Foggia

Vertenza Amica, piattaforma sindacati per riduzione costi

Di:

Vertenza Amica, sindacati presentano piattaforma per riduzione costi (st)

Foggia – “I lavoratori di Amica e Daunia Ambiente ancora una volta stanno dando manifestazione di grande spirito di sacrificio e senso di concretezza. Speriamo che questa risorsa e questa disponibilità sappia essere ora valorizzata da chi di dovere”. E’ il commento della segretaria generale della Funzione Pubblica, Francesca Tavano, a proposito della piattaforma inviata dai sindacati (Fp Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti, Fiadel Igiene Ambientale, Ugl Igiene Ambientale e rappresentanti dei lavoratori)
al sindaco di Foggia e a tutti i soggetti istituzionali interessati alla vertenza Amica.

Un senso di responsabilità “che in questi anni è stato altissimo, confermato sia dall’aver effettuato il servizio nonostante le gravi e note difficoltà gestionali, sia dall’accettare la prospettiva di riduzioni salariali. Ora la vertenza è davvero a un punto di non ritorno”, dichiarano tutti i sindacati delegati.

Infatti, dopo le lettere di licenziamento per il personale di Amica e Daunia Ambiente, in previsione del fallimento di entrambe le società e l’impossibilità di prorogare l’esercizio provvisorio oltre il 30 settembre, un’affollata e partecipatissima assemblea di lavoratori tenutasi sabato scorso ha dato mandato ai sindacati di presentare una piattaforma, dopo che la società barese Amiu aveva elaborato una propria proposta di riduzione di costo del personale e riorganizzazione aziendale, al fine di garantire lo svolgimento del servizio di igiene urbana attraverso un passaggio di gestione.

“La proposta di Amiu – spiega Francesca Tavano – può essere notevolmente migliorata utilizzando altri strumenti per arrivare allo stesso obiettivo. Avvalendosi di criteri di solidarietà tra i lavoratori – disposti a ridursi il salario in maniera proporzionale – si raggiunge una riduzione dei costi del lavoro lievemente inferiore a quella presentata dalla società barese. Il tutto senza cancellare i diritti acquisiti negli anni dai lavoratori. Un secondo dopo l’eventuale stipula di tale accordo, siamo disposti a discutere di tutti gli aspetti inerenti la riorganizzazione aziendale”.

“Ora siamo in attesa di risposte. Crediamo che la piattaforma presentata possa tenere assieme le esigenze gestionali, di garanzia occupazionale e di garanzia del servizio di igiene urbana”, concludono i sindacati.


Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi