ManfredoniaMattinataVieste
Indagini condotte dai Carabinieri sotto la direzione della Procura

Scomparsa Francesco Armiento, si indaga su facebook

E’ emerso che il giovane usava costantemente il social network

Di:

Foggia/Manfredonia. Le indagini sulla scomparsa di Francesco Armiento, condotte dai Carabinieri sotto la direzione della Procura della Repubblica di Foggia, si indirizzeranno anche sull’analisi del profilo Facebook del giovane. Al vaglio degli inquirenti quindi contatti, chat e messaggi tenuti tramite il social network dal 29enne di Mattinata, non ancora trovato nonostante le incessanti ricerche poste in essere dai Carabinieri assieme ai Vigili del Fuoco, con l’ausilio di mezzi navali ed unità cinofile ed il concorso dei volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri e della Protezione Civile, sulla base del coordinamento della Prefettura di Foggia come da apposito protocollo.

E’ emerso, infatti, che il giovane usava costantemente il social network, motivo per il quale è ora di fondamentale importanza tracciarne l’utilizzo al fine di verificare la presenza di eventuali elementi significativi, soprattutto in merito agli attimi immediatamente precedenti la sua scomparsa, risalente al 27 giugno scorso.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • luisa

    Sto sempre avendo più conferma di ciò che penso,le parole sono tante…..ma i fatti dimostrano zero.la solidarietà così pubblicizzata non esiste,ne ho pien a convinzione.ma fa niente la vita mi ha fatta da maestra,insegnandomi a rialzarmi .la sparizione e morte di un ragazzo di 29 anni senza essere seppellito ,può non avere molta importanza x molti.ma viviamo tutti sotto lo stesso cielo ,se non si è uniti a nulla servono le lamentele.di un ciò che succede intorno a noi..mi affido solamente al nostro Dio che mi faccia avere giustizia e verità x mio figlio Francesco..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati