Foggia
"Ad agire deve essere la Capitanata: i cittadini, le istituzioni, gli imprenditori, le associazioni di consumatori, i comitati"

“Gino Lisa, si passi dalle parole ai fatti”

"Così come dovrebbe sapere della disponibilità di un gruppo imprenditoriale foggiano a mettere a finanziare il restante 5% per dell’opera"

Di:

Foggia. ”Provincia e Comune chiamati a convocare un incontro con la Regione dopo le dichiarazioni dell’assessore Nunziante. I consiglieri Cataneo, Sciagura e Rizzi hanno convocato un’assemblea pubblica per dare nuovo impulso al progetto di allungamento della pista.

La Regione Puglia non è più credibile, e per il Gino Lisa è ora di passare dalle parole ai fatti. Ad agire deve essere la Capitanata: i cittadini, le istituzioni, gli imprenditori, le associazioni di consumatori, i comitati. Per questo pensiamo sia opportuna una grande assemblea, aperta a tutti, per un confronto serio e per mettere a punto azioni utili a dare l’impulso necessario alla ripresa del progetto di allungamento della pista”.

Pasquale Cataneo, consigliere comunale e provinciale di Forza Italia, e i consiglieri comunali Marcello Sciagura e Vincenzo Rizzi, intervengono in merito all’ennesimo rischio blocco di rilancio del Gino Lisa, dopo le dichiarazioni dell’assessore ai trasporti ed infrastrutture, Antonio Nunziante, subentrato al dimissionario Giannini, sferzando la giunta di via Capruzzi e rilanciando sulla necessità di avviare azioni concrete “Le dichiarazioni dell’assessore Nunziante hanno frenato l’entusiasmo di un intero territorio” dichiarano i tre consiglieri “L’annuncio del presidente Michele Emiliano, sulla disponibilità della Regione a finanziare il 95% dell’opera infrastrutturale aveva ridato speranza alla ripresa di un progetto strategico per la Capitanata”. Per Cataneo, Sciagura e Rizzi, che da tempo condividono l’impegno per il rilancio del Gino Lisa, è incomprensibile la posizione dell’assessore Nunziante, sia per quel che riguarda l’allungamento dei tempi, sia per la vicenda del reperimento dell’ulteriore 5% di finanziamento necessario al progetto “Nunziante ha dichiarato di aver bisogno di tempo per poter leggere le carte, ma dovrebbe sapere che a sua disposizione ci sono i dirigenti della Regione che la documentazione, tutta, relativa al Gino Lisa la conoscono benissimo.

Così come dovrebbe sapere della disponibilità di un gruppo imprenditoriale foggiano a mettere a finanziare il restante 5% per dell’opera. Evidentemente, Nunziante non sa che funzionari dell’UE, attraverso videoconferenza indicarono alla dirigenza ed agli amministratori che vi parteciparono, le nuove modalità e le procedure per rivalutare la piena operatività dello scalo foggiano in termini di voli aerei, anche alla luce della cosiddetta Continuità territoriale”. Cataneo ricorda i tempi lunghi e la mancata spesa dei fondi “Ad oggi ancora non si riescono a definire le procedure con l’UE, che ha sbloccato l’impasse con una nuova normativa. Ricordiamo che a disposizione ci sono 14 mln di euro, fondi CIPE disponibili nel bilancio regionale della Puglia dal 2011. Dunque, disponibili da sei anni, durante i quali in Regione si sono alternati due presidenti e tre assessori ai trasporti; in AdP abbiamo avuto un Amministratore Unico e due CdA, ed una tecnostruttura che ben conosce la normativa”. I ritardi e le mancate risposte dalla Regione e dal Governo centrale, alle istanze della Capitanata sono numerose e gravi, in particolare in tema di trasporti. Per questo, secondo Cataneo, al prossimo tavolo interistituzionale a Roma con il Ministro Delrio, è indispensabile arrivare con una visione condivisa con la Regione Puglia, sia sul versante aeroportuale che su quello ferroviario, nell’ottica dei documenti di programmazione vigenti . “Riteniamo fondamentale, oltre che urgente, un confronto pubblico” affermano i consiglieri Cataneo, Sciagura e Rizzi “E’ stata indicata la data del 28 agosto, alle 11, nella sede delle Commissioni consiliari del Comune di Foggia in corso Garibaldi, 37. E’ un incontro aperto ai colleghi consiglieri, a comitati, associazioni imprenditoriali e sindacali, di consumatori e non, a singoli privati.

L’assemblea servirà ad approfondire tutti gli aspetti utili a definire una serie di obiettivi e azioni da prospettare successivamente, in un altro incontro a brevissima distanza, con Comune e Provincia di Foggia che, nel frattempo, si possono attivare promuovendo un incontro con l’assessore Nunziante ed il Presidente Emiliano”. Dunque, per l’allungamento della pista e la ripresa dei voli dal Gino Lisa, ora più che mai, è necessaria un’azione chiara, decisa ed urgentissima “Nel giro di due settimane, e comunque entro la prima quindicina di settembre, si dovranno individuare ed elencare le problematiche, e prevedere un percorso condiviso (chi fa cosa ed in che tempi) per la loro risoluzione, con l’elaborazione di un cronoprogramma che includa verifiche mensili sulle azioni previste ed i loro esiti””.



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • cittadino

    Ma i politici di capitanata non valgono neanche il 5%…. Ma che razza di p…. hanno costoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi