Manfredonia
Nota del sindaco di Manfredonia

Riccardi “Energas: le bugie del NO al referendum costituzionale”

"L’ultima invenzione è questa: bisogna votare NO al referendum del 4 dicembre per confermare il NO a Energas"

Di:

Manfredonia. ”I sostenitori del NO al referendum del 4 dicembre non entrano nel merito della riforma costituzionale e, a corto di argomentazioni, mettono insieme cose diverse per confondere le idee. L’ultima invenzione è questa: bisogna votare NO al referendum del 4 dicembre per confermare il NO a Energas.

Se ciò fosse vero perché, pur essendovi l’attuale Costituzione, dopo il NO del Consiglio comunale di Manfredonia e della Regione Puglia, dopo aver dichiarato in tutte le sedi istituzionali e nelle conferenze di servizio, che l’impianto Energas è incompatibile con la sicurezza della popolazione, dobbiamo continuare ad opporci?

Se la Costituzione in vigore tutela la volontà delle popolazioni locali, allora il risultato del referendum del 13 novembre scorso dovrebbe essere sufficiente per impedire l’insediamento dell’impianto Energas. Invece, in qualità di sindaco di Manfredonia, ho dovuto presentare ricorso alla Commissione Europea per tutelare la sicurezza della popolazione.

Noi continuiamo a lottare per prevenire i rischi che comporta la movimentazione del GPL. Indipendentemente dal referendum del 4 dicembre che, diversamente da quanto affermano i sostenitori del NO, non riguarda la questione dell’impianto Energas. La questione Energas deriva da un decreto interministeriale di alcuni anni fa, che ha classificato gli impianti di stoccaggio e di rigassificazione come strategici per la diversificazione delle fonti energetiche dell’Italia. Perciò la decisione finale è di competenza del Governo. Per tale ragione ho chiesto al Presidente del Consiglio Matteo Renzi di tener conto della lotta che Manfredonia sta portando avanti contro il megadeposito di gas. Abbiamo ricevuto l’impegno del Governo a riesaminare la decisione.

Il 4 dicembre occorre scegliere: chi vota NO decide di restare nella situazione attuale con Camera e Senato che svolgono le stesse funzioni, con conseguente lentezza legislativa, con l’inefficienza del sistema che ci ha portato al punto in cui siamo. Votare SÌ alla riforma costituzionale serve, invece, per superare il bicameralismo paritario tra Camera e Senato, eliminare le province, sopprimere il CNEL, oltre a una serie di interventi per superare la confusione di funzioni tra stato e regioni.

Votare SÌ è necessario per fare un passo avanti nella direzione di un Paese moderno, competitivo, in grado di superare la crisi economica e per rispondere alle sfide che ci pone il tempo in cui viviamo”.

Lo scrive in una nota il sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi.

redazione stato quotidiano.it



Vota questo articolo:
71

Commenti


  • Filippo Ag

    Il sindaco ha ragione, il referendum costituzionale con l’energas non centra assolutamente NULLA.

    Sciacallare sull’energas per raccogliere voti contro la riforma costituzionale è un vero schifo, vergogna!!!

    Ma si sa, ripeti una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità.


  • Giuseppe

    Per superare una crisi economica bisogna cambiare 47 articoli della nostra costituzione?!? Su energas decide il governo? Allora si che ha avuto senso il referendum comunale………..Sindaco si occupi di Lucio Dalla che è meglio……


  • Giochi senza frontiera

    Incantatore di chiacchiere, a casa


  • svolta

    L’ho già detto in altra testata, mi ripeto:
    24 novembre 2016 alle 11:35
    A parte che non condivido le argomentazioni poste in essere…. comunque voto e farò votare NO solo per il fatto che qualcuno dice SI, per partito preso…… (anche le navi dei veleni, all’epoca erano una questione nazionale…. ma poi il popolo fu ascoltato….) forse si era piccoli all’epoca….. si impari la storia di quello che il popolo italiano ha fatto contro le arroganze e le dittature e non si dimentichi quello che ebbe a dire l’ex presidente della repubblica-partigiano: “quando un governo non fa ciò che dice il popolo, và cacciato via anche con mazze e pietre”.
    Studiare la storia passata serve per vivere meglio il presente e più in particolare il futuro….. studiando si intende.


  • Voterò NO.

    Buongiorno Sindaco Riccardi
    direbbe il cavaliere….mi consenta?
    Io la penso in modo diametralmente opposto al suo
    e voterò NO allo scellerato tentativo di violenza alla
    carta costituzionale, voterò NO perchè rafforza la volontà del
    NO epressa il 13 di Novembre, perchè gli interessi di Manfredonia prevalgano su quelli nazionali imposti anche dalle multinazionali energetiche, voterò NO a Renzi e al Pd
    rei di non saper guidare il paese, voterò NO perchè la carta costituzionale non deve disunire il paese ma unirlo, voterò NO perchè è una riforma unitarale e non c’è il benestare di tutte le forze politiche dell’arco costituzionale. Voterò NO anche perchè lei e Campo che avete governato questa città dal 2000 e per determinati argomenti avete agito in buona fede ma avete “dormito” e agito con “pressapochismo” mentre certi progetti avanzavano, questa e la mia impressione personale.

    S sono stato informato non da lei caro sindaco o da Campo piuttosto che Bordo o Gatta o altri. Sono venuto a conoscenza del ciclopico progetto del più grande deposito di Gpl del continente dai volantini distribuiti dai volontari dai gazebo degli allora i nascenti gruppi/comitati in uno dei quali ho anche firmato la petizionedai

    Sono un suo ammiratore, lo sono stato sino al 13 di novembre, dopol la sua decisione di schierarsi con il SI ho riflettuto non discuto le sue qualità tecniche e umane e le sue grandi risorse di combattente ma non posso violare il mio pensiero attuale votando SI, mi sentirei un autolesionista. Auguri e buona giornata


  • Lello

    Scurdatill angiolinoio tantissimi parenti e amici
    voteremo il no siamo stufi ma tanto!!


  • ZI MONACO

    RENZI IL MINISTRO CALENDA, I FUNZIONARI DEL MISE, LA DIRIGENZA DELLA NOTA AZIENZA, LA CONFINDUSTRIA LOCALE SONO IN TREPIDA ATTESA PER FESTEGGIARE IL SI E PRONUNCIARE LA CONDANNA A MORTE DI SAN SPIRITICCHIO. LE FAVOLE E I FUMETTI HO SMESSO DI LEGGERLE DA ADULTO QUANDO HO AVUTO LE PRIME FREGATURE.


  • Loredana

    “Ho parlato con giuda, tutt’appost”


  • Ernesto e famiglia ex elettori Magno.

    Caro sindaco hai perfettamente ragione. Stamattina il ciarlatano di MANFREDONIA VECCHIA, ESIBIVA al corso un tabellone , pieno di menzogne. Spero tanto che prenda un’altra sonora batosta . Comunque le starò vicino votando SI.


  • Loredana

    Grande Sindaco, asfattiamoli ancora una volta questi disfattisti, denigratori e invidiosi che non hanno niente a che fare con le persone che amano MANFREDONIA. Votiamo SI e mandiamo a casa questo marciume.


  • Gino

    Buongiorno sindaco come mai ha tanto interesse per il
    SI Forse perché gli hanno promesso che andrà a fare il senatore ? In Italia grazie ha Napolitano abbiamo subito due colpi di stato uno si chiama Monti , l’altro Renzi quindi per non subire il terzo il 4 Dicembre andiamo a votare NO


  • Ipocrita 1

    Anch’io cm te Loredana ho avuto il posto di lavoro -!!!!! Sono anch’io il suo stupido……votiamo si!!!!!!


  • Asia

    Gino beviti due litri di Crodino, così ti rinfreschi il cervello. Forza SINDACO, IL più grande della provincia che tutti vorrebbero avere. Votiamo SI.


  • Carletto

    Sperano tutti nel vergognoso e offensivo rifugio/sotterfugio del nuovo senato, unica via di salvezza per chi ha contribuito fattivamente ad affondare il paese a partire dalla quantità davvero raccapricciante di debiti contratti per la spese per opere utili per soprattutto per il raggiungimento del consenso elettorale .

    Sembra strano ma mai come ora il NO serve per il cambiamento.


  • Giorgio

    L’-SVOLTA ora anche storico. Comunque sempre grande -, dispiace per la seconda posizione a scapito di UNO DI VOI, -PER ECCELLENZA. Votiamo e facciamo votare SI LIBERIAMOCI da questi -.


  • Loredana

    Si certo come NO, perora la causa del si perchè vuole andare a mettere il sedere su una poltrona in parlamento, sporchera anche quella!


  • il giusto

    I forum sono solo degli sfogatoi, al di là degli sfoghi personali e dei tentativi di plagio dei vari lacchè di corte su facebook..conterà il voto e mentre chi detiene il potere a tutti i livelli e vuole rafforzarlo si serve dei De Luca quelli periferici si servono degli schiavetti chi si sente libero da legami e laccetti, da parentela e altro faccia il suo dovere limitandosi ad informare la gente e stimolarla a votarla dalla parte che ritiene giusto senza emulare i politici che spesso non sono forieri di buoni esempiol


  • SI ENERGAS E SI A RENZI

    IO HO VOTATO SI A FAVORE DI ENERGAS E VOTERO’ SI COME MI HA CONSIGLIATO IL SINDACO PUNTO E BASTA SPERANDO CHE QUELLO CHE CHIAMATE MOSTRO SI FACCIA E AVVII QUESTA CITTA’ VERSO LO SVILUPPO INDUSTRIALE ANZI SAREBBE BELLO FARNE UNO ANCHE A MACCHIA COSI RECUPERIAMO I POSTI DI LAVORO PERSI CON LA SANGALLO VETRI!!


  • elettore ex riccardi nauseato

    Sindaco ma tu la riforma almeno l’hai letta? A legge questo comunicato fetenzia, sembra proprio di NO, chiediamolo a Bordo va, forse lui che giace in parlamento da dieci anni ormai, qualcosa l’avrá capita? Mah…


  • Aldo

    Hanno letto solo la parte pertinente al nascente Senato.


  • Diego Cana

    Se vince il NO a Manfredonia ti dimetti?


  • Antonella Umbriano

    Se volete avere delucidazioni sulla relazione esistente tra il progetto energas, le autonomie locali e la riforma Costituzionale, venite a Palazzo dei Celestini, sabato 26 novembre Ore 19.00
    Il professore, esperto Costituzionalista Massimo Villone, ci spieghera che le tre componenti sono strettamente correlate tra loro, al contrario di quanto affermato dal sindaco, in questa nota.
    Ovviamente, colgo l’occasiine per invitare il sig. Sindaco Riccardi a venire ad ascoltare il prof. Massimo Villone, visto che il Sindaco ambisce a diventare membro del parlamento, quale occasione migliore può esserci, per ascoltare autorevoli opinioni su come funzionano le istituzioni, il parlamento, le leggi, e sopratutto la “Carta Costituzionale”?
    che non é una semplice carta, ma il fondamento su cui si basa il nostro Paese, la vita democratica, diritti e doveri, istituzioni e politica, in poche parole, ciò che noi tutti siamo.


  • La Repubblica delle banane

    Quando il Dott.Menale asserisce che vuole far parte della comunità’ Sipontina non parla a caso..sa bene che i lavori partiranno e il popolo scatenerà’ la sua ira su alcuni politici e quindi si potrebbe presentare come il liberatore di Manfredonia. Saranno contestati a furor di popolo e ibernati in organi studiati appositamente per assicurare ancora un prospero e d curo futuro, ad esempio il vecchio senato che in realtà’ potrebbe essere il ricettacolo e il bivacco dei trombato dal popolo ma premiati comunque dai loro superiori di partito.


  • svolta

    L’-SVOLTA ora anche storico. Comunque sempre grande -, dispiace per la seconda posizione a scapito di UNO DI VOI, -PER ECCELLENZA. Votiamo e facciamo votare SI LIBERIAMOCI da questi -….
    Eccola qua redento in tutta la sua imb…., e ti pareva che non venisse a galla sempre allo stesso modo e fattezza…. Giorgio oH Giorgio ma quando imparerai a vivere in questo mondo che è si di mer….. ma tu lo condisci anche con gli st…. come te, che purtroppo ne stanno tanti.
    Una cosa dici bene “Votiamo e facciamo votare SI LIBERIAMOCI da questi -….” appunto per liberarci da questi…. ma non sono chi governa, in tutte le sue sfaccettature istituzionali….. Viva il Movimento 5 stelle… volti nuovi e storia nuova…. fino a prova contraria.


  • Mariello

    Gent.mo sindaco,
    se Lei o chi per Lei mi spiega il nuovo art. 70 io voto SI.
    Saluti

    P.S.: L’unico che è riuscito veramente a cambiare le cose dopo esser stato in una cabina è Superman.


  • Leonardo

    Caro sindaco il vero bugiardo è lei e per diverse ragioni. In primo luogo perché nella riforma costuzionale è prevista una modifica dei rapporti tra ragioni e governo. Se passasse il si le regioni non potrebbero neppure opporsi al ministero per impianti distruttivi per il territorio come nel caso dell’energas. In secondo il caro presidente Emiliano ha prima negato di sapere qualcosa del progetto, poi lo ha avallato e poi ha detto finta di essere contrario per riprendersi un po’ di consenso da parte degli elettori gonzi. il comune è stato inizialmente a favore dell’impianto – assegnando anche la zona di costruzione in un’aria a vincolo ambientale. Per non parlare della carnevalata del referendum inutile perchè senza valore se non propagandistico costato 45 mila euro di soldi pubblici. D’altra parte i vari Bordi e company sono stati in religioso silenzio. Il si serve giusto per far diventare senatore con immunità qualche sindaco senza essere votato. Voglio proprio vedere con quale faccia dovrà spiegare a cittadini che l’impianto si farà nonostante la sua sceneggiata e di tutto il pd.

  • ancora con la storia che il gpl è strategico per l’Italia?


  • Manfredonia colonia del Kuwait da stuprare

    Il 4 di dicembre sara’ la vostra Caporetto!


  • MATA HARI

    DALLA PARTE DEL NEMICO.


  • MenaIdonialik

    Al limite ti ascolteranno i fotografi!


  • Gennaro

    I dieci stallieri di MANFREDONIA VECCHIA e l’-SVOLTA, continuano a illudersi e a smenare sulla tastiera. Poverini !!!! Antonellona che invita a palazzo Celestini, sicuramente ci saranno come l’altra manifestazione, lei o professore, gli stallieri, e qualche vecchietto che approfitterà per farsi un pisolino, specialmente quando parlerà il professore, panacea per l’INSONNIA. Signori contro questi -votiamo in massa SI.


  • Zuzzurellone Sipontino

    Bene Leonardo. Spettabile Sindaco adesso vi è la legge, detta sblocca italia, se passasse il si alcune competenze diventano di esclusiva competenza dello stato. La competenza concorrente scompare e riassegna allo Stato una lunga serie di materie tra cui anche “la produzione, il trasporto e la distribuzione nazionale dell’energia“. Questo settore, quindi, non dovrebbe più fare i conti con la legislazione regionale, ma solo con quella statale. Diventerebbe costituzionale. Coerentemente difendiamo il No al bombolone con un No il 4 dicembre per bloccare anche a Roma energas. E ancor di più prevenire, per il futuro, iniziative piovute dall’alto, sul nostro territorio, che non ci appartengono. Come dice Crozza: c’è chi ha letto la riforma e chi vota si………..ah….ah… da ridere…ah..ah…


  • Zuzzurellone Sipontino

    Dimenticavo dal 13 novembre scorso i 5stelle indigeni si sono eclissati sul No il 4 dicembre, movimentismo zero o quasi………………..


  • il partigiano

    Vogliono instaurare una dittatura! Tutti i poteri devoluti al governo e al popolo non gli resta che ” credere obbedire e combattere” mi sembra di rileggere la storia dell’ Italia nel 1924! Occhio ragazzi la storia si ripete poi passeranno al bavaglio alla stampa al controllo dei mass media al partito unico nazionale e poi ai tribunali speciali.


  • mike

    Io comunista daquasi 50 anni, deluso, sconsolato e derubato legalmente, non credo ad una sola parola di voi previsti, ad ogni proposta c’è sempre una fregatura per noi ed un ingrassamento per voi……….siete una massa di ipocriti
    Errata corrige, piedisti e non previsti
    Voto NO


  • PERSONAGGETTO

    ma lei ci conferma che nel caso in cui diventasse senatore rinuncerebbe all’immunità??? VATTENN ANGIUL’N!!!


  • Lucciola nera di calipso.

    Ma per noi che novità ci sono?
    Saranno estesi provvedimenti a tutela del nostro lavoro?
    Ci sarà la possilità di essere parificate a tutte le altre lavoratrici italiane?


  • MEGLIO LA FUCILAZIONE CHE VOTARE SI

    A VOLTE LE CHIAMANO DERIVE AUTORITARIE….


  • zoover

    In realtà bisogna votare No al referendum costituzionale perchè la riforma prevede un ulteriore scavalcamento delle competenze a favore dello Stato centrale.Per cui la correlazione Energas-referendum esiste.Con tale riforma il governo porrebbe dei veti su questioni locali,annoverandoli a questioni di interesse nazionali,e le comunità locali verrebbero solo zittite da ogni parere.


  • MIster X

    Ci vuole un coraggio arditissimo per proporre il SI ad un città impegnata in un lotta titanica proprio con i signori del SI!

    L’ho scritto in maniera garbata mettendoci tutto il mio autocontrollo e rispetto per chi legge e la redazione.


  • svolta

    Ho letto questo articolo della legge MADIA….. centra qualcosa per quanto riguarda la diatriba in atto, oltre che con ENERGAS con SI o NO del referendum del 4/12/2016 ?
    Giorgio oh Giorgio…. anche se hai cambiato nome sei sempere quello che ho detto prima…. imb…. e st….. e come sempre non argomenti mai nulla perchè nella tua testa hai il nulla !

    Tratto da: http://www.entilocali-online.it/legge-madia-il-commento-articolo-per-articolo-della-riforma-della-p-a/

    Art. 3 – Silenzio-assenso tra Amministrazioni pubbliche e tra Amministrazioni pubbliche e gestori di beni o servizi pubblici
    L’art. 3 della Legge n. 124/15 in esame inserisce, nella Legge n. 241/90, l’art. 17-bis, rubricato “Silenzio-assenso tra Amministrazioni pubbliche e tra Amministrazioni pubbliche e gestori di beni o servizi pubblici”, introducendo così l’istituto del “silenzio-assenso”, già previsto dall’art. 20 della Legge n. 241/90 per i procedimenti ad istanza di parte per il rilascio di provvedimenti amministrativi, anche per l’adozione di provvedimenti normativi ed amministrativi da parte di una P.A. nei casi in cui sia prevista l’acquisizione di assensi, concerti o nulla osta di altre Amministrazioni pubbliche e di gestori di beni o servizi pubblici.
    Tale nuova norma dispone che, nei casi in cui è prevista l’acquisizione di assensi, concerti o nulla osta comunque denominati di Amministrazioni pubbliche e di gestori di beni o servizi pubblici, per l’adozione di provvedimenti normativi e amministrativi di competenza di altre Amministrazioni pubbliche, le Amministrazioni o i gestori competenti comunicano il proprio assenso, concerto o nulla osta entro 30 giorni dal ricevimento dello schema di provvedimento, corredato della relativa documentazione, da parte dell’Amministrazione procedente. Il suddetto termine è interrotto qualora l’Amministrazione o il gestore che deve rendere il proprio assenso, concerto o nulla osta, rappresenti esigenze istruttorie o richieste di modifica, motivate e formulate in modo puntuale nel termine stesso. In tal caso, l’assenso, il concerto o il nulla osta è reso nei successivi 30 giorni dalla ricezione degli elementi istruttori o dello schema di provvedimento; la norma in esame non ammette ulteriori interruzioni di termini. Decorsi i termini sopra previsti senza che sia stato comunicato l’assenso, il concerto o il nulla osta, lo stesso si intende acquisito, operando così l’istituto del “silenzio-assenso”. In caso di mancato accordo tra le Amministrazioni statali coinvolte nei procedimenti sopra indicati, il Presidente del Consiglio dei Ministri, previa Deliberazione del Consiglio dei Ministri, decide sulle modifiche da apportare allo schema di provvedimento. La norma in esame prevede espressamente, al comma 3, l’applicazione delle disposizioni sopra riportate anche ai casi in cui è prevista l’acquisizione di assensi, concerti o nulla osta comunque denominati di Amministrazioni preposte alla tutela ambientale, paesaggistico-territoriale, dei beni culturali e della salute dei cittadini, per l’adozione di provvedimenti normativi e amministrativi di competenza di Amministrazioni pubbliche. In tali casi, ove disposizioni di legge o i provvedimenti di cui all’art. 2 della Legge n. 241/90, non prevedano un termine diverso, il termine entro il quale le Amministrazioni competenti comunicano il proprio assenso, concerto o nulla osta, è di 90 giorni dal ricevimento della richiesta da parte dell’Amministrazione procedente. Decorsi i suddetti termini senza che sia stato comunicato l’assenso, il concerto o il nulla osta, lo stesso si intende acquisito. Infine, viene espressamente esclusa, al comma 4, l’applicabilità delle disposizioni sopra riportate nei casi in cui disposizioni del diritto dell’Unione europea richiedano l’adozione di provvedimenti espressi.


  • Luciano

    se cade il Governo , cade anche il ministero che darà il VIA al deposito Energas.
    Invito tutti a votare NO, mandiamoli tutti a casa


  • Menaldonialik

    Bravissimo Luciano, proprio cosi.


  • Andrea

    Vi siete scompagnati con D’Alema? Mi gioco un caffè che vince il “no”. Renziani tutti a casa.Trovatevi un lavoro politicanti.


  • Mariodoniano VOTA SI

    Se cade il governo (nel vostro mondo virtuale) ognuno farà quello che gli pare, non ci saranno più leggi da rispettare.

    ahauhuhauhauhahuahua

    Berlusconi, anni 80. De Mita 88 , Cirino Pomicino 77, Monti 73 , Dini 85 , D’Alema 67 , Bersani 64. ANPI minimo 90 (la guerra è finita da 71 anni).

    Vogliamo rimettere il nostro paese nelle mani di questi ‘giovanotti’? NO!

    Teniamo i giovani e le giovani che abbiamo , anche più piacevoli a vedersi . Renzi 41 , Mogherini 43, Orlando 47, Guidi 47, Boschi 35, Madia 35 , Lorenzin 45 . SI!


  • Informiamoci

    Ma davvero c’è ancora qualcuno che crede che il SI sia sinonimo di cambiamento? Che Energas darà sviluppo a questa cittadina?
    Fin quando ci saranno delinquenti e opportunisti a governarci non cambierà niente se non in peggio.

    Votiamo NO e mandiamoli al diavolo! Tutti!


  • Mariello


  • socio

    devi.andare.a.fatiare


  • IO VOTO NO !!!!!!

    LEGGO CON GRANDE RAMMARICO CHE NEL 2016 CE GENTE CHE NON A CAPITO NIENTE DELLA VITA E CHE CONTINUA NONOSTANTE LE MAZZATE A SEGUIRE IL GREGGE DI PECORAI CIALTRONI BURATTINAI. MI RIMPIANGE IL CUORE VEDERE CHE CI SONO ANCORA SOSTENITORI X IL SI E TRA LATRO CHE CREDONO ANCORA ALLE LUSINGHE DEL PRIMO CITTADINO .MA ‘ AVETE CAPITO CHE L’IMPIANTO ENERGAS SI FARA’ UGUALMENTE COME E STATO FATTO L’INCENERITORE. SIGNOR SINDACO ANZI CHE PROPAGANDARE (PER SUA CONVENIENZA IL SI ) PENSI PIUTTOSTO AL SUO PAESE CHE E DIVENTATO UN COLABRODO .E COMUNQUE VOTATE E FATE VOTARE NOOOOOOOOOOOOO, NON PENSATE SOLO AL VOSTRO INTERESSE MA AL FUTURO DEI VOSTRI FIGLI EPPURE I NIPOTI.


  • Uno di Voi

    Cambiare 47 articoli della Cosituzione in questo modo unilaterale è da pazzi scatenati!

    Pazzi scatenati che vinceranno perché controllano scientificamente l’opinione pubblica italiana che vuole come bisogno primario un “cambiamento” dell’esistente creato e pilotato dagi stessi suoi carnefici in questi 20 anni, di cui l’attuale governo rappresenta: lobby bancarie nazionali ed internazionali che in chiaro lo hanno dichiarato!

    Pazzi scatenati che hanno creato sulla Costituzione un clima da tifo calcistico.

    Pazzi scatenati che sanno che se passa il sì, il giverno decide direttamente sui territori piegando la volontà dei territori.

    Chi afferma il contrario non ha letto le modifiche del titolo V.

    Curioso il caso del settore economico TURISMO.

    Il turismo che ora è di competenza concorrente regionale passerà a quella statale!

    Su quest’ultimo punto Emiliano, del PD, ha manifestato il suo giudizio su questo referendum che io accetto e faccio mio:

    È INVOTABILE!

    Il vostro sindaco e l’allegra compagnia è costretta dalla difficoltà a trovare lavoro gratificante a votare SI e sperare di continuare la loro pascolanza ventennale in politica!

    Mi meraviglio come i NO siano così tanti e mi commuovono, perché in effetti non hanno mezzi di comunicazione efficaci né costosi né capillari e “persuasivi” come quelli del SI, ma solo 47 buoni motivi per difendere la Costituzione più bella del mondo fino alla venuta di Renzi!

    Buon voto a tutti….e non vi preoccupate se il 5 ci ritroviamo con 47 articoli della nostra Costituzione cambiate!

    I pazzi in quel caso saranno stati tutti i 60 milioni di italiani, nessuno escluso!

    Altro che il crodino offerto dal morto di fame…..champagne per tutti!


  • Lettore elettore


  • Giggino

    Finalmente l’-per eccellenza UNO DI VOI si fa sentire con le sue castronerie.Stavamo in ansia. Come al solito analisi scadente e fetecchia. Ragazzi sono solo una decina di frustrati , sfogati, nullafacenti che cercano come le vipere di dare l’ultimo colpo di coda prima di essere schiacciate le teste. Mandiamoli a casa questi sfogati, votiamo SI.


  • seguace virtuale di "uno di noi"

    Distruzione Manfredonia ultimo atto:
    la tragica odissea di San Spriticchio.

    Le profezie dettate da anni da “uno di voi” purtroppo si stanno avverando, nei mendri dei forum ci sono interventi davvero interessanti, alcuni accuratamente dettagliati, impressionante è notare che tutto quello che aveva previsto man mano si è verificato, mancava l’ultimo tassello per completare questa odiosa, grottesca e drammatica commedia, recitata sulla pelle di 60.000 cittadini. Finalmente ora è completa, non ci sono più personaggi anonimi o doppiogiochisti, finalmente ognuno ha assunto il suo ruolo reale. Dopo la chiusura del palcoscenico: la tragedia annunciata.


  • Zuzzurellone Sipontino

    Scusate, “articolo 72 ultimo comma”


  • Italiano sconcertato e preoccupato.

    L’arrogante Renzi e la sua compagine stanno creando nel paese un clima da “guerra civile” di tipo spagna 1936 – 1939, neanche alla vigilia del referendum sulla scelta della Repubblica avvenuto il 2/3 giugno 1946 ci fu cotanta profusione di offese, provocazioni, espressioni che rasentano il linguaggio del ………..i Bagheria. Tutto questo per il solo motivo che vogliono imporre a tutti i costi la ” loro costituzione” che toglie platealmente spazio ai cittadini e la crea ai politici non “eletti” e tanto altro di negativo.


  • .....

    Le quotazioni del NO ancora in ribasso in pratica il NO si dovrebbe attestare attorno al 73/74% dei votanti..a meno di clamorosi risvolti il SI potrebbe arrivare al massimo al 36/37%.

    http://www.nanopress.it/politica/2016/11/22/scommesse-referendum-costituzionale-le-quote-dei-bookmaker/153807/


  • pentastellato

    La regola che : ” INDAGATI”; “IMPUTATI”; “CONDANNATI” votano SI, non si smentisce. Gli ONESTI votano NO.


  • spongebob

    Purtroppo caro Sindaco il NO al referendum sul deposito Energas è proprio in contraddizione con il SI del referendum del 4 dicembre, perché un eventuale vittoria del SI darebbe ancora più potere decisionale al governo centrale che come si sa è a favore del deposito e Lei sarebbe il Ponzio Pilato della situazione con le mani pulite e Gesù sulla croce.


  • Ada

    L’ambizione è Roma. Ecco perchè invita a votare si. Meditate gente. Ognuno pensa ai cavoli propri. Io voto NO.


  • Nicola

    Sono più o meno una decina che cambiano nick in continuazione per confondere i manfredoniani onesti e lavoratori che voteranno SI. È gente frustrata, invidiosa, gelosa e nullafacente, che spreca il suo tempo dietro una tastiera. Prendete L’-per eccellenza UNO DI VOI, ogni qualvolta che scrive -, subito si autoincensa con un un’ altro nick e un nuovo commento a suo favore.Vi chiedo possiamo credere a questi ID- ? Capisco che poverini non ne azzeccano una e prendono pedate nel sedere da tempo, però perseverare è diabolico. Quindi manfredoniano onesti e lavoratori votiamo SI , cosi diamo un’altra bella pedata al professore e a suoi dieci stallieri.


  • Mariodoniano VOTA SI

    Ma allora anche i pentastellati voteranno SI visto che sono INDAGATI”; “IMPUTATI”; e dopo il processo saranno “CONDANNATI”

    Firme false M5s Palermo, dieci indagati.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/11/23/firme-false-m5s-palermo-dieci-indagati-sentite-da-digos-400-persone-centinaia-non-le-hanno-riconosciute/3212184/

    M5s, firme irregolari a Bologna: quattro grillini indagati per le Regionali 2014
    http://bologna.repubblica.it/cronaca/2016/11/23/news/bologna_inchiesta_firme_false_quattro_grillini_indagati-152611440/


  • La falsa politica sipontina

    Si si cambiate nick per continuare a tentare ancora di prendere il culo i sipontini incitando al SI vedrete che sorpresa il quattrodicembre2016! Avrete la punizione politica che vi meritate e poi spero il popolo vi venga a cercare e non per offrirvi un caffè.


  • il partito dell'uomo qualunque

    energas: era il 18.7.2014 solo dopo 2 anni ha fatto qualcosa

    leggete leggete
    http://www.comune.manfredonia.fg.it/news_long.php?Rif=4307


  • Seguace virtuale di "uno di voi"

    Hei mister Crodino sei talmente sudbolo e delirante che non meriti alcuna considerazione. Onorato di seguire virtuale “uno di voi” altro che autoincensamento! Vedi neanche ti degna di risponderti vista la tua pochezz e fa bene.

    Distruzione Manfredonia ultimo atto:
    la tragica odissea di San Spriticchio.


  • La collera del vento

    Le pedate saranno per te e per i tuoi amici prima politicamente e poi forse anche fisicamente. Inizia a ricercarti un altro lavoro.


  • IL GHEPPIO DI COPPA NEVIGATA

    SONO TALMENTE INTONTITI E DISPERATI CHE SONO CONVINTI CHE SOLO I SEGUACI DI MAGNO SI LAMENTANO! TUTTA LA CITTA’ PARLA DI VOI E DEL VOSTRO OPERATO! DAI FORZA AVANTI TUTTA LA CITTA’ SI ASPETTA CHE NON SI FACCIA PIU’ ENERGAS! VEDIAMO QUANTO SONO GROSSE LE VOSTRE PALLE E QUANTO E PULITA’ LA VOSTRO COSCIENZA! LA CITTADINANZA ASPETTA CON TREPIDAZIONE LA BELLA NOTIZIA DEFITIVA!


  • Le mani sulla citta'

    Uno voi che fine ha fatto il vecchio logo?


  • Zuzzurellone Sipontino

    Basterebbe elencare tutti quelli a favore del si (Jp Morgan, Confindustria, Marchionne, agenzie di rating, troika, Deutsche Bank, Financial Times, Giorgio Napolitano presidente “interventista”, Confindustria, Industria del carbone e petrolio,ecc.) per votare NO. Questa e la vera casta. Se il sì vincerà l’economia reale sarà schiacciata dagli “speculatori” e dai “clientes” dall’altra. Il “vecchio che avanza” che vota si. Votate e fate votare NO.


  • pentastellato

    PER Mariodoniano VOTA SI : SE SONO INFILTRATI SICURAMENTE VOTERANNO SI; OPPURE, SE SONO GRILLINI IGNORANTI CHE HANNO SEMPLICEMENTE SBAGLIATO, VOTERANNO NO E SONO GIA’ FUORI DAL MOVIMENTO. A DIFFERENZA DEL PD CHE INDAGATI, IMPUTATI E CONDANNATI SE LI CRESCE IN PASCOLI ERBOSI.


  • Un manfredoniano per il NO alla "schiforma" costituzionale.

    La vera bugia, caro Sindaco dei miei stivali e dalla pancia piena (imito il linguaggio tuo e di qualche tuo galoppino), è negare spudoratamente che se vince il SI’ il governo non potrà imporre l’installazione del maxi impianto ENERGAS sul nostro territorio in base alla clausola di supremazia statale su Regioni ed Enti locali inserita nella riforma.
    Sindaco, ammettilo sei per il SI’ perchè vuoi fare il senatore…


  • IL PARTITO DEI BUGIARDI

    LE BUGIE LE STATE DICENDO VOI DEL PD DI MANFREDONIA! KON IL XXXXX VOTO SI! NO UN MILIARDO DI VOLTE BUGIARDI VOI E IL VOSTRO CARO RENZI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati