LavoroManfredonia
La presentazione delle candidadute avviene tramite procedura telematica nei termini e nelle modalità indicati alla lettera L dell'avviso

Avviso per la formazione a sostegno dei lavoratori cassintegrati a zero ore

Per poter accedere alla procedura telematica è necessario essere registrati al portale Sistema Puglia


Di:

Con determinazione dirigenziale n. 1166/2017, si approva l’avviso pubblico n. 4/FSE/2017 – “Formazione a sostegno dei lavoratori in cassa integrazione guadagni a zero ore”. Obiettivo dell’azione è promuovere l’utilizzo di voucher quali incentivi economici di natura individualizzata, finalizzati alla partecipazione a percorsi formativi in coerenza con le esigenze e priorità del territorio, proposti direttamente dagli Enti di formazione accreditati.

La presentazione delle candidadute avviene tramite procedura telematica nei termini e nelle modalità indicati alla lettera L dell’avviso. Per poter accedere alla procedura telematica è necessario essere registrati al portale Sistema Puglia (www.sistema.puglia.it).

Provvedimento ed avviso sono pubblicati nel Bollettino ufficiale regionale n. 100 del 24 agosto 2017

Leo: “Accrescere le competenze per facilitare la ricollocazione dei lavoratori.”


“L’avviso per la formazione a sostegno dei lavoratori in cassa integrazione straordinaria a zero ore annunciato nei mesi scorsi è stato pubblicato e la piattaforma per la presentazione delle proposte formative sarà attivata dal prossimo 7 settembre, mentre i corsi potranno essere avviati dal 10 ottobre. Ad annunciare l’avvio della misura è l’assessore con delega al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione della Regione Puglia, Sebastiano Leo.

“Abbiamo- dice- un obiettivo ambizioso: costruire politiche regionali per il lavoro che possano innalzare la qualità del capitale umano e accrescere i livelli di occupabilità dei lavoratori pugliesi. “Da tempo – prosegue l’assessore – abbiamo dato dimostrazione di voler investire nella formazione come strumento per aumentare le competenze di ciascuno, adeguandole alle sollecitazioni del mercato del lavoro e alle istanze delle imprese. Sono convinto che aver cura dei cittadini in condizione di fragilità rappresenti un doveroso atto di equità sociale, per promuovere la coesione e l’inclusione sociale: per questa ragione partiamo dalla platea ristretta dei lavoratori in cassa integrazione a zero ore. L’avviso pubblicato, infatti, consentirà di avvalersi di formazione specialistica da selezionare nell’ambito del catalogo dell’offerta formativa per il rafforzamento e la diversificazione delle competenze: azioni di accompagnamento e sostegno di questa particolare categoria di lavoratori, travolti da preoccupanti e durature crisi aziendali. Da loro, infatti – continua Sebastiano Leo – vogliamo partire per infondere speranza e fiducia a chi vive una condizione di preoccupazione per le sorti del proprio lavoro.

Tra pochi giorni, inoltre, grazie alla riproposizione dell’avviso “Welfare to Work”, rivisto e modificato per aumentarne l’efficacia e potenziare le opportunità di placement di quanti sono avviati a formazione, estenderemo ulteriormente il nostro intervento anche a chi vive una condizione di precarietà del lavoro.

“La presentazione “a sportello” delle domande – conclude l’Assessore – renderà lo strumento particolarmente flessibile e adattabile alle necessità della platea cui è destinato. Ci aspettiamo che l’adeguamento delle competenze e il coinvolgimento nel processo formativo delle agenzie per il lavoro possa rendere più dinamico il mercato del lavoro pugliese.”

Avviso per la formazione a sostegno dei lavoratori cassintegrati a zero ore ultima modifica: 2017-08-24T09:50:02+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Michelantonio

    Sono è resteranno soltanto delle dichiarazioni astratte, e semmai copiate chissa’ dove.
    ” Innalzare le qualità delle risorse umane “, di queste abbiamo un elevato numero di giovani laureati disoccupati, costretti ad andare via per MANCANZA DI LAVORO.
    invece, questo mi sembra un progetto per ” sistemare” un certo numero di socialmente utili, di partito, a discapito di migliaia di giovani che aspettano di essere inseriti nel mondo del lavoro.
    Tali Politici, se così si possono definire, cercassero almeno di applicare provvedimenti per non perdere altri posti di lavoro, non dico di aumentarli perché incapaci professionalmente..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi