ManfredoniaMattinata
Recente sentenza del Tar Puglia

Mattinata, querelato gli revocano licenza per fucile, Tar ribalta

Legali uomo: "Il Tar ha posto a fondamento della propria decisione il nostro assunto difensivo circa l'impossibilità da parte del Questore di adottare il provvedimento di revoca della licenza di porto di fucile per uso caccia senza svolgere approfondimenti istruttori necessari ai fini della valutazione della situazione determinatasi nonchè necessari per compiere la prognosi sul soggetto titolare di porto d’armi"

Di:

Bari/Mattinata – “(..) Invero, va osservato che il provvedimento del Questore è stato adottato solo sulla base della segnalazione del Comando provinciale Carabinieri di Foggia del (..) nella quale viene esclusivamente richiamata la denuncia/querela presentata – alla stazione C.C. di Mattinata in data (..) per ingiurie, diffamazione e minacce. E’ evidente che nel caso di specie è stato posto in essere un mero automatismo fra querela e revoca. Peraltro, la ricostruzione dei fatti avvenuti è totalmente contestata dall’odierno ricorrente, che ha a sua volta sporto due denunce/querele (..)”. Con recente atto, il Tar Puglia di Bari ha accolto il ricorso di un privato contro la Questura di Foggia; Ministero dell’Interno, U.T.G. – Prefettura di Foggia, per l’annullamento del Decreto con il quale il Questore della Provincia di Foggia ha disposto la revoca della “licenza di porto di fucile per uso caccia” allo stesso “nonché di ogni altro atto presupposto, consequenziale e correlato o comunque connesso, ivi compreso il silenzio dell’U.T.G. – Prefettura di Foggia, in ordine al proposto ricorso gerarchico (..)”.

“La revoca dell’arma era intervenuta a seguito della nota del Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia, nella quale si rilevava che il predetto, in quanto denunciato/querelato, per ingiurie, diffamazione e minacce, avrebbe perso il requisito dell’affidabilità.”

Nota legali del ricorrente. I difensori del ricorrente, avv.ti Santangelo Francesco (in sede amministrativa e penale) e Ciuffreda Alberto (in sede civile), esprimono soddisfazione: “Il TAR ha posto a fondamento della propria decisione il nostro assunto difensivo circa l’impossibilità da parte del Questore di adottare il provvedimento di revoca della licenza di porto di fucile per uso caccia senza svolgere approfondimenti istruttori necessari ai fini della valutazione della situazione determinatasi nonchè necessari per compiere la prognosi sul soggetto titolare di porto d’armi. Soggetto, peraltro, sino ad allora risultato immune da censure ed indubitabilmente non carente del requisito di affidabilità. Il nostro assistito, altresì, ha totalmente contestato i reati ascrittigli (ingiuria, diffamazione e minaccia) ed ha a sua volta sporto due denunce/querele, di cui una per calunnia, nei confronti del querelante”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata

Mattinata, querelato gli revocano licenza per fucile, Tar ribalta ultima modifica: 2014-12-24T12:53:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi