Politica
Nota stampa

Zullo: “Altri ospedali da chiudere? Chiedere a Emiliano”

"Il Piano pugliese – prosegue - non è supportato da analisi demografiche, epidemiologiche, di sostenibilità economica"

Di:

Bari. “Quando si presentano piani di razionalizzazione non supportati da valutazioni e analisi oggettive del contesto, è inevitabile scontrarsi con la scure delle valutazioni del livello istituzionale superiore. Per questo, non ci sorprende che il governo nazionale chieda alla Puglia ulteriori chiusure di ospedali e di reparti, che si aggiungono alle 20 strutture sanitarie cancellate da Vendola e le altre 8 da Emiliano. Per la nostra Regione, si va incontro alla desertificazione ospedaliera”. Così il capogruppo in Consiglio regionale dei Conservatori e Riformisti, Ignazio Zullo.

“Il Piano pugliese – prosegue – non è supportato da analisi demografiche, epidemiologiche, di sostenibilità economica e di efficienza organizzativa delle reti di emergenza urgenza, tempo dipendenti e di patologie. Ed è per questo che abbiamo detto, fin dall’inizio, che il piano di riordino fa acqua da tutte le parti ed è completamente da rifare. Non bastano emendamenti qua e là per tener contento qualcuno, ma occorre disegnare una rete ospedaliera efficiente e pienamente rispondente ai bisogni della popolazione e in continuità con la medicina territoriale. Peccato – conclude Zullo – perché abbiamo perso molto tempo per assistere alle performance da ‘Mandrake’ di Emiliano”.



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • LA SALUTE E UN DIRITTO DEL CITTADINO QUESTO VIENE CALPESTATA CON LA CHIUSURA DI OSPEDALI E REPARTI MA TUTTO QUESTO ALLA REGIONE PUGLIA COMPRESO IL SIGNOR EMILIANO NON INTERESSA A LORO INTERESSA CHIUDERE OSPEDALI E REPARTI PER FAR QUADRARE I CONTI ALLA REGIONE NON INTERESSA LA SALUTE DEL CITTADINO.RICORDIAMOCI CHE PER FAR FUNZIONARE UN OSPEDALE COME AD ESEMPIO IL SAN CAMILLO DI MANFREDONIA CI VUOLE ANCHE UNA PICCOLA RIANIMAZIONE POST OPERATORIA SE MANCANO LE COSE ESSENZIALI E NORMALE CHE SI DICE L OSPEDALE NON RENDE ED ALLORA SI CHIUDE FINO A QUANDO QUALCUNO NON AVRA QUALCHE MORTO SULLA COSCIENZA PER LA PERDITA DI UN PAZIENTE NEL TRASFERIRLO IN UN ALTRA STRUTTURA MA TUTTO CIO AI SIGNORI CHE STANNO ALLA REGIONE COMPRESO IL SIGNOR EMILIANO NON INTERESSA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati