ManfredoniaMonte S. Angelo
Nota stampa del movimento politico "Verso il futuro"

Monte Sant’Angelo, “Capitale della mafia garganica?”. Proteste

"Caro Sindaco, renditi conto che hai il dovere di difendere l’onore e la storia di questa nostra Città"


Di:

Venerdì 22 settembre 2017 la #RAI1, all’interno del programma #TV7, ha mandato in onda un servizio sulla mafia in Capitanata. Ad un certo punto del programma il giornalista Alessandro Gaeta ha affermato che Monte S. Angelo è la città nella quale si elaborano e assumono le decisioni della mafia garganica.

Evidentemente il giornalista non si è reso conto che siamo molto oltre la fine degli anni novanta e che il fenomeno mafioso in Capitanata ha subito profonde trasformazioni territoriali e di “leadership”.

Ciò non significa che la nostra Città non abbia problemi di criminalità, ma da qui a definirla una sorta di capitale della mafia di Capitanata ce ne corre!

Ma ciò che ci sconcerta di più è il comportamento del Sindaco D’Arienzo che, da una parte, contesta la difesa della onorabilità di Monte S. Angelo operata dal redattore di Telenorba e, dall’altra, si chiude nel silenzio di fronte alla gravissima affermazione del giornalista Alessandro Gaeta.

Caro Sindaco, renditi conto che hai il dovere di difendere l’onore e la storia di questa nostra Città, sede del culto universale dell’Arcangelo Michele, a meno che anche tu non sia convinto che in Monte S. Angelo ci sia la regia della mafia di Capitanata.

In quest’ultimo caso hai due alternative: o scendi in campo apertamente al fianco delle forze dell’ordine per combattere la mafia o rassegni le dimissioni da Sindaco. “Tertium non datur” (Non c’è per te e per la Giunta altra via d’uscita).

Monte S. Angelo, 24 settembre 2017 “VERSO IL FUTURO”

Monte Sant’Angelo, “Capitale della mafia garganica?”. Proteste ultima modifica: 2017-09-24T17:04:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
12

Commenti


  • paolo

    Sindaco D’Arienzo, abbia uno scatto di orgoglio. Organizziamo una raccolta firme a sostegno di una lettera di protesta al direttore generale della RAI. Esca dal “guscio della pavidità e del pressappochismo politico”. Abbia coraggio, esca allo scoperto contro quel giornalista, ….
    Credo che una sua forte e risoluta posizione di idiosincrasia nei confronti della Testata, della RAI e di quel sedicente giornalista le restituirebbe quella credibilità politica che nostro malgrado non si è mai vista, neppure all’indomani del suo insediamento. Lo faccia, oppure mi associo alle parole del comunicato in oggetto: DIMETTETEVI, LA POLITICA E L’AMMINISTRAZIONE DI UNA CITTA’ NON FANNO PER VOI!


  • matteo

    è una vergogna che il sindaco non prende la parte della sua citta’ è dei suoi cittadini. è si devono vergognare pure gli assessori che non dicono niente è pure il presidente del consiglio comunale. i consiglieri è chi hi canosc!


  • tony

    IL SINDACO SI DIMOSTRERA’ QUELLO CHE E’…NON SI SCOMODERA’ A DIFENDERE LA SUA CITTA’,I SUOI CITTADINI..


  • Michele

    Io invece pensò che il Sindaco stia già preparando qualcosa contro questo giornalista ..almeno lo spero perché questa ..giornalista bisognerebbe querelarlo. Sindaco non deludermi sono un tuo sostenitore .


  • Cittadino

    Però il giornalista in fondo in fondo mi sa che ha ragione perché a questo paese lavora solo chi è raccomandato dal sindacato o dalle brave persone che ha parlato il giornalista codardi


  • LIBERO

    Sindaco voglio sperare che stia predisponendo qualche protesta ufficiale contro la RAI e contro quel giornalista … lo faccia subito, non aspettiamo che qualcun’altro ci sferra qualche altro tiro mancino. Di ingiustizie la nostra città ne ha gia’ subite tante, ad incominciare dallo strano scioglimento comunale, che ha visto sciolti tutta la piattaforma politica locale, che va da destra a sinistra! Non permettiamo che monte venga usata come agnello da sacrificare ogni qualvolta c’è da nascondere le magagne di qualche altra città limitrofa, che annovera politici nazionali che la tutelano a scapito, appunto, di monte che è la nostra mata citta’.


  • TONINO A.

    SINDACO, STIAMO ASPETTANDO ANCORA LA SUA INVETTIVA CONTRO QUEL GIORNALISTA -NOI PAGATORI DI CANONE. LO METTA A TACERE E FACCIA SENTIRE LA SUA VOCE INDIGNATA, CHE AVREBBE SICURAMENTE IL SOSTEGNO DI TUTTI I CITTADINI!!! FORZA SINDACO, METTA FUORI IL CORAGGIO


  • Alessandro

    Il servizio giornalistico dice la verità. Chissà perché esistono persone che negano questa evidenza… Chi vogliono difendere?


  • Alessandro

    Vorrei sapere chi ha protestato per questo servizio televisivo. Parlo con tantisssima gente e nessuno ha protestato e nessuno riferisce di proteste. Anzi, sento dire che finalmente si parla del problema.


  • Tommy N.

    SINDACO, (moderazione,ndr). LO FACCIA SUBITO SIGNOR SINDACO, O LA POPOLAZIONE QUEI RISARCIMENTI LI CHIEDERA’ A LEI! PARLI, DICA QUALCOSA IN PROPOSITO.


  • T. m.

    Leggo commenti di persone che invitano il sindaco e la giunta a prendere posizione contro il giornalista RAI che ha in modo malevolo tentato di infangare la nostra città, evidentemente per meri fini politici e per tutelare qualche città limitrofa, ove la MAFIA la fa da padrone. Ma il sindaco è troppo impegnato a raddoppiarsi la propria indennità, portandola a duemila euro netti, o giu’ per lì; è impegnato con il concorso a Mattinata, ed infine con la Manfredonia Vetro, per la quale l’asta è andata deserta, nonostante i suoi “riti” propiziatori e apotropaici. L’ennesima figuraccia di D’Arienzo! Ma ormai ci ha abituati a tutto ciò!!

  • Infatti non si cosce il senso del titolo dell’articolo, dal momento che nessuno ha protestato a Monte per il servizio televisivo. Anzi, la gente che parla condivide è questo è un buon segno, vuol dire che c’è meno omertà che in passato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This