Cronaca
Incendio forse provocato da corto circuito

Fiamme su scuolabus a Borgo Arpinova, nessun ferito

Di:

(ANSA) – FOGGIA, 24 OTT – Un mezzo dell’Ataf, utilizzato anche come scuolabus, che da borgo Arpinova trasporta bambini rom a Foggia, per cause in corso di accertamento ha preso fuoco, creando il panico tra i ragazzi che in quel momento si trovavano a bordo del mezzo. L’intervento dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme potessero svilupparsi e raggiungere il serbatoio a metano dello scuolabus. Nessuno è rimasto ferito. Sul luogo dell’incidente si sono recati anche agenti della polizia. I vigili del fuoco stanno valutando se sia stato un corto circuito
a provocare l’incendio.

NOTA STAMPA. ”Qualcuno lassù ci ama, si perchè oggi poteva trasformasi nell’ennesima pagina di cronaca, ma per fortuna per i 30 bambini del campo Nomadi di Arpi Nova che erano saliti sullo scuolabus dell’ATAF, grazie all’intervento di una mamma, sono riusciti a scendere dal mezzo prima che le fiamme lo divorassero.
Noi di Alternativa Libera Foggia e Italia dei Valori ci chiediamo come è possibile che per la nostra città possano girare mezzi così pericolosi? Ma al contempo non possiamo non evidenziare che proprio dove c’è la fermata dello scuolabus nel campo nomadi, si trova un alto palo della luce stradale completamente inclinato, SONO BEN DUE ANNI CHE SEGNALIAMO ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE QUESTO PROBLEMA CHIEDENDO D’INTERVENIRE, eppure quel palo non è ancora stato sostituto, per non parlare dei ratti di fogna, ormai divenuti animali da cortile, li si può vedere di giorno tranquillamente passeggiare tra le fatiscenti baracche. Infine, la fogna del campo che non viene mai spurgata e che quindi alimenta un piccolo torrente che finisce nei campi coltivati presenti a valle del campo. Alternativa Libera Foggia e i Italia dei Valori ritiene che la modalità con cui il comune di Foggia gestisce questo campo, dove ricordiamo non sono presenti solo famiglie di Rom, ma anche di Italiani è vergognosamente disumano non garantendo i minimi servizi previsti dalle convenzioni internazionali sui diritti, in primis dei minori.
Ancora una volta ci sentiamo di ribadire la necessità affinché il Sindaco della Città di Foggia, dott. Franco Landella operi per rinnovare gli incarichi assessorili e in particolare quello relativo ai servizi sociali, perché far crescere decine e decine di minori in una maleodorante discarica, senza garantire un minimo di servizi è qualcosa che offende tutta la nostra comunità”.

(Alternativa Libera Foggia e i Italia dei Valori)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati