Manfredonia

Calcio a 5, prima battuta d’arresto per il Manfredonia


Di:

Prima battuta d’arresto per il Manfredonia C5, dall’Abruzzo arriva la prima sconfitta in campionato. La terza gara di campionato finisce con il risultato di 5-4 per i padroni di casa del Sagittario Pratola Calcio a 5. I biancocelesti, pur confermandosi il miglior attacco del campionato (16 reti realizzate, Jaouad Boautabouzi capocannoniere con 6 gol), pagano a caro prezzo le gravi disattenzioni dei primi 12 minuti di gara.

Avvio shock, con i padroni di casa che nei primi 10 minuti si portano sul 4-0 (con doppietta di Raguso, Goldoni e Santangelo) senza che i sipontini concludessero mai un tiro nella porta avversaria.

Poi, la svolta, fatta di orgoglio e talento, a rimettere in equilibrio la partita. In meno di 5, tra l’11° ed il 16°,’ i ragazzi di mister Miki Grassi raggiungono la parità con i gol di Manel Perez, Rodrigo Sperendio (2) e Joauad Boautabouzi. Nel finale di tempo il Manfredonia si proietta in avanti a tamburo battente, ma nonostante l’intensità e la bellezza estetica della manovra, si va negli spogliatoi con il risultato di parità.

La ripresa si apre con la stessa trama: Manfredonia in forte pressing nella metà campo degli avversari, arroccati ed efficaci nel difendere il risultato. Ma, il buon possesso palla ed un paio di occasioni da gol per il Manfredonia C5 (tra cui uno spettacolare sombrero al portiere di Abraham) non portano frutto, perchè a decidere il match è un gol su punizione al 14′ di Lancia.

Poi, in un finale al cardiopalma, dopo una triplice azione da gol per gli abruzzesi (con i biancocelesti in campo con il “portiere di movimento” per tentare il ribaltone), negli ultimi 15 secondi – su manovra insistita da parte dei ragazzi di Mister Grassi – un doppio salvataggio sulla linea mette in cassaforte la vittoria dei padroni di casa. Peccato per il risultato finale, che con un pò di fortuna in più e qualche distrazione in meno, sopratutto nell’avvio del primo tempo, poteva essere certamente differente. Ora testa al prossimo match casalingo contro la ASD Futsal Ruvo. Sabato prossimo al PalaScaloria riprendere la scalata ai vertici della classifica.

E si registra una sconfitta anche per l’Under 19 del Manfredonia C5 sconfitta per 7-3 nell’esordio di campionato. Domenica scorsa al PalaScaloria il Barletta ha dominato la gara in virtù di una migliore organizzazione di gioco e di una maggiore esperienza nel futsal dei suoi atleti. Infatti, quasi la totalità della compagine biancoceleste proviene dal calcio a 11 e dovrà calibrare talento e tecnica cammin facendo; già ci sono i primi segnali incoraggianti che fanno ben sperare per l’esito di tutta la stagione. In particolar modo, nella prima giornata di campionato, si sono particolarmente distinti tre elementi: Ciullo, Amoruso e d’Arienzo. Dosando bene le qualità dei singoli con una maggior rodaggio di squadra, anche il vivaio (“curato” da Mister Grassi) porterà soddisfazioni a società e tifosi.

UFFICIO STAMPA A.S.D. MANFREDONIA C5
[image/jpeg] logomfc5.jpg (44 KB)

Calcio a 5, prima battuta d’arresto per il Manfredonia ultima modifica: 2017-10-24T08:00:59+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi