Manfredonia

M.Ognissanti: polveri Cava Foglia vicino Comparti, intervenire

Di:

Il consigliere Matteo Ognissanti, associazione Impegno Comune (ST)

Manfredonia – “(…) non è di poco conto che una struttura come la Cava Foglia possa tranquillamente continuare a svolgere la propria attività di lavorazione della roccia malgrado la presenza di famiglie nelle vicinanze”. E’ quanto scrive l’avvocato Matteo Ognissanti, consigliere capogruppo di Impegno Comune, in un’interrogazione esposta durate la seduta di consiglio comunale di ieri, 24 gennaio 2013.

“Nonostante tutti i problemi che hanno interessato e interessano tutt’ora i nuovi comparti edilizi (Ca), in qualche area si sta fortunatamente per concludere l’iter, con relativa residenza dei cittadini – dice nell’interrogazione l’avv. Ognissanti – E’ pur vero che tale tipo di attività non emana polveri altamente nocive – dice il consigliere in riferimento alle attività della Cava Foglia – ma è anche vero che tali polveri non sono benevole per la salute umana. Per non parlare del continuo andirivieni di autocarri per il trasporto della merce”.


“Atteso il popolamento delle zone limitrofe la suddetta Cava, per quanto tempo quest’ultima continuerà a svolgere le proprie attività? C’è una convenzione che prevede lo spostamento in altra zona lontano dagli insediamenti abitativi? Non può un’attività simile continuare a svolgere le sue funzioni di estrazione con la presenza di abitazioni a pochi metri di distanza, con residenti già penalizzati dai ritardi per il completamento delle opere di urbanizzazione”, dice il consigliere di Impegno Comune Matteo Ognissanti.

Una risposta all’interrogazione di Ognissanti è arrivata dal vice sindaco prof. Matteo Palumbo, attuale assessore all’urbanistica del Comune. In base alla raccolta dati, l’assessore ha replicato all’interrogazione di Ognissanti riferendo come “a giorni il Comune di Manfredonia provvederà a dare l’autorizzazione alla Cava Foglia per lo spostamento in un’altra zona”, per il conseguente prosieguo delle attività lavorative.


g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
22

Commenti


  • gino

    A parte il fatto che la cava e stata sempre li ,siete andati voi a costruire vicino alla cava,adesso che facciamo la chiudiamo scommetto?ma va va avvocato,facciamo i seri,adesso tanetevi la polvere……


  • col piffero la polvere

    ci teniamo un bel niente. caro gino mi ofiglio è allergico alla polvere: fagli venire un’attacco di asma da pronto soccorso e poi vedi per quanti soldi faccio causa alla cava


  • Francesco

    Carissimo avvocato e amministratori tutti… Ma quando avete dato le concessioni avevate un amnesia totale? La cava esiste da almeno 40 anni se non di più e tra le altre cose diversi posti di lavoro. Bastava costruire in altri siti e questa città ne è piena. Da LOC acqua di Cristo alla zona attorno al nuovo sito scolastico tecnico. Ora mangiate la polvere! Ps ma i Manfredoniani quando spendono i soldi son così fessi da non rendersi conto che son stati truffati?


  • ciccio

    gino e francesco prima di parlate leggete e documentatevi la cava sapeva di essere spostata a causa delle nuove costruzioni


  • Gino e Pinocchio

    @gino e franco:siete ridicoli e poco informati,a partei l fatto che costruire e’ possibile dovunque ,basta che ci sia un piano regolatore approvato dagli enti competenti;la cava esiste ,ma esistono anche delle postille,regole e scadenze,che i sig. della cava una volta firmate devono rispettare.Quindi collegate il cervello prima di esprimersi a vanvera.


  • prevenire è meglio che curare

    mi dispiace tanto per il bambino allergico perchè ha dei genitori irresponsabili e cattivi nel voler far chiudere un’attività e far perdere posti di lavoro! è il —– far costruire li con tanti posti ma si sa si costruisce dove qualcuno —- ha interessi personali e non comuni come dice quell’avvocatuccio


  • tony

    Cari ignorantelli de ‘ la cava c’era voi ci avete costruito vicino’invece non e’cosi’ c’era e ci dovrebbe essere un piano di riqualificazione dell’area dove ora c’e la cava con un lago artificiale e area verde ,anche per questo motivo la gente ha acquistato nelle vicinanze
    Cmq I proprietari della cava hanno venduto terreni e se qualche genio che parla perche’ha la bocca non va a vedere che si e’costruito proprio nella cava comparto ca2 infine Il comune doveva far cessare l’attivita’alla cava al rilascio della prima agibilita’ ,potrei continuare ma per adesso buona giornata.


  • Predicone

    La cava sapeva e fa parte di chi ha fatto le costruzioni o venduto i terreni! E ad oggi doveva già essere chiusa!


  • mary

    Non dovevano costruire affianco a una cava, comprarsi le case e poi lamentarsi. Prima che si sposti una cava passano anni, se mai si sposterà, ma nel frattempo respirate la polvere. E si sapeva!!!


  • Carmen

    Una decina di anni fa quando si facevano carte —per poter accedere alle coperative,raccontavano(i costruttori)la favoletta che alle case sarebbero precedute le infrastrutture,al posto della cava un laghetto(si,con cigni e paperelle che sguazzavano)asili e scuole.Niente disagi e preoccupazioni,che bello!
    Forse fra altri dieci anni si starà meglio…


  • checosasei-checosasei-checosasiae

    Francesco tu dove abiti? tanto per curiosità immagino al centro del centro


  • Ics

    I costruttori secondo me stanno ancora ridendo x quanti polli hanno trovato…..


  • Francesco

    Ovunque io abiti ho comprato di recente casa guardandomene bene,prima di spendere tanti soldi, che la salute dei miei cari e mia fossero tutelati! Incauti venditori, incauti acquirenti! Si la cava deve chiudere ed ho visto personalmente i piani e le carte, ma ho visto anche far scadere i termini dalle nostre autorità per la riqualificazione. Mi sono anche confrontato con i gestori della cava e vorrebbero partire col piano di riqualificazione. L unica cosa che posso aggiungere, ormai il danno e’ fatto.! Agli acquirenti, combattete e fatevi sentire. Io rimango Dell idea che l affare l hanno fatto solo i venditori… Mi spiace x voi….


  • antonio p.

    tanti del pd
    accusano i vari consiglieri di fare sempre demagogia
    adesso dimostrate di non essere solo chiacchiere e se ritenete di avere ragione e non ricevete spiegazioni o le ricevete a metà andate avanti e denunciate
    altrimenti hanno ragione i difensori della corte


  • Salvatore CLEMENTE

    Tutti sapevamo che la cava doveva essere spostata o comunque che avrebbe dovuto cessare l’estrazione prima che la gente andassie ad abitarci.
    Per chi vuole vedere quanta polvere viene sollevata dalla cava, può vederlo al seguente link da un minuto e 40 secondi a 3 miuti e 20 secondi:
    http://www.youtube.com/watch?v=SgwzDLxBNkQ


  • prevenire è meglio che curare

    cara redazione non mi pare nè di aver detto parolacce nè bugie per cui non capisco perchè avete censurato il mio commento! mi viene da pensare che siete di parte o cosa? resto deluso da voi


  • prevenire è meglio che curare

    non ho fatto nomi, ma si sa che si è sempre costruito dove qualcuno (non so chi) aveva interessi! qualcuno ha la coda di paglia?


  • Redazione

    Gentile lettore, “di parte” e in quale forma e chi dovremmo proteggere? Cerchiamo solo di evitare possibili denunce presso gli organi di competenza per ipotetica diffamazione; nel suo commento erano presenti dei vocaboli che abbiamo ritenuto di non pubblicare nel suo e nel nostro interesse; restiamo a disposizione, esprima liberamente il suo pensiero senza riferimenti a dati non comprovabili; grazie, buon sabato; Red.Stato


  • Redazione

    Ok, se c’è stata eccessiva censura lasciamo il commento ora in forma integrale; grazie a lei;Red.Stato


  • Andrea

    Buon giorno a tutti, mio padre lavora per la cava Foglia da più di trent’anni e fortunamente è stata una delle poche realtà lavorative manfredoniane che ha avuto un proseguio negli anni. Sono contento che tanta gente ha fatto notare come la cava esistesse già da tanti anni prima della costruzione degli edifici abitativi. L’attività di estrazione è stata già spostata lontano dalla “Silac” e dal centro residenziale però restano quelle strade battute per anni dagli autocarri e che quindi, sono piene di polvere. Certamente, costruendo tra la polvere, non ci si poteva aspettare che entrasse dalle finestre la brezza marina! Fermo restando che la salute delle persone è da mettere al primo posto, credo che tra le prime cose da fare ci sia quella di asfaltare le strade, di modo che la polvere non venga alzata dalla stessa gente che torna a casa. Probabilmente in giornate particolarmente ventilate la polvere dalle zone circostanti arriverà comunque ma questo problema non si risolverà chiudendo la cava. Ci vorrebbero decine di anni ed investimenti ingenti per cambiare l’aspetto di quella zona creando un’area verde ed un lago artificiale.


  • Mauro

    E’ vero che l’attività di estrazione non c’è più, ma la cava macina eccome se macina, ci sono i nostri video che lo testimoniano e la polvere non è certamente la breccia delle strade.


  • prevenire è meglio che curare

    Fate analizzare la polvere di natura calcarea (che è quella della cava ) e vedrete che non è affatto nociva a differenza di tante cose che crediamo buone ma sono l’esatto contrario per cui riflettete bene su quello che dite e fate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi