FoggiaManfredoniaPolitica
Riccardi alla presidenza è la voce per ora più accreditata

Verso la presidenza ASI: un sindaco dopo un parlamentare?

Finora, per stabilire chi dovrà subentrare all’ex parlamentare diessino Mastroluca, non si è svolto alcun tavolo ufficiale


Di:

Foggia, 24.09.2017. Il campo è quello del Consorzio per lo sviluppo industriale, la partita che si sta giocando, dopo dieci anni di presidenza Mastroluca, è quella del rinnovo dei vertici e dell’organigramma, ovvero la gestione di 40 milioni di euro per la piattaforma integrata della zona Asi. Un progetto funzionale alle maggiori aree industriali, base retro-portuale, collegamento con i porti meridionali per lo sviluppo di ulteriori attività ad essi legate. E di sviluppo del porto di Manfredonia ha parlato di recente la Confindustria
riunita presso il Castello della città del golfo. “Infrastrutture, Logistica, Portualità, Trasporti: i nuovi obiettivi della Capitanata”, questo il tema dell’incontro per una questione, quella del rilancio delle aree portuali, che cade pochi giorni prima dell’assemblea di Asi che dovrà stabilire chi è il presidente.

Prima di Mastroluca, ex presidente


La metafora calcistica l’ha usata proprio il sindaco di Manfredonia a proposito di una sua possibile candidatura per il consorzio: “Questa partita la sto giocando, non sono solo voci”, ha dichiarato a Stato Quotidiano. Dunque è un nome fra i più accreditati in questa competizione di cui si conosce ben poco. Diciamo che la convergenza sul sindaco di Manfredonia Riccardi è il perno attorno cui stanno ruotando altre decisioni ed altri equilibri, per esempio il ruolo di Foggia, il comune più grande tra quelli che votano e che possiede il 35% delle quote nella votazione in base al capitale sociale.

immagine allegata al testo

Il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi (ph comune manfredonia)

Se fosse Angelo Riccardi a ricevere l’investitura, sarebbe la prima volta di un sindaco presidente dopo 20 anni. Franco Mastroluca era un parlamentare, prima di lui la gestione commissariale di Francesco Virgilio, ancora più indietro nel tempo un professionista, l’avvocato Follieri.

La scelta (eventuale) di Angelo Riccardi


Il gruppo del Pd di Manfredonia è compatto sul suo nome? Pur con qualche dissenso nel suo gruppo di amministratori e consiglieri, l’orientamento del Pd locale (Paolo Campo consigliere regionale e Michele Bordo parlamentare) è quello di far scendere in campo una prima fila. Riccardi, oltre a governare una delle città più grandi e più strategiche della Capitanata – dove il Pd governa da sempre e intorno al cui asse politico ruotano spesso anche le mosse politiche della città capoluogo- è un consigliere provinciale che in campagna elettorale, per cui si è impegnato tardi e con buoni risultati, ha contribuito alla vittoria del presidente Miglio senza ricevere la vicepresidenza che è toccata ad un civico, Rosario Cusmai.

Il confronto tra civici e Pd

Anche la contesa su Asi, praticamente, si è delineata come un confronto, più o meno polemico (il sindaco di Lucera Tutolo non ha detto “no” ad un nome ma ha chiesto di parlare di progetti) fra i civici e il Pd, liste e partiti che governano gran parte dei comuni della Capitanata, oltre alla Provincia e alla Regione. Per questo si è fatto anche il nome di Gigi Damone, il consigliere più suffragato a San Severo alle ultime comunali, seimila voti alle regionali appoggiando Emiliano, nominato consigliere nella fondazione del banco di Napoli. Damone, in ogni caso, non solo non ha mai rilasciato dichiarazioni a riguardo, ma si è sempre mostrato molto lontano e poco interessato a questa candidatura.

Gli appuntamenti politici e il congresso Pd

Questa eventuale nomina di Riccardi peserà su altri appuntamenti politici, per esempio il prossimo congresso provinciale del Pd che doveva svolgersi prima dell’estate e che è stato rimandato? L’asse che sostiene la candidatura di Lia Azzarone e quella che sostiene Tommaso Sgarro rispecchiano le due anime concorrenti del Pd. Da una parte Bordo e Piemontese, dall’altra Elena Gentile. Riccardi all’Asi è un tassello a favore del primo asse, nel caso avesse bisogno di essere rafforzato e rinnovato dopo le primarie, quando Manfredonia sostenne Orlando (incalzato da Michele Emiliano) Foggia scelse il governatore candidato, Cerignola incoronò Renzi. Nella versione autunnale, diciamo, il Pd di Manfredonia si ricompatta con la linea di Emiliano.

Il primo Consiglio comunale di Foggia- foto di Roberto D'Agostino

Il primo Consiglio comunale di Foggia- foto di Roberto D’Agostino

Nessun tavolo ufficiale per la presidenza

Quello che è certo è che, finora, per stabilire chi dovrà subentrare all’ex parlamentare diessino Mastroluca, non si è svolto alcun tavolo ufficiale. Probabilmente qualche giorno prima del 27 settembre questa consultazione avverrà. Come mai non ci si riunisce per decidere, è questa la prassi? Possibile che si sia verificato, secondo alcune fonti che preferiscono restare anonime, un irrigidimento del gruppo di Manfredonia sul nome di Riccardi staccando Foggia dalle decisioni, una città che per l’importanza della sua area industriale può sicuramente rivendicare un ruolo. Se questo poi si trasformerà nella scelta di una persona vicina al sindaco (la presidenza va al centrosinistra, la direzione al centrodestra, questo sarebbe un accordo di massima) è da vedere. Anche su questo punto non c’è una linea, il partito, in questo caso Forza Italia per Landella, non ha rilasciato dichiarazioni. Il sindaco ha esplicitamente detto a Stato Quotidiano che “per ora non rilascia dichiarazioni”.

Sceglierà consultando qualcuno o deciderà in piena autonomia? Dato che si confrontano associazioni di categoria e comuni e la sostanza politica è che decidono soprattutto i civici e il pd, al governo di gran parte della Capitanata, meglio non intromettersi con tutta la segreteria in questa diatriba? All’Asi, in ogni caso, richiedono un governo forte, arrivare in assembla divisi non serve a nessuno, il contesto e l’obiettivo restano, ovviamente, lo sviluppo del territorio.

(A cura di Paola Lucino, Foggia 24.09.2017)

Verso la presidenza ASI: un sindaco dopo un parlamentare? ultima modifica: 2017-09-24T18:02:50+00:00 da Paola Lucino



Vota questo articolo:
21

Commenti


  • sasa

    dopo aver portato il comune a un passo dal dissesto finanziario, deve trovare un altro posto per arrivare a prendere il vitalizio regionale


  • Michelantonio

    A me sembra piu’ una SPARTIZIONE del potere politico dei 40.000.000 di euro, e non di un vero sviluppo industriale per creare posti di lavoro.
    Nel passato non sono stati capaci di salvare alcune attivita’ industriali gia’ esistenti sul territorio da anni, immaginiamo con questa crisi europea, cosa potranno fare certi illustri personaggi che non sanno nemmeno cosa significa ‘ fare impresa ‘.
    E’ tutta un’illusione politica di VITALIZI a vita.


  • lettore attento

    Ma quale sviluppo della capitanata l’unico sviluppo è quello personale


  • Toto'

    D’Ambrosio ambiva a questa “poltrona” in base alle indiscrezioni trapelate dalla stampa?!
    Ma come poteva solo pensarci!
    Bhoooo!
    Ma jess –

  • Evviva u magn magn si mangia bene


  • Secondo me

    Impresentabile per iil parlamento . A qualche parte bisogna sistemarlo per dargli una rendita


  • Fabrizio

    Che IDIOTI invece di tifare per un manfredoniano questi ebeti . Meno male che sono appena una decina.


  • cittadino

    Ma ci si rende conto….. in quali mani si mette un importante strumento di sviluppo, il contratto d’area di Manfredonia ed i suoi responsabili unici non hanno insegnato nulla…. ed era solo una parte minima della capitanata, qualè’è stato il risultato ?


  • pensionato

    tifare per un Manfredoniano?stai scherzando,sono loro che hanno affossato Manfredonia,con le spartizione e aumento a dismisura delle tasse,alla presidenza asi non ha fatto niente Mastroluca e non farà niente Riccardi se eletto ,sono solo dei cerca poltrona, vedi D,ambrosio Campo Riccardi Ognissanti Bordo,mai che si fanno da parte hanno fatto della politica un mestiere.


  • Michelantonio

    X Fabrizio:

    Quelli che tu definisci idioti, sono molto di piu’ di una decina e sono tutti quelli che la pensano.come te.
    Infatti , anni fa abbiamo avuto un periodo che Manfredonia, avevamo 2 ONOREVOLI ed 1 SENATORE manfredoniani, cosa hanno fatto per Manfredonia???
    Niente, anzi hanno fatto spostare la Diresione Sanitaria a Cerignola.
    Tu e tutti i vari lecchin…del Partito, dovete convincere che ad occupare certi posti Dirigenziali devono essere occupati dai diversi giovani laureati esperti in vari settori lavorativi, per poter sperare in un vero sviluppo settoriale.
    Il TIFO si puo’ farlo al campo sportivo, se vale la pena.


  • Marta

    Mangiano sempre gli stessi e i fessi a leccar –


  • Gino

    Ma Riccardi non aveva dichiarato a tutti che non avrebbe mai accettato la presidenza Asi perché la sua responsabilità lo portava a terminare il suo mandato da sindaco ???
    Io penso che come sempre le bugie vanno avanti
    E politica ad affari vanno a braccetto

  • Vota a me!!!!!! Chi sei tu. Che cosa hai fatto per Manfredonia i tuoi interessi

  • Signor ebete noi un Manfredoniano cosi no lo vogliamo e no lo vorrebbe nessuno in Italia. Perché costui per Manfredonia no ha fatto nulla. Capito mi hai


  • Immacolata Sottolano

    Buongiorno a tutti.
    Ritengo giusto che il sindaco possa avere questa carica. Sono tanti i soldi da gestire.
    D’altronde non può essere diversamente visto che il nostro amato Onorevole preciso e circonciso e l’altro componente della Trinità che ricopre la carica di inutile Consigliere regionale debbano avere più potere e danaro del nostro Sindaco.
    Forza Riccardi, che ce la fai.
    Cordialmente.


  • Sandro

    Manfredonia ha un ruolo fondamentale nello sviluppo economico industriale della Capitanata, il rilancio dell’economia non può prescindere da Manfredonia, il rilancio non può prescindere dal Porta Alti Fondali, l’unico modo di traghettare la capitanata fuori dall’oblio è quello del rilancio del porto Alti Fondali, del sistema portuale di Manfredonia!
    Manfredonia negli anni 70 era candidata ad essere la Città più importante e strategica della Capitanata, poiché qualcuno aveva capito che lo sviluppo della Capitanata stessa aveva come passaggio obbligatorio lo sviluppo di Manfredonia, per una serie di fattori legati al territorio che i Sipontini 2000 anni fa avevano capito, della nostra amata Manfredonia. Ma la mamma dei cretini è sempre incinta e, a qualcuno questa visione logorava e logorava talmente tanto da svilire Manfredonia, Foggia non poteva essere seconda a nessuna!
    Riccardi è la persona giusta e non per campanilismo o servilismo, poi per tutto quello che si scrive in questo form, rispondo che non basta dire criticare, che è nelle regole della democrazia ma, le critiche devono essere avvalorate da una contro soluzione e non è detto che sia quella giusta!
    Ad maiora semper

  • SINDACO SCIAGURATO !!!!!!!!


  • alina

    Le poltrone, quelle più sensibili e strategiche per un territorio andrebbero assegnate a chi ha una vera competenza documentata da successi manageriali riscontrabili.
    Mi sbaglio oppure qualcuno é sotto direttiva della Corte dei Conti per l’enorme debito conclamato?


  • Immigrato

    dare questa presidenza ad un Manfredoniano è giusto, visto il ruolo importante che Manfredonia potrà rivestire. ma il punto è un altro: non c’era già un Manfredoniano alla Presidenza? e che ha fatto?


  • jmbo

    E’ proprio vero che in politica più fallisci più puoi ambire ad incarichi importanti… e si cade sempre in piedi. Mastroluca, Bordo, Leone, etc., che fallimento. Se io fallisco nel mio lavoro il mio titolare mi prende a calci nel deretano e mi allontana perché non sono in grado… la classe politica italiana è fallimentare da anni e anni da legislature e legislature eppure è sempre lì… Il controllore ed il controllato non possono essere concentrati nella stessa persona
    che possono portare a corredo delle loro esperienze politiche


  • Maria Guerra

    Sta bene criticare. e “quando ci vuole ci vuole”. Però dovete anche guardare il rovescio della medaglia per una visione completa. Angelo Riccardi è un amministratore capace e lo ha dimostrato con i fatti.
    Ovviamente, per chi è stato tanto operoso bisogna ammettere qualche errore o incidente di percorso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This