Manfredonia

Nell’ex Ospedale Orsini la nuova sede dei Servizi sociali

Di:

Trasferimenti Ospedale Orsini

Trasferimenti Ospedale Orsini (St)

Manfredonia – IN fase di trasferimento gli Uffici dei Servizi Sociali del Comune di Manfredonia: da ieri, 24 settembre, tecnici e operatori attivi per allestire la nuova sede presso l’ex Ospedale Orsini. “L’antico edificio, in questo modo, torna alla sua funzione storica”, spiega l’assessore alle Politiche Sociali Paolo Cascavilla, intento alle operazioni di trasloco.

Nel 1678 il cardinale Orsini, infatti, destinò “la casa palazziata nella contrada San Lorenzo”, lascito testamentario del nobile sipontino Donato De Felice, a “comodo spedale” per l’assistenza agli infermi poveri: a tale scopo la fece “accomodare e ampliare in tal forma, che nell’appartamento di sopra vi sono sei stanze, una delle quali è un salone ben grande, senza contare le officine inferiori, e un giardino”.

Sull’attività dello ‘spedale’ non si hanno notizie fino al 1872, quando venne costituita la Congregazione della Carità del Comune di Manfredonia, ente morale di carattere giuridico nato con lo scopo di amministrare i beni in favore dei poveri; tramite uno Statuto e un Regolamento furono, inoltre, codificati i rapporti con le istituzioni: norme ben precise cominciarono a definire i contributi del Comune per le spese farmaceutiche, le modalità dei ricoveri e il miglioramento delle condizioni logistiche e assistenziali.

A partire dagli inizi del ‘900, quando la crescita della popolazione e l’entrata in vigore di più severe norme in materia sanitaria resero la struttura inadeguata alle nuove esigenze, la destinazione dello stabile seguì alterne vicende, che lo hanno portato a essere prima Caserma di Cavalleria poi Preventorio antitubercolare; ancora, successivamente, locale adibito alle prove di concertazione della banda cittadina e, infine, sede decentrata dell’Università degli Studi di Foggia, dopo l’imponente operazione di restauro conclusa nel mese di febbraio del 2005 a cura dell’Assessorato alle Opere Pubbliche.

Oggi, nella sua nuova veste, lo xenodochium recupera la propria funzione ‘sociale’: al pian terreno presenterà i locali di front-office, gli uffici dedicati agli anziani e ai disabili, e la sala d’attesa, mentre l’androne d’ingresso costituirà, soprattutto in estate, un comodo spazio di disimpegno.Al piano superiore, a cui si accede con una scalinata centrale oltre che con un ampio ascensore, saranno dislocati i vari uffici di settore.

(Citazioni storiche sono tratte dal libro ‘L’Ospedale Civile Orsini di Manfredonia’ di Lorenzo Pellegrino, Edizioni del Golfo, Manfredonia, 2000).

Nell’ex Ospedale Orsini la nuova sede dei Servizi sociali ultima modifica: 2010-09-24T03:20:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi