Manfredonia
Appuntamento Sabato 27 dicembre 2014 ore 22.00

Manfredonia, Orchestra Instabile Luc: “Eclipse – The last trip”

"Ci siamo! Ultima fermata, capolinea. Abbiamo esplorato quanto possibile e lo abbiamo fatto a modo nostro, ma non avremmo mai immaginato che alla fine del viaggio ci saremmo ritrovati sul lato oscuro della luna, dove il tempo ti tradisce e le verità si svelano. Disegno troppo ambizioso per la provincia. E invece...."

Di:

Manfredonia – L’OIL, Orchestra Instabile del LUC di Manfredonia, presenta ECLIPSE | The last trip, concerto/omaggio in RE minore alla storia della musica contemporanea: Pink Floyd.

Appuntamento Sabato 27 dicembre 2014 ore 22.00 (ingresso libero e gratuito) al LUC Laboratorio Urbano Culturale “Peppino Impastato”, sito sul Lungomare N.Sauro di Manfredonia.

Ci siamo! Ultima fermata, capolinea. Abbiamo esplorato quanto possibile e lo abbiamo fatto a modo nostro, ma non avremmo mai immaginato che alla fine del viaggio ci saremmo ritrovati sul lato oscuro della luna, dove il tempo ti tradisce e le verità si svelano. Disegno troppo ambizioso per la provincia. E invece….

L’ORCHESTRA INSTABILE DEL LUC, per questo spettacolo, è composta da 33 musicisti:

Adolfo Renato
Alessio Cassano
Alessio Trotta
Anna Muscatiello
Antonio Gramazio
Antonio Lauriola
Antonio Riccardo
Cristina Bisceglia
Davide Bisceglia
Emanuele Palena
Emanuele Rinaldi
Enrico Salvemini
Gianpio Ognissanti
Giovanni Tripputo
Jole Virgilio
Luigi Pagliara
Luigi Stelluti
Luigia Ilenia Ciociola
Marcello Strinati
Marco Di Bari
Marco Di Sabato
Marco Minervino
Matteo De Padova
Matteo Fioretti
Matteo Grieco
Maurizio Zambino
Michela Parisi
Michele Montanaro
Nino Del Giudice
Pietro De Padova
Sabrina Tasso
Silvio La Torre
Ylenia Mangiacotti

Per info: tel. 0884534430

(comunicato stampa)

Manfredonia, Orchestra Instabile Luc: “Eclipse – The last trip” ultima modifica: 2014-12-24T12:51:07+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
3

Commenti


  • Teseo col filo

    Dalle” verità svelate” devi far nascere altri percorsi e autostrade. Poichè
    ami il rischio e le corpose avventure, che insieme fan ricerca e sperimentazione per produrre attesi e applauditi happening e coinvolgenti momenti artistici,caro Marco.


  • Il Sipontino

    Per i giovani il concetto di musica è un po’ cambiato rispetto ad altri tempi: per molti non è più una cultura, ma un metodo per evadere dal nostro standard di vita. Infatti oggi si cerca nella musica un mondo impossibile e irrealizzabile per sottrarci dai dolori, dalle sofferenze, dai problemi, dalle difficoltà e dalle fatiche di ogni giorno. E’ cosa risaputa che gli adolescenti preferiscono scegliere la via più breve e più semplice; così la musica diventa “RIFUGIO” qualcosa che offre un riparo immaginario; senza viverla fino in fondo, la musica, il mondo migliore che tutti desideriamo, quando siamo oppressi dalla società contemporanea ipocrita, falsa e fondata sul consumismo. D’altro canto penso che comunque diventa sempre più nutrita anche quella schiera di giovani in cui cresce la passione e la voglia di creare, realizzare ed eseguire la musica perché essa è un modo per esprimere e manifestare a tutti le emozioni, ciò che abbiamo veramente dentro di noi, senza tenere conto dei giudizi altrui e soprattutto degli adulti che talvolta, costringono a reprimere nei giovani i sentimenti, le opinioni, i pensieri perché non riescono a capirli o non li condividono.
    Caro Marco il vostro è stato veramente un Laboratorio Culturale. Pensa tu se in questa epoca oscura per quanto riguarda il suo lato culturale, realtà come la vostra, come il Luc, non avrebbero dato il giusto senso del valore della musica: essere vissuta e compresa per arricchire la propria sensibilità interiore e la capacità di comunicare con gli altri in un linguaggio universale.
    Voglio sperare che tutto quanto di buono sia stato creato nel Luc non divenga “carne da macello” con la nuova gestione e che la nuova gestione continui con voi il percorso culturale/musicale intrapreso.
    con stima.

    Egregio Direttore se Lei ritiene opportuno questo commento lo può pubblicare come articolo, d’altronde quando si parla di cultura si parla sempre bene!


  • Redazione

    Ok in pubblicazione, a presto, auguri di buone feste, Statoquotidiano.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi