di lettura. Padre Raffaele Tolmelli e Luciano Regolo si alternano nei capitoli, affrontando di volta in volta un aspetto specifico, e va da sé che la parte scritta dal primo risulta più “tecnica” mentre l’altra appare più descrittiva. Il libro è diviso in quattro parti: nella prima si affronta il “mistero dell’iniquità”, si risponde cioè alla domanda: perché esiste la Bestia? La lotta contro il Maligno è l’oggetto della seconda parte, mentre nella terza si parla delle conseguenze della continua azione distruttiva esercitata dal male sugli uomini nel corso dei secoli, i cosiddetti “neri frutti”. Nella quarta parte si parla della “luminosa difesa” che “ci viene dalla fede più sincera, dalle Sacre Scritture, dal più autentico amore cristiano, dalla preghiera convinta”.

GLI AUTORI. Padre Raffaele Tolmelli, esorcista diocesano, è medico psichiatra. Si è laureato in Medicina e Chirurgia, in Scienze e Tecniche di Psicologia della Comunicazione e in Discipline musicali. Ha conseguito il baccalaureato in Filosofia e si è specializzato in Psichiatria. Ha pubblicato libri di tema religioso e musicale.

Luciano Regolo ha lavorato per diverse testate, fra cui “la Repubblica”, “Oggi”, “A”, e “Chi”, e ha diretto “Novella 2000”, “Eva 3000”, “Vip” e “l’Ora della Calabria”. Ha pubblicato i bestseller Natuzza Evolo. Il miracolo di una vita (2010), Natuzza amica mia (2011), Il dolore si fa gioia: Padre Pio e Natuzza. Due vite, un messaggio (2013), Le lacrime della Vergine (2014) e Dove la Madonna parlò a Natuzza (2014).

Il giudizio di Carmine
Padre Raffaele Talmelli – Luciano Regolo
IL DIAVOLO
2012, Mondadori
Valutazione: 3½/5

(A cura di Carmine Totaro – Redazione Stato@riproduzioneriservata)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi